AMBIENTE Nasce il Catasto dei sentieri: lo prevede un accordo tra Mibact e Cai per valorizzare un patrimonio straordinario

(TurismoItaliaNews) E’ la valorizzazione della rete sentieristica e dei rifugi montani per un turismo sostenibile e responsabile l’obiettivo del protocollo d’intesa sottoscritto tra il Ministero dei beni culturali e del turismo e il Club alpino italiano (Cai) e che porterà alla redazione di un vero e proprio catasto nazionale dei sentieri. Il documento è stato firmato dal ministro Dario Franceschini e dal presidente del Cai, Umberto Martini, al collegio romano, nel Salone del Ministro.

 

L’accordo ha una validità di tre anni e prevede inoltre una collaborazione delle parti con le regioni per uniformare la segnaletica orizzontale e verticale dei sentieri a livello nazionale, così come un impegno a sottoscrivere un accordo con l'Anci sulla manutenzione della rete sentieristica e dei rifugi interessati al Protocollo.

"Per il Ministero questo protocollo è importante - ha detto Franceschini - è un atto che formalizza e rende permanente una collaborazione molto consolidata e antica con il Cai, che oggi viene formalizzata in un Protocollo di intesa. Il catasto dei sentieri è un aspetto molto importante di questo Protocollo che valorizza anche una serie di attività che stanno nelle linee alle quali stiamo lavorando come Ministero, cioè quelle del turismo sostenibile e della valorizzazione delle parti meno conosciute del nostro Paese della valorizzazione dei cammini e dei percorsi. Ricordo che in Italia abbiamo in grande patrimonio di sentieri montani che si snodano in mezzo a panorami straordinari. Penso al Sentiero Italia, lungo seimila chilometri, che percorre tutta la dorsale appenninica e alpina. E' davvero un patrimonio importante che, attraverso il nuovo catasto, diventerà sempre di più conosciuto. Noi vogliamo sviluppare un turismo sostenibile, intelligente e rispettoso: per questo stiamo lavorando al recupero di tutti i beni demaniali abbandonati, dalle case cantoniere, che sono 1.600 in tutta Italia, alle vecchie stazioni ferroviarie, ai fari. In prospettiva – ha concluso il ministro - potrebbe anche esserci il catasto nazionale di tutti i cammini italiani".

 

"Nel primo articolo del nostro statuto - ha affermato Martini - c'è scritto che compito del Cai è far conoscere la montagna. Con questo Protocollo facciamo quindi un ulteriore passo avanti molto importante. Il nostro impegno sarà sempre più forte per portare le persone in montagna in sicurezza e all'insegna della sostenibilità”.

 

turismo italia news
turismoitalianews
TurismoItaliaNews.it
www.facebook.com/turismoitalianews
www.twitter.com/turismoitalianw

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...