ACCORDO Associazione Parchi e Giardini d’Italia e Ministero Ambiente firmano convenzione per una rinnovata cultura del verde

(TurismoItaliaNews) Una convenzione con l’obiettivo di valorizzare e tutelare il patrimonio orticulturale italiano e di attivare azioni che ne favoriscano la conoscenza e la fruibilità da parte del pubblico: ad annunciare la sottoscrizione nell’ambito degli Stati Generali del Verde Urbano svoltisi a Roma dal 18 al 20 novembre 2015, sono stati l’Associazione Parchi e Giardini d’Italia (Apgi) e il Comitato per lo sviluppo del verde pubblico del Ministero dell’Ambiente.

 

Nell’ambito della convenzione, le Parti concordano di collaborare per la messa a punto di strumenti metodologici e tecnici per la realizzazione di progetti e di interventi pilota di conservazione e valorizzazione di parchi e giardini storici; la messa a punto di sistemi formativi del personale che opera nel settore dei parchi e giardini storici; la realizzazione di strumenti culturali finalizzati allo studio e alla definizione di principi e criteri di indirizzo riguardanti la tutela, la conservazione, il recupero e il restauro dei parchi e giardini storici; l'identificazione di linee guida e protocolli di cooperazione interministeriale per la tutela e valorizzazione dei parchi e giardini storici. Tali sinergie includono anche forme di collaborazione per accedere a fonti di incentivazione e di finanziamento in ambito territoriale, nazionale, comunitario e internazionale.

La Convenzione è stata firmata dal consigliere Massimiliano Atelli, presidente del Comitato per lo sviluppo del verde pubblico, e dall’architetto Paolo Pejrone, presidente dell’Associazione Parchi e Giardini d’Italia. Il Comitato è l’organo istituzionale che, nell’ambito del Ministero, ha il compito di dare attuazione alla legge italiana n. 10/2013, intitolata “Norme per lo sviluppo degli spazi verdi urbani”. In questa ampia missione si colloca il compito di promuovere una rinnovata cultura del verde, specie con riguardo al ruolo che esso ha negli insediamenti urbanizzati. Un ruolo, come ben noto, con ricadute precise e importanti su salute, ambiente ed economia. L’Apgi rappresenta per gli enti e i proprietari dei giardini l’organizzazione nazionale di riferimento e coordinamento. Il ruolo dell’Associazione è quello di sostenere il settore in generale e di promuovere i giardini “virtuosi” diffondendone i modelli e i moderni sistemi di gestione con l’obiettivo di inserirli sempre più nel sistema economico e culturale del Paese.

 

I parchi ed i giardini storici costituiscono un settore rilevante del patrimonio culturale italiano, e come tali sono protetti e tutelati dalle leggi in vigore, ma la loro conoscenza e valorizzazione meritano di essere ulteriormente sviluppate per realizzare un’azione sempre più incisiva nei campi del restauro, della tutela e della promozione degli stessi.

Grazie anche alla convenzione con il Comitato per lo sviluppo del verde pubblico, i giardini diventano sempre più un asset strategico per individuare metodi e buone pratiche finalizzate alla tutela del verde nonché per sviluppare percorsi turistici a supporto dei territori e dell’offerta culturale nazionale, in generale. Basti pensare al ruolo e al “valore” di un giardino sul territorio: turismo, occupazione e nuove professionalità, cultura, servizi legati all’accoglienza e alla didattica. Insomma un giardino se ben gestito e organizzato può dar vita ad un vero e proprio circuito virtuoso capace di generare importanti stimoli economici all’area in cui insiste e di rappresentare un esempio per la valorizzazione e la tutela dell’ambiente.

 

Per saperne di più
APGI - Associazione Parchi e Giardini d'Italia
Via Barberini 86 - 00187 Roma
tel. +39 06 - 42089209
www.apgi.it

 

turismo italia news
turismoitalianews
TurismoItaliaNews.it
www.facebook.com/turismoitalianews
www.twitter.com/turismoitalianw

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...