Anno Santo, l’Italia sceglie le quattro basiliche romane e il ritratto di Papa Francesco

Il profilo del Papa e le quattro Basiliche romane da sempre legate all’Anno Santo. Sono questi i soggetti dei francobolli che l’Italia manda in campo dal 7 dicembre 2015, per celebrare il Giubileo Straordinario della Misericordia. Le basiliche sono quelle di San Pietro in Vaticano, San Giovanni in Laterano, Santa Maria Maggiore e San Paolo fuori le Mura.

 

(TurismoItaliaNews) Gli Anni Santi hanno sempre trovato nella filatelia un potente canale di promozione, di celebrazione e di ricordo nel tempo. Così, ligie alla tradizione, anche in questo 2015 Poste Italiane inizia la distribuzione dei quattro dentelli con valori facciali da 0.95, 1.00, 2.20 e 2.90 euro, con una tiratura annunciata di un milione e seicentomila esemplari per ciascun soggetto, stampati in fogli da ventotto.

 

Le vignette raffigurano il medesimo ritratto di Papa Francesco affiancato, a sinistra, di volta in volta, da una delle quattro Porte Sante delle rispettive Basiliche papali, di cui sono bozzettista ed incisore Maria Carmela Perrini per il francobollo dedicato alla Porta Santa della Basilica di San Pietro in Vaticano; e bozzettista Antonio Ciaburro per i francobolli dedicati alle altre Porte Sante.

 

A commento dell’emissione c’è il bollettino illustrativo a firma di monsignor Rino Fisichella, presidente del Pontificio Consiglio per la promozione della nuova evangelizzazione.

 

Vaticano: l’Anno Santo porta in dote una moneta d’oro da 200 euro dedicata alla Prudenza e due medaglie celebrative

 

 

turismo italia news
turismoitalianews
TurismoItaliaNews.it
www.facebook.com/turismoitalianews
www.twitter.com/turismoitalianw

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...