A zonzo per Budapest alla guida di una Trabant, ecco l’ultima apprezzatissima idea per scoprire la capitale ungherese

Eugenio Serlupini, Budapest / Ungheria

E’ un’auto mitica per tanti motivi: per la sua non eccelsa bellezza, per essere la testimone vivente di un travagliato periodo storico, per essere il simbolo del minimalismo. Eppure oggi chi dice Trabant, dice anche vintage ed esperienza assolutamente da provare. La Trabant, come noto, è l’auto nata negli anni Cinquanta nella Repubblica Democratica Tedesca, al di là del Muro di Berlino e dunque in qualche modo emblema della Guerra Fredda. Adesso a Budapest si sono inventati il tour della città proprio a bordo di una Trabant. Un successone.

 

(TurismoItaliaNews) La capitale ungherese continua ad essere una delle mete più amate dagli italiani. In effetti qui il romanticismo, seppure in società che ormai è inevitabilmente in continuo cambiamento, è ancora palpabile e un long weekend sulle sponde del Danubio, in un’atmosfera che evoca grandi suggestioni fra il Palazzo Reale e il Ponte delle Catene. La città è in fondo una bomboniera e si può visitare anche a piedi se si ama il trekking urbano, oltre ai mezzi pubblici piuttosto che il taxi.

 

La Trabant è un’automobile prodotta dalla casa automobilistica Veb Sachsenring Automobilwerke Zwickau. Progettata e messa in produzione negli anni Cinquanta nella Repubblica Democratica Tedesca, ha continuato ad essere prodotta fino alla riunificazione (1991) e per un solo anno nella Germania unita.

Ma c’è anche un altro originalissimo sistema che sta facendo impazzire i turisti più smaliziati e in cerca di esperienze divertente: il Tour Classic a bordo di una Trabant, con la possibilità di vedere i luoghi più popolari di Budapest e imparare a guidare questa potente due tempi, “meraviglia” a quattro ruote più comune nel blocco comunista. Il percorso comprende più importanti attrazioni, come il Palazzo del Parlamento, Piazza degli Eroi, viale Andrássy, il Ponte delle Catene e la Cittadella. Il giro dura fra le 2 e le 3 ore e costa 150 euro e su ogni auto possono salire fino a tre persone; il prezzo include il tour vero e proprio, una guida / auto, una lezione espressa per imparare a guidare l’utilitaria e carburante per 100 km.

 

Il Classic Trabant Tour può essere combinato con una visita al Memento Park dove sono esposte vecchie statue gigantesche del periodo comunista ungherese (1949-1989). Si possono ammirare le sculture di Lenin, Marx, Engels e diversi leader comunisti della nazione. Il tour dura al massimo un’ora e il biglietto d'ingresso costa altri 5 euro a persona. Un’altra combinazione può essere l’abbinamento ad un breve tour del vino nella regione Etyek-Buda con la visita guidata da un sommelier, una selezione di vini locali e una cena tradizionale ungherese con tre portate. Questo mini tour dura 2 ore e la degustazione richiede un supplemento di circa 25 euro a persona.

Per saperne di più

 

turismo italia news
turismoitalianews
TurismoItaliaNews.it
www.facebook.com/turismoitalianews
www.twitter.com/turismoitalianw

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...