Una Piazza è per sempre: da Milano a Palermo sono proprio le piazze i soggetti per i nuovi francobolli sempre buoni

Eugenio Serlupini, Roma

Sono come un diamante: per sempre. Le Piazze italiane più belle diventano promoter del Bel Paese attraverso i francobolli che potranno essere utilizzati per sempre, qualunque sia la tariffa postale in vigore. Al posto del valore in euro, c’è infatti una lettera distintiva a cui corrisponde l’importo tariffario dovuto. Dopo i quattro “dentelli” con le invenzioni di Leonardo da Vinci, adesso tocca a otto Piazze italiane, da nord a sud. Emissione il 2 luglio 2016.

 

(TurismoItaliaNews) Piazza della Repubblica a Roma, Piazza del Duomo a Milano, Piazza del Plebiscito a Napoli, Piazza San Carlo a Torino, Piazza Ruggiero Settimo a Palermo, Piazza de Ferrari a Genova, Piazza Maggiore a Bologna e Piazza della Signoria a Firenze: ecco gli otto luoghi del Bel Paese con cui si chiude definitivamente – dopo i dentelli dedicati a Leonardo – la fin troppo lunga parentesi delle serie “definitive ordinarie” (come si dice in gergo) che nulla raccontavano dell’Italia.

D’ora in poi, dunque, anche se i francobolli vengono utilizzati sempre meno per la nostra corrispondenza, almeno mostreranno luoghi famosi della nostra Penisola. I nuovi francobolli sono stampati dal Poligrafico dello Stato con il sistema della fustellatura in fogli da 50 esemplari, con tracciature orizzontali e verticali del supporto siliconato per il distacco facilitato di ciascun dentello dal proprio supporto.

 

Piazza della Repubblica in Roma: la vignetta raffigura una veduta con in primo piano la Fontana delle Naiadi, opera dello scultore Mario Rutelli, e sullo sfondo, i due palazzi porticati dell’architetto Gaetano Koch. Bozzettista e incisore Antonio Ciaburro.

 

Piazza del Duomo in Milano: la vignetta raffigura una veduta con in primo piano la facciata del Duomo e, a destra, uno scorcio del Palazzo Reale. Bozzettista e incisore Rita Fantini.

 

Piazza del Plebiscito in Napoli: la vignetta raffigura uno scorcio con la neoclassica Real Basilica di San Francesco di Paola e parte del colonnato. Bozzettista e incisore Antonio Ciaburro.

 

Piazza San Carlo in Torino: la vignetta raffigura una veduta con in primo piano la statua equestre di Emanuele Filiberto e, sullo sfondo, rispettivamente a destra e a sinistra, le Chiese gemelle di Santa Cristina e di San Carlo. Bozzettista e incisore Maria Carmela Perrini.

 

Piazza Ruggiero Settimo in Palermo: la vignetta raffigura una veduta con la facciata del Teatro Politeama Garibaldi, opera dell’ingegnere Giuseppe Damiani Almeyda, e la statua di Ruggiero Settimo, ammiraglio, patriota e uomo politico palermitano. Bozzettista e incisore Rita Morena.

 

Piazza de Ferrari in Genova: la vignetta raffigura una veduta su cui spiccano la fontana in bronzo, opera dell’architetto Giuseppe Crosa di Vergagni, e la facciata del Palazzo del Credito Italiano e della Regione Liguria. Bozzettista e incisore Antonio Ciaburro.

 

Piazza Maggiore in Bologna: la vignetta raffigura uno scorcio con Palazzo d’Accursio, sede del Municipio, e il Palazzo dei Notai. Bozzettista e incisore Rita Fantini.

 

Piazza della Signoria in Firenze: la vignetta raffigura una veduta con in primo piano Palazzo Vecchio e, a destra, la Loggia dei Lanzi. Bozzettista e incisore Maria Carmela Perrini.

 

A firmare un bollettino così importante inspiegabilmente è il professor Angelo di Stasi, presidente della Commissione per lo studio e l’elaborazione delle carte-valori postali. Non si capisce perché la scelta sia caduta su di lui (che già in passato ha firmato numerosi bollettini illustrativi) atteso che dato il tema si sarebbero potuti individuare in storici dell’arte o figure legate al turismo o ai beni artistici. In dettaglio i “valori” assegnati a ciascun francobollo: Piazza della Repubblica in Roma, relativo alla tariffa B; Piazza del Duomo in Milano, relativo alla tariffa B 50 g; Piazza del Plebiscito in Napoli, relativo alla tariffa B Zona1; Piazza San Carlo in Torino, relativo alla tariffa B Zona1 50 g; Piazza Ruggiero Settimo in Palermo, relativo alla tariffa B Zona2; Piazza de Ferrari in Genova, relativo alla tariffa B Zona2 50 g; Piazza Maggiore in Bologna, relativo alla tariffa B Zona3 e Piazza della Signoria in Firenze, relativo alla tariffa B Zona3 50 g.

 

Leonardo da Vinci sarà il biglietto da visita dell’Italia: l’ingegno dell’artista scienziato sui nuovi francobolli ordinari

 

 

turismo italia news
turismoitalianews
TurismoItaliaNews.it
www.facebook.com/turismoitalianews
www.twitter.com/turismoitalianw

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...