ALITALIA | Il Consiglio di amministrazione ha deciso di presentare istanza di ammissione a procedura di amministrazione straordinaria

images/stories/compagnie/AlitaliaAerei01.jpg

E’ ufficiale: per Alitalia si apre la fase della procedura di amministrazione straordinaria. Lo ha stabilito il Consiglio di Amministrazione dopo l’esito negativo del referendum tra i propri dipendenti, che ha di fatto precluso l’attuazione del rilancio e della ristrutturazione della compagnia.

 

(TurismoItalianews) L’Assemblea degli azionisti di Alitalia, riunitasi oggi, ha preso atto, “con grande rammarico”, dell’esito del referendum tra i propri dipendenti, che ha di fatto precluso l’attuazione del rilancio e della ristrutturazione della società. I soci italiani ed Etihad, convinti del potenziale di crescita dell’azienda, si erano resi disponibili a finanziare il piano industriale per 2 miliardi di euro, attraverso forti investimenti e una riduzione dei costi strutturali che, per due terzi, non erano relativi al costo del personale. I soci avevano condizionato la disponibilità alla ripatrimonializzazione e al rifinanziamento ad un accordo con le organizzazioni sindacali, venuto meno con l’esito del referendum tra i dipendenti.

Il Consiglio di amministrazione, riunitosi al termine dell’assemblea, preso atto della grave situazione economica, patrimoniale e finanziaria della società, del venir meno del supporto dei soci e dell’impraticabilità, in tempi brevi, di soluzioni alternative, ha deciso all’unanimità di presentare l’istanza di ammissione alla procedura di amministrazione straordinaria come disposto dalla legge. I voli e le operazioni Alitalia non subiranno alcuna modifica e continueranno secondo la programmazione prevista.

E il Consiglio dei ministri, su proposta del presidente Paolo Gentiloni e dei ministri dell’Economia Pier Carlo Padoan e dello Sviluppo economico Carlo Calenda, ha approvato un decreto legge che introduce misure urgenti volte ad assicurare la continuità del servizio svolto da Alitalia. Tenuto conto delle difficoltà di ordine sociale e dei gravi disagi per gli utenti che deriverebbero dall’interruzione del servizio svolto dalla compagnia per i collegamenti aerei nel territorio nazionale e con il territorio nazionale, compresi quelli con oneri di servizio pubblico ai sensi della normativa europea, il decreto ha disposto un finanziamento a titolo oneroso di 600milioni di euro, della durata di sei mesi. I tre commissari nominati sono Luigi Gubitosi, Enrico Laghi e Stefano Paleari. 

"I tempi per decidere il futuro dell'Alitalia sono stretti ed è fondamentale - ha commentato il presidente di Federturismo Confindustria, Gianfranco Battisti - assicurare, a tutela dell'industria turistica nazionale, la continuità della nostra compagnia di bandiera nell'interesse dei dipendenti, dell'indotto e della competitività del Paese. Con la nomina dei tre commissari la priorità è ora salvare la compagnia evitando la fuga dei passeggeri e il crollo delle prenotazioni anche se i problemi dell'Alitalia sembrano richiedere tempi più lunghi di risoluzione rispetto ai sei mesi previsti. La nostra preoccupazione, con l'estate alle porte, è proteggere i viaggiatori consentendo a tutti i passeggeri il mantenimento delle prenotazioni anche dopo le vacanze estive. Per questo auspichiamo che dopo la richiesta di queste ore di amministrazione straordinaria e con un mandato limitato nei tempi si possa procedere rapidamente al rilancio con la ricerca di nuovi acquirenti".

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...