UMBRIA | Torna Orvieto in Fiore: infiorate, il Palio dei Balestrieri e la secolare festa della Palombella

images/stories/umbria_Orvieto/OrvietoDuomoFacciata2Dim1134x756.jpg

Orvieto in Fiore dà appuntamento dal 1° al 4 giugno. Il fine settimana della Pentecoste orvietana dà il via al periodo delle manifestazioni tradizionali della città: la secolare festa della Palombella vede confermata anche per il 2017 la collaborazione con il Corteo delle Dame, che sfileranno nel pomeriggio del 4 giugno per godersi in Piazza del Popolo la disputa del Palio dei Balestrieri e lo spettacolo offerto dalle Ballerine e dagli Sbandieratori e Musici dei Quartieri.

 

(TurismoItaliaNews) Torna dal 1° al 4 giugno 2017 l’atteso e oramai tradizionale appuntamento di Orvieto in Fiore. Numerose le collaborazioni, da Orvieto Sposi, che dal 2 al 4 giugno offre al Palazzo dei Sette una interessante anteprima della stagione 2017, al Wine Show, con i percorsi guidati turistico-enologici nelle giornate di sabato 3 e domenica 4.

Punto fermo le infiorate del centro storico e dello scalo, quest’anno realizzate già da venerdì 2 giugno sul tema “Terremoto: tragedia e rinascita”; così come la passeggiata accompagnata dalle note della banda, sabato 3 giugno con inizio alle ore 11 da Piazza Cahen (Corso Cavour, infiorata di Ciconia a Piazza Belisario, infiorata del Fossatello in piazza Sant'Angelo, infiorata del quartiere Corsica in piazza XXIX marzo, via F. Cavallotti, Torre del Moro infiorata del quartiere Stella in Largo Gualterio, infiorate del quartiere Serancia e di Torre San Severo in piazza della Repubblica, infiorate del quartiere Olmo e di Rocca Ripesena) per concludersi in Piazza San Giovenale, dove si terrà il “Gran banchetto di fiori, frutta e erbe” a cui sono tutti invitati. Confermati e rinforzati gli aperitivi in fiore dei bar del centro storico e del territorio, arricchiti da succulente proposte di street food.

Nutriti anche gli eventi collaterali, dall’apertura ufficiale della manifestazione a Ciconia con i lettori portatili alla presentazione dei bozzetti delle infiorate, dalle conferenze sui giardini del territorio alle visite ai cortili monumentali a cura del gruppo Fai Giovani di Orvieto e al Paese delle Rose, dai concerti della Scuola di Musica «Adriano Casasole» (dal pianoforte in Comune alle voci bianche a San Domenico con l’evento “Fiori e colori in festa”…) alle presentazioni di libri e alle mostre (pittura, fotografia…).

Non mancherà il concorso dei balconi e delle vetrine in fiore organizzato in collaborazione con la sezione orvietana della F.I.D.A.P.A, che vedrà premiati i migliori allestimenti floreali con i colori dei quartieri di appartenenza, così come i numerosi laboratori per i più piccoli che allieteranno l’Orto Medievale di San Giovenale nel pomeriggio di sabato 3 giugno. Molto ricca anche la “Notte in Fiore” tra il 3 e il 4 giugno, con musica e animazioni nelle piazze del centro storico, oltre ad un musical in Piazza Duomo a cura della scuola comunale. Lo spirito resta quello di sempre, gioire, in città e nel territorio, di una festa secolare come la Palombella, in cui tutti collaborano manifestando il proprio senso di appartenenza alla comunità attraverso i colori dei quartieri.

Per saperne di più

 

Orvieto Underground, sotto all’imponente Duomo c’è un’altra città da scoprire

 

Orvieto: l’antica Torre del Moro racconta la sua storia

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...