FEDERTURISMO | Matera 2019 per la partenza di una nuova città: la Capitale Europea della Cultura occasione d'importanza strategica

images/stories/basilicata/Matera05.jpg

“Matera 2019 Capitale Europea della Cultura è un'occasione d'importanza strategica in termini di visibilità e crescita non solo per la città, ma per tutto il Mezzogiorno dalla quale poter ripartire per una sfida ambiziosa per lo sviluppo locale”: la sottolineatura è del presidente di Federturismo Confindustria, Gianfranco Battisti.

 

(TurismoItaliaNews) Dal momento dell'incoronazione a Capitale Europea sempre più turisti, provenienti da ogni parte del mondo, hanno scelto Matera per le loro vacanze e i dati segnalano un fenomeno in costante aumento in termini di arrivi e presenze. “Di fronte a questi numeri diventa, quindi, fondamentale saper gestire i flussi per preservare il tessuto abitativo e garantire infrastrutture accessibili e adeguate alla domanda dei visitatori in armonia con il territorio e i principi di sostenibilità ambientale” commenta Battisti.

Il Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane sostiene Matera 2019 Capitale Europea della Cultura con una rete di collegamenti, servizi, offerte dedicate, maggiore accessibilità ai territori e assistenza rivolta alle persone che durante tutto l'anno la visiteranno e i luoghi di produzione di cultura, di espressione dello stile italiano oltre che di diffusione dell'industria culturale e creativa della Basilicata e del Mezzogiorno. Sarà una grande opportunità per promuovere il Made in Italy in tutto il mondo e sviluppare il turismo in tutta Italia. Il Gruppo Fs Italiane è official carrier di Matera 2019: salgono a sei i Freccialink (servizio treno+bus di Trenitalia), che collegano direttamente Matera a Bari e a Salerno e da qui con il Frecciarossa a tutta Italia. Si aggiungono 26 corse regionali, due Frecciarossa e quattro InterCity che uniscono tutta Italia alle vicine stazioni di Ferrandina – Scalo Matera, Potenza e Metaponto.

Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo Fs Italiane) ha realizzato interventi per migliorare il comfort e il decoro degli spazi della stazione di Ferrandina – Scalo Matera per le persone in arrivo e partenza. A partire da questo mese di gennaio, la stazione di Ferrandina – Scalo Matera è entrata nel circuito nazionale delle Sala Blu di Rfi. Anche in questa stazione i viaggiatori con disabilità e in condizioni di ridotta mobilità, anche temporanea, possono richiedere e usufruire dei servizi di assistenza. Inoltre, RFI sta realizzando un nuovo parcheggio intermodale bus/auto/treno, per favorire il trasporto dei numerosi visitatori che raggiungeranno la Città dei Sassi in occasione di Matera 2019 Capitale Europea della Cultura.

Anas (Gruppo Fs Italiane) sta completando gli interventi di adeguamento della strada statale 96 "Barese", lungo la tratta Bari – Altamura per l'ammodernamento a quattro corsie, che completa il potenziamento del collegamento infrastrutturale tra Puglia e Basilicata. Infine l'app del Gruppo Fs Italiane nugo, un'opportunità in più per visitatori e turisti che, anche in occasione di Matera 2019, potranno acquistare soluzioni di viaggio che integrano diverse modalità di trasporto: dal treno all'autobus e alla metropolitana, dal traghetto al car e bike sharing.

“Dobbiamo essere consapevoli che investire sulla cultura e sulla qualità del territorio crea qualità della vita per tutti: residenti e turisti e ci auguriamo che Matera possa trarre stimolo da questo progetto per cambiare volto al proprio territorio mettendo a valore il grande patrimonio culturale di cui già disponeva creando sviluppo e attrattività” chiosa il presidente di Federturismo Confindustria, Gianfranco Battisti.

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...