BELPAESE | Settimana del patrimonio culturale di Italia Nostra, oltre 90 eventi in tutto il Paese: convegni, concerti, visite

Stampa
images/stories/abruzzo/PennePE_SantaMariaColleromano01.jpg
turismo   italia   news   turismoitalianews   2019   luoghi   maggio   mappa   visite guidate   Italia Nostra   Settimana del Patrimonio culturale   beni culturale  

Per una Politica della Bellezza, cioè una politica culturale degna del nostro Paese. E' questo il claim scelto da Italia Nostra per la Settimana del Patrimonio culturale in corso dal 4 al 12 maggio con oltre novanta eventi in tutto il Paese. Convegni, concerti, azioni di pulizia, gazebo informativi, visite guidate, aperture straordinarie e tanto altro per portare alla ribalta il nostro meraviglioso, e spesso maltrattato, patrimonio culturale.

 

(TurismoItaliaNews) “La peculiarità dell’Italia è l’esistenza di un diffuso Patrimonio artistico, storico e paesaggistico presente sull’intera penisola – spiega Mariarita Signorini, presidente nazionale di Italia Nostra - la nostra Settimana del Patrimonio culturale vuole contribuire, insieme ad altre iniziative similari, ad aprire una riflessione sui modelli di gestione sostenibili di tali beni, senza avere la presunzione di proporre modelli strabilianti o innovativi ma, perseguendo una strada che si è rivelata virtuosa là dove è stata applicati”. Italia Nostra con le sue campagne di sensibilizzazione tende a trasformare i cittadini da “consumatori” a “protettori” facendo sì che le comunità partecipino attivamente alla conservazione e tutela del patrimonio culturale.

Come sempre, i beni selezionati dalle sezioni locali di Italia Nostra coprono un ampio spettro di tipologie e offrono una importante e aggiornata indagine sullo stato del nostro patrimonio culturale diffuso. Oltre 90 eventi in tutta Italia, dalla Sicilia al Veneto, che illustrano siti archeologici, chiese, pievi, musei, parchi, borghi. Impossibile non tener conto dello svantaggio di sviluppo delle aree interne. Infatti, il 46,7% dei Comuni italiani, ovvero 3.486 sui circa 8.000 totali, ha una popolazione inferiore ai 2.000 abitanti (dati Ancitel). In essi risiedono circa 10 milioni di abitanti che rappresentano il 16,5% della popolazione nazionale. La maggior parte di questi comuni sono presenti soprattutto nelle regioni montuose delle Alpi e degli Appennini.

In molti concordano che puntare sul patrimonio culturale consente alle aree interne di uscire dal circolo vizioso dal impoverimento economico-sociale che impedisce di intercettare investimenti, turismo e nuove opportunità. Le grandi città d’arte, con i loro monumenti e musei, attirano la maggioranza dei turisti e degli investimenti, lasciando solo poche risorse al resto del territorio. Questo dato si incrocia con la disparità Nord/Sud, evidenziata dai dati delle erogazioni liberali dell’Art Bonus che finiscono per l’81,5% al Nord, il 16,6% al Centro e appena l’1,8% al Sud e alle Isole (dati Federculture 2018). “Le scelte politiche del Mibac (Pon Cultura e Sviluppo), con i notevoli investimenti al Sud, hanno tentato di riequilibrare il sistema senza però ottenere un significativo risultato, almeno per ora” argomenta Italia Nostra.

La mappa dei luoghi e degli eventi

In apertura: Penne (Pescara): Santa Maria di Colleromano

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...