BOLOGNA | Una giuria da tutto il mondo ha selezionato le migliori idee per il futuro Museo del basket italiano

Stampa
images/stories/varie_2019/Bologna_MuseoBasket_ProgettoPrimo-Classificato01.jpg
turismo   italia   news   turismoitalianews   architettura   Bologna   2019   selezione   progetti   Bologna Welcome   vincitori   Museo del basket   basket   giuria  

(TurismoItaliaNews) Selezionare le idee che ispireranno il Museo del Basket del PalaDozza: è stato questo il delicato lavoro che ha impegnato la giuria internazionale per la chiusura del concorso di idee indetto dal Comune di Bologna e da Bologna Welcome al fine di raccogliere i migliori spunti progettuali per la costruzione del Museo del Basket italiano, che sorgerà nel 2020 a Piazza Azzarita. Tra i giurati i direttori del Museo del Barça e del Museo Federación Española de Baloncesto, rappresentanti Fip e Lega Basket, Neal Meyer di Nba, il giornalista Walter Fuochi, Cineteca di Bologna e il professor Roberto Grandi.

I giurati invitati a Bologna per la giornata di lavori sono stati chiamati a giudicare i 22 progetti candidati, così da stabilire i tre più interessanti che risulteranno quindi vincitori del concorso. Le idee contenute in queste tre proposte potranno costituire la base del progetto finale del Museo, la cui struttura definitiva non sarà però necessariamente aderente a una singola proposta, bensì potrà trarre liberamente ispirazione dalle diverse idee emerse dal concorso. L'obiettivo è infatti quello di raccogliere i migliori spunti per questo innovativo museo, che dovrà interessare in maniera diffusa tutta la struttura del Palazzetto dello Sport e che non dovrà contenere solo cimeli, ma che seguirà un percorso narrativo fatto principalmente di supporti multimediali che stimolino la curiosità dei visitatori verso il mondo della pallacanestro italiana e la sua storia.

I tre progetti risultati vincitori del concorso di idee sono stati realizzati da:

primo classificato: arch. Valerio Vincioni, dott. Edoardo Traversa, arch. Emanuele Fortunati, ing. Luca Tiozzo, Marcello Natalini, dott. Giacomo Tampelli

secondo classificato: ing. Daniele Mazza, Martina Anelli, ing. Massimo Di Marco, dott. Giuseppe Ciro De Gregorio, dott. Veronica Schiaroli

terzo classificato: arch. Marina Giuffrè, arch. conservatore Daniela Maisano, arch. Angela Cazzoli

Il progetto definitivo e il piano esecutivo del Museo verranno invece presentati nei prossimi mesi e prima dell'avvio dei lavori di costruzione vera e propria all'interno di nuovi locali ricavati all'interno del PalaDozza. Tra i giurati, provenienti da diversi Paesi europei, dagli Stati Uniti e dall'Italia, vi sono diverse personalità legate sia al mondo dello sport che dei musei sportivi, ma anche giornalisti e istituzioni del mondo della cultura.

Ecco l'elenco completo dei giurati:
- Roberto Grandi, Presidente di giuria in qualità di presidente dell'Istituzione Musei di Bologna
- Jordi Penas Babot, direttore del Museu Football Club Barcelona
- Neal Meyer, Basketball Operations Team Leader Nba Europe
- Carlos Lainez, direttore del Museo Federación Española de Baloncesto
- Stefano Tedeschi, presidente Federazione Italiana Pallacanestro Emilia-Romagna
- Maurizio Bezzecchi, responsabile comunicazione di Lega Basket
- Walter Fuochi, giornalista sportivo
- Gian Luca Farinelli, direttore di Fondazione Cineteca di Bologna

- Patrik Romano, direttore di Bologna Welcome

"Ringrazio tutti coloro che hanno partecipato al concorso di idee per realizzare il Museo del Basket al PalaDozza, hanno presentato tutti progetti molto interessanti. Le idee emerse dalle proposte dei vincitori dimostrano come il nostro Palazzo dello Sport sia il luogo più adatto a realizzare il Museo del Basket – sottolinea Matteo Lepore, assessore allo Sport del Comune di Bologna - come avevamo richiesto non ci saranno solo cimeli storici, la maggior parte delle esposizioni saranno tecnologiche. Il PalaDozza sarà vissuto tutto l'anno, oltre alle partite ci saranno eventi, incontri ed esperienze da vivere all'interno di queste mura storiche. Il museo nascerà grazie ai consigli di una giuria di esperti che ha lavorato in questi giorni, e che ringrazio per questo, professionisti del settore che hanno scelto i progetti sapendo cogliere a pieno lo spirito della trasformazione del nostro Madison". "Sarà il museo dei sogni che si realizzano, delle sconfitte che aiutano ad andare più in alto, dell'allenamento continuo senza il quale nessuna partita può essere giocata – sostiene Valerio Veronesi, presidente della Camera di Commercio di Bologna - Quella che stiamo costruendo è una grande opportunità per il Basket italiano e per Bologna e la qualità dei progetti presentati lo dimostra".

"Il concorso di idee per il futuro Museo del Basket si inserisce nel piano teso a valorizzare Bologna e la sua tradizione sportiva, sia come risorsa turistica che come asset per far crescere la città e proiettarla nel futuro, e che vede il PalaDozza da mesi protagonista di un progetto di riqualificazione e rinnovamento diffusi – afferma Celso De Scrilli, presidente di Bologna Welcome – siamo molto orgogliosi delle idee vincitrici, contribuiranno infatti alla base del progetto finale del nuovo museo che aggiungerà un tassello significativo all'offerta turistica della città". "Il Museo del Basket, che prenderà vita dalle idee vincitrici di questo concorso di idee - aggiunge Gianpiero Calzolari, presidente di BolognaFiere – sarà una nuova attrattiva per Bologna, per i suoi cittadini e per i turisti che, con sempre maggiore incidenza, visitano la città. Sarà un Museo che valorizzerà una grande passione dei bolognesi, il basket, che da sempre anima tifosi di tutte le età che potranno ripercorrere la storia di questo bellissimo sport nel nuovo Museo".

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...