TURCHIA | “Fare Cinema” a Ankara, Istanbul e Smirne per promuovere cultura e produzione cinematografica italiana di qualità

Stampa
images/stories/varie_2019/Turchia_FareCinema.jpg
turismo   italia   news   turismoitalianews   arte   ambasciata   cultura   2019   Istanbul   cinema   Ankara   rassegna   Izmir   Fare Cinema  

(TurismoItaliaNews) Arriva in Turchia “Fare Cinema”, l'iniziativa voluta dal Ministero degli Affari Esteri per la promozione della cultura e produzione cinematografica italiana di qualità. Sono tre le città coinvolte dalla rassegna dedicata quest'anno alle registe italiane ma con un omaggio a Vittorio De Sica. Ad Ankara l’Ambasciata d’Italia organizzerà una serie di incontri, in collaborazione con il XXII Festival Internazionale del Cinema di Donne “Flying Broom”. Ospite d’onore la regista italiana Michela Occhipinti che, per l’occasione, presenta il suo ultimo film “Il corpo della sposa (Flesh out)”. A seguire presso “Casa Italia” si proietta il documentario “Non è amore questo” (2017) di Teresa Sala e i cortometraggi “Tutti a casa” di Geraldine Ottier, “Non mi posso lamentare” di Elisa Billi e Cristiana Mecozzi, e “Apri le labbra” di Eleonora Ivone. La rassegna ad Ankara si chiuderà con il docu-film 'Normal' di Adele Tulli.

Ad Istanbul, la rassegna sarà ospitata presso il Teatro della Casa d’Italia, e l’Istituto Italiano di Cultura ha voluto rendere omaggio al padre del neorealismo Vittorio De Sica, a 45 anni dalla sua scomparsa, con una retrospettiva dei suoi titoli più importanti. L’ultimo appuntamento di Fare Cinema ad Istanbul sarà il 10 giugno, con la proiezione, in occasione dei 500 anni dalla scomparsa di Leonardo, di “Essere Leonardo Da Vinci, un’intervista impossibile” alla presenza del regista Massimiliano Finazzer Flory, interprete di Leonardo, che racconterà al pubblico come si è calato nei panni di questo multiforme talento del nostro rinascimento.

Ad Izmir, il 29 maggio, presso il Karaca Sineması, verrà proiettato, infine, il film “Accabadora” di Enrico Pau, ispirato alle figure archetipali femminili in società arcaiche e contadine.

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...