HONDURAS | La storia da un punto di vista insolito: la banconota da un Lempira è ritenuta una delle più belle del mondo

Stampa
images/stories/honduras/Honduras_Banconota_1_Lempira.jpg
turismo   italia   news   turismoitalianews   viaggi   collezionismo   2019   Centroamerica   Honduras   Lenca   indios   Lempira  

Oggi la fattura della banconota da un Lempira è considerata una delle più belle del mondo. A realizzarla è l'Honduras, il Paese del Centroamerica che ha ritenuto di dover salvaguardare storia e tradizione degli indios Lenca, nativi del Paese, anche attraverso monete e banconote. Anche nella parte centrale del continente americano non mancano certamente le curiosità e tantomeno le tradizioni...

 

(TurismoItaliaNews) All'inizio del XX secolo, in Honduras non c’era un conio ufficiale ma si pagava con differenti monete che provenivano dalle Americhe o dall’Europa. Negli anni Venti, per mettere fine a questa anomalia e al caos dei cambi e pagamenti, il Paese decise di creare la propria moneta. Ci volle un po’ di tempo ma alla fine, nel 1931 fu coniato il Lempira, la moneta ufficiale dell’Honduras; il nome è quello di un re indigeno della tribù Lenca che guidò la resistenza contro i conquistatori spagnoli nel XVI secolo. All’inizio l’effige su monete e banconote era quella di un indio americano, con il viso molto squadrato e con un copricapo di piume che ne ornava la testa.

Il sito Unesco di Copan, in Honduras

Ma questa immagine fu messa in discussione negli anni Settanta, in quanto i nativi non indossavano copricapi piumati, una esclusiva dei governanti o degli alti dignitari. Per questo motivo, la Banca Centrale dell’Honduras ritenne opportuno cambiare l’immagine su monete e banconote salvaguardando storia e tradizione degli indios Lenca, nativi del Paese. Oggi la fattura della banconota da un Lempira è considerata una delle più belle del mondo.

Per saperne di più

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...