RIMINI | A Ttg 2019 nuovi accordi Italia – Cina: si è parlato del futuro del mercato turistico outbound cinese

images/stories/varie_2019/Ttg2019_ConvegnoCina.jpg

“Il futuro del mercato turistico outbound cinese: il trend della personalizzazione come leva per il mercato europeo” è il convegno che si è svolto nella cornice del Ttg 2019 alla Fiera di Rimini organizzato da Ttg e Swtf, in collaborazione con Adr Aeroporti di Roma e Roma&Lazio Convention Bureau. L’evento si è svolto nel quadro dell’anno del turismo e cultura “Italia – Cina 2020” siglato dai due Paesi durante la visita del presidente Xi JinPing in Italia marzo scorso.

 

(TurismoItaliaNews) Al Ttg – aperto fino a venerdì 11 ottobre) sono presenti gli esperti più noti su scala mondiale anche relativamente allo sviluppo del turismo Italia - Cina e in programma si susseguono varie iniziative promosse da Ttg Travel Experience e Shanghai World Travel Fair (Swtf), tra le principali manifestazioni in Cina (prossima edizione dal 23 al 26 aprile 2020), co-organizzata da Europe Asia Global Link Exhibitions (Eagle) - joint venture creata da Italian Exhibition Group (Ieg) e Vnu Exhibitions Asia - e Shanghai International Convention & Exhibition Corp.

A Ttg 2019 nuovi accordi Italia – Cina: si è parlato del futuro del mercato turistico outbound cinese

E a conclusione lavori, la firma dell’accordo tra Eagle e Tuniu, che sancisce l’avvio della partnership per lo sviluppo del programma buyer cinesi nelle manifestazioni. Secondo l’accordo, inoltre, Tuniu si impegnerà ad organizzare in fiera a Shanghai, dove peraltro è tra i principali espositori, una serie di attività di business matching tra operatori del territorio cinese e l’offerta internazionale presente. Da più di 3 anni, Ieg è presente nel mercato cinese tramite Europe Asia Global Link Exhibitions (Eagle), con ha sede a Shanghai e che organizza fiere nel mercato cinese nei settori dove Ieg ha già una posizione leader in Italia e in Europa. Swtf accoglie ogni anno più di 750 espositori provenienti da 53 paesi e regioni nel mondo ed è visitata da circa 15.000 operatori professionali e un pubblico di circa 50.000 visitatori.

Nello stesso ambito, anche la firma dell’accordo tra Aeroporti di Roma e CTrip per ampliare la promozione e la conquista del mercato turistico cinese in Italia e migliorare l’offerta che il Leonardo da Vinci è in grado di proporre al turista cinese. “L’aeroporto di Fiumicino è leader in Europa per numero di destinazioni servite e di vettori operanti tra Roma e la Grande Cina, ben 7 con 12 destinazioni cinesi direttamente collegate – le parole di Fausto Palombelli, chief commercial officer di Adr - quest’anno, infatti, stiamo registrando un vero e proprio boom di passeggeri da e per la Greater Cina, tanto che nei recenti mesi estivi abbiamo avuto una crescita di passeggeri del 30% rispetto ai medesimi mesi dello scorso anno e contiamo di superare entro la fine del 2019 la soglia dei 900mila passeggeri”. La firma dell’accordo con Ctrip renderà ancora più stretto il legame tra la Cina e l’aeroporto di Fiumicino.

Accordo tra Aeroporti di Roma e CTrip per ampliare la promozione e la conquista del mercato turistico cinese in Italia

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...