I Portici di Bologna candidati a Patrimonio dell’Umanità Unesco: quello devozionale di San Luca è l’alfiere

images/stories/varie_2019/Bologna_CandidaturaPorticiUnesco01.jpg

I portici di Bologna in corsa per l’inserimento tra i Patrimoni dell’Umanità Unesco e sono sempre più numerose le iniziative per sostenere la candidatura. Nelle scorse settimane sono iniziati i lavori di ripristino strutturale e restauro del portico monumentale di San Luca che si concluderanno nel 2020. Per sostenere la candidatura lo sport bolognese scende in campo compatto: Bologna Fc 1909, Virtus Pallacanestro Bologna, Fortitudo Pallacanestro Bologna 103, Fortitudo Baseball, Rugby Bologna 1928 e Cusb (Centro Universitario Sportivo Bologna).

 

(TurismoItaliaNews) "Esistono patrimoni che esprimono valori universali - ha commentato l'assessore con delega al progetto Candidatura Unesco Portici, Valentina Orioli - e quindi devono essere protetti perché appartengono a tutta l'umanità, e i portici sono tra questi. Il portico di San Luca è simbolico per la candidatura Unesco ed è anche per questo che ce ne stiamo prendendo cura. Questa è la candidatura della città ma speriamo anche di tutto il Paese e noi tutti dobbiamo lavorare in questa direzione".

La t-shirt a sostegno della candidatura dei Portici di Bologna

I Portici di Bologna candidati a Patrimonio dell’Umanità Unesco: quello devozionale di San Luca è l’alfiere

Realizzato attraverso due finanziamenti - uno del ministero per i Beni e le attività culturali e per il turismo per 2 milioni di euro e per la restante parte dalla Regione Emilia-Romagna, per un importo complessivo superiore ai 4,3 milioni di euro - l’intervento è previsto su tutta l’estensione del portico, dall’arco del Meloncello fino alla Basilica di San Luca: 342 archi e circa 1,7 chilometri di lunghezza. Da una parte si interverrà con la riparazione dei danni da sisma e con la messa in opera di presidi strutturali ed antisismici, dall’altra con il restauro delle superfici del portico e altre operazioni per garantire la durabilità degli interventi. Il risultato è che si opererà su tutta l’estensione del portico di collina per riparare i danni presenti e migliorare la consistenza strutturale del portico e si procederà ad un restauro organico complessivo con attenzione alla durabilità degli interventi ed alla facilitazione delle operazioni di manutenzione ordinaria nel corso del tempo. Il progetto ha ottenuto tutte le autorizzazioni necessarie da parte di: Soprintendenza archeologica, belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Bologna e le province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara; Agenzia regionale per la ricostruzione sisma 2012; Servizio geologico, sismico e dei suoli Regione Emilia-Romagna.

Il Portico devozionale di San Luca è inserito nel percorso di candidatura dei portici di Bologna a Patrimonio dell’Umanità e il progetto di restauro è stato inserito nel Dossier di Candidatura, a dimostrazione di come la comunità cittadina si prenda costantemente cura dei portici. "È bello vedere come la ‘nazionale’ di Bologna si mette insieme - sottolinea l'assessore allo Sport e alla Promozione della città, Matteo Lepore - con tutte le squadre che promuoveranno la candidatura dei Portici. I simboli sono molto importanti, perché rappresentano l'identità delle città e la nostra è una città che raccoglie migliaia di appassionati attorno allo sport. Un altro grande simbolo di Bologna è il Portico di San Luca, che stiamo restaurando, che è anche un'infrastruttura sportiva usata da centinaia di cittadini".

La t-shirt a sostegno della candidatura dei Portici di Bologna

La t-shirt è bianca a girocollo in maglieria ed è caratterizzata da disegno grafico che rappresenta i portici di Bologna accompagnato dai sei loghi delle società sportive coinvolte in questa iniziativa. Sul petto a destra il logo Macron e a sinistra, lato cuore, lo stemma del Comune di Bologna. A disegnare e produrre le t-shirt a serie limitata è Macron, eccellenza italiana e del territorio e sponsor tecnico delle principali società sportive del panorama bolognese. Le squadre bolognesi, assieme a Macron e al Comune di Bologna, porteranno sui campi e nei palazzetti uno dei simboli della nostra città, che oltre ad avere un grande valore architettonico, ha un forte significato sociale e culturale, un luogo d’incontro e un bene comune da valorizzare e rendere patrimonio dell’umanità. Le t-shirt Macron è in vendita presso il Macron Store di Galleria Cavour a Bologna e sul sito macron.com.

 

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...