ARCHEOLOGIA | Riapre dopo 30 anni la Casa del Bicentenario a Ercolano: preziosa collaborazione tra pubblico e privato

images/stories/archeologia/Ercolano_CasaDelBicentenario01.jpg

Dopo più di 30 anni ha aperto al pubblico il “Cantiere open” della Casa del Bicentenario: per i visitatori diventa visibile la dimora con l’opportunità di entrare in alcuni ambienti di un gioiello di vita domestica antica, nonché laboratorio di conservazione per il futuro. Dopo il successo delle precedenti esperienze, diventa stabile il progetto di condivisione del dietro le quinte dei cantieri di conservazione messo in atto dal Parco Archeologico di Ercolano. Il progetto è condotto congiuntamente dal Parco Archeologico di Ercolano, il Parco Archeologico di Pompei, l’Herculaneum Conservation Project e il Getty Conservation Institute.

 

(TurismoItaliaNews) La riapertura della casa del Bicentenario si svolge in contemporanea con il lancio della fase finale di un altro strategico progetto realizzato congiuntamente da enti pubblici e privati. Questa volta non si tratta di un progetto di conservazione, né di studio archeologico, ma di un’iniziativa di largo respiro mirata all’integrazione tra parco e territorio circostante per creare un nuovo ecosistema culturale dove presente e passato convivono per contribuire all’identità di Ercolano e al miglioramento della qualità della vita. Entrando nella casa del Bicentenario e gettando lo sguardo verso ovest, si possono vedere i concreti risultati di questa iniziativa: il muro di confine che diventerà un belvedere sulla città antica, una grande area che diventerà un giardino, una piazza che riconnetterà il centro storico di Ercolano con il suo cuore antico, il foro, che si cela ancora sotto terra, proprio in corrispondenza di via Mare.

Riapre dopo 30 anni la Casa del Bicentenario a Ercolano: preziosa collaborazione tra pubblico e privato

“La preziosa collaborazione tra pubblico e privato che da un ventennio opera a Ercolano ha portato un altro frutto: la riapertura al pubblico della Casa del Bicentenario. Un risultato importante, che ha il merito di coniugare studio, restauro e fruizione di un monumento straordinario, caduto in stato di abbandono alla fine del XX secolo e ora nuovamente accessibile ai visitatori” ha commentato il ministro per i Beni e le attività culturali e per il Turismo, Dario Franceschini, intervenuto alla cerimonia per la riapertura - è un’altra prova della storia di un riscatto: un fatto importante e simbolico del percorso iniziato qualche anno fa, con meno riflettori di Pompei ma ugualmente significativo. Il Parco Archeologico di Ercolano è un luogo di grande attrattività, un luogo dove pubblico e privato stanno collaborando in armonia nel rispetto dell’attività scientifica, della tutela e della cura del patrimonio culturale. Questa collaborazione ha portato tante cose importanti e ne porterà tante altre nel futuro”, ha concluso il ministro.

La data della riapertura, 23 ottobre 2019, non è casuale: 300 anni fa vennero avviati gli scavi di Ercolano antica. La Casa del Bicentenario è affacciata sulla strada principale a pochi passi dal Foro e dal teatro. Lo scavo, avvenuto negli anni tra il 1937 e il 1939 sotto la guida di Amedeo Maiuri, mise in luce questa importante domus sviluppata su tre piani ed estesa per una superficie complessiva di circa 600 mq. La scoperta della casa, che deve il suo nome ai festeggiamenti collegati all’anniversario dell’avvio degli scavi della città antica di Herculaneum, finì per attirare l’attenzione del mondo intero. Dopo 2000 anni, un’abitazione di lusso, affacciata sul Decumano massimo e vicina alla principale piazza cittadina, apriva i suoi battenti, svelando la propria storia, ma anche il volto della città e dei suoi abitanti negli anni che precedettero l’eruzione grazie ad alcune straordinarie scoperte.

Riapre dopo 30 anni la Casa del Bicentenario a Ercolano: preziosa collaborazione tra pubblico e privato

La Casa, purtroppo chiusa al pubblico dal 1983 a causa di dissesti di ordine strutturale, riapre grazie all’importante tappa della programmazione congiunta tra Packard Humanities Institute, e il nuovo Parco Archeologico di Ercolano. Studi, ricerche e interventi di conservazione e manutenzione si sono susseguiti negli ultimi dieci anni all’interno di una strategia complessiva che ha l’obiettivo del restauro totale dell’intero edificio senza rinunziare alla fruizione, anzi, cogliendo l’opportunità per realizzare un laboratorio all’aperto in cui coinvolgere il pubblico.

La ormai consolidata collaborazione pubblico – privata con la Fondazione Packard ha creato un clima di positivo interesse che ha attratto anche altre prestigiose istituzioni internazionali quali il Getty Conservation Institute (Gci) che, proseguendo con entusiasmo una collaborazione avviata nel 2011, sta contribuendo a restituire al pubblico il tablino della casa in una fase di conservazione ancora più avanzata con un progetto pilota e specifici studi in questo ambiente tra i più interessanti della dimora. I lavori alla casa del Bicentenario sono ancora in corso: le prossime tappe riguarderanno in particolare la conservazione degli affreschi e dei manufatti in legno carbonizzato, e il ripristino degli accessi ai piani superiori, sempre in un’ottica multidisciplinare ed innovativa.

Riapre dopo 30 anni la Casa del Bicentenario a Ercolano: preziosa collaborazione tra pubblico e privato

La Casa del Bicentenario è una delle otto che hanno restituito tavolette di legno per la scrittura e, in misura molto ridotta, papiri che costituivano veri e propri archivi dei più importanti documenti con valore giuridico personali e delle attività, prevalentemente di tipo economico finanziario, svolte dai loro possessori. Questi preziosi reperti, insieme all’eccezionale biblioteca della Villa dei Papiri e ai graffiti incisi sulle pareti di case ed edifici pubblici, rendono Ercolano un esempio unico in tutto il mondo romano che aiuta a comprendere la forte presenza e la diversificazione della scrittura con un’alfabetizzazione molto diffusa e estesa a tutte le classi sociali.

 

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...