CULTURA | Nascono sette nuovi musei autonomi e altre Soprintendenze dedicate ad archeologia, belle arti e paesaggio

images/stories/calabria/Sibaritide_MuseoNazionaleArcheologico01.jpg

I nuovi musei autonomi sono stati scelti in base alla rilevanza dei luoghi e delle collezioni, alle potenzialità di sviluppo, alla distribuzione geografica, agli elementi storico artistici, alla sostenibilità economica, agli impatti sociali sulle comunità, mentre si confermano le Gallerie dell’Accademia di Firenze, il Parco Archeologico dell’Appia Antica e il Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia. E arrivano anche nuove Soprintendenze. I dettagli della nuova organizzazione del Mibact.

 

(TurismoItaliaNews) Il ministro per i Beni e per le attività culturali e per il turismo, Dario Franceschini, ha presentato il nuovo regolamento del ministero approvato dal Consiglio dei Ministri che istituisce la Direzione generale Turismo con il compito di curare i rapporti con le regioni, attuare il Piano strategico nazionale, concorrere alla promozione turistica e vigilare sull’Enit e sugli altri enti operanti nel settore. La nuova Direzione Generale, inoltre, integra le proprie competenze con quelle di tutela e di attività culturali. In tale ottica assume un ruolo strategico la figura dei Segretari regionali del ministero, ripristinati nella loro dimensione territoriale originaria riferita all’intera Regione che è l’interlocutore istituzionale del Ministero in questo settore. “Il settore del turismo torna nel proprio ambito naturale – ha dichiarato il ministro Franceschini - dal momento che sempre di più sarà necessario governare e indirizzare i grandi flussi turistici per decongestionare le città d’arte, rispondendo a un’esigenza di salvaguardia del patrimonio”.

Nascono così anche sette nuovi musei autonomi introdotti dalla riorganizzazione del Mibact: il museo del Vittoriano e Palazzo Venezia; la Pinacoteca Nazionale di Bologna; il Museo Nazionale d’Abbruzzo; il Museo Archeologico Nazionale di Cagliari; il Palazzo Reale di Napoli; il Museo Nazionale di Matera e il Parco Archeologico di Sibari. “L’autonomia funziona - ha spiegato il ministro Franceschini – e in questi anni ha portato sicuramente maggiori visitatori, ma è stata soprattutto un ottimo strumento per modernizzare i musei italiani e rafforzare la tutela e la produzione scientifica. I dati parlano chiaro: l’incrocio tra riforma e qualità dei direttori si è dimostrato un mix vincente per il sistema museale italiano”. Il nuovo regolamento del Mibact, inoltre, conferma l’autonomia per le Gallerie dell’Accademia di Firenze, il Parco Archeologico dell’Appia Antica e il Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia.

Tra le altre novità c'è l'istituzione di dieci nuove Soprintendenze archeologia, belle arti e paesaggio: Rieti e Viterbo e per l’Etruria meridionale; Cosenza; Pavia, Monza e Brianza; Imperia e Savona; Ascoli Piceno, Fermo e Macerata; L’Aquila e Teramo; la soprintendenza nazionale per il patrimonio subacqueo di Taranto, con competenza anche territoriale sulla città e la sua provincia. E poi le soprintendenze archivistiche e bibliografiche di Umbria, Basilicata e Campania. “È un atto che potenzia l’intera rete della tutela del patrimonio culturale sul territorio nazionale – ha detto Franceschini – in base al quale l’articolazione periferica del Mibact viene rafforzata riequilibrando il rapporto tra centro e periferia a favore della seconda e aumentando le strutture e i presidii territoriali in base a parametri demografici e a dati oggettivi in modo da garantire un servizio efficace ed efficiente”.

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...