ROMA | Galleria Borghese avvia raccolta fondi per acquistare il busto di Urbano VIII Barberini, capolavoro di Gian Lorenzo Bernini

Stampa
images/stories/varie_2020/GalleriaBorghese_Mecenate.jpg
turismo   italia   news   turismoitalianews   arte   roma   cultura   Mibact   acquisizione   Gian Lorenzo Bernini   beni culturali   scultura   2020   raccolta fondi   opera d'arte   Urbano VIII  

“Entra anche tu nella storia: sostieni l'acquisto di un capolavoro”: con questo slogan la Galleria Borghese ha avviato un'importante raccolta fondi finalizzata all'acquisto di un capolavoro di Gian Lorenzo Bernini, il Busto in bronzo di Urbano VIII Barberini, eseguito nel 1658 per il cardinale Antonio Barberini.

 

(TurismoItaliaNews) È un’occasione irripetibile per arricchire la collezione della Galleria Borghese, e tutto il patrimonio pubblico italiano, di un’opera di uno dei suoi artisti maggiormente identitari: Gian Lorenzo Bernini. Il busto, di qualità straordinaria, raffigura Urbano VIII, un personaggio strettamente connesso alle vicende della collezione di Scipione Borghese, della quale fu il teorico ispiratore. Così come fu l’ideatore e il commentatore dei temi rappresentati da Gian Lorenzo Bernini nelle monumentali sculture che l’artista realizzò giovanissimo per la Villa Borghese, dove ancora si trovano.

La Galleria Borghese avvia una raccolta di fondi per acquistare il busto di Urbano VIII Barberini, capolavoro di Gian Lorenzo Bernini

All'opera verrà riservato un posto di massimo rilievo all'interno della collezione e i donatori, qualora rilasceranno il loro assenso, saranno ufficialmente menzionati. Le donazioni contribuiranno all’acquisto di questa opera eseguita nel 1658 per il cardinale Antonio Barberini e attualmente di proprietà dei discendenti. Urbano VIII fu l’ideatore e il commentatore dei temi rappresentati da Gian Lorenzo Bernini nelle monumentali sculture che l’artista realizzò giovanissimo per la Villa Borghese, dove ancora si trovano.

L’opera è dunque legata strettamente al luogo che attende di ospitarla. Oltre che per il suo intrinseco valore storico artistico, l’acquisizione del busto di Urbano VIII costituirebbe quindi una eccezionale circostanza, sia per l’importanza dell’artista che ne è l’autore, sia per il personaggio che vi è rappresentato e colmerebbe la lacuna, per la Galleria Borghese, di non possedere un ritratto del Barberini assieme a quelli degli altri illustri protagonisti della corte borghesiana. Il busto in bronzo di Urbano VIII è un’opera centrale nella produzione di Bernini e in particolare nell’ambito della sua ritrattistica del pontefice. L’opera è documentata e corredata da un’ampia bibliografia. Il ritratto, postumo, fu portato a termine due anni dopo; rimase sempre presso la famiglia, fino a giungere all’attuale proprietà per via ereditaria. Di qualità straordinaria, raffigura Urbano VIII con mozzetta e camauro, e presenta un’ape araldica al centro della base: caratterizzata dalla sottigliezza descrittiva di alcuni dettagli, l’opera mantiene altresì intatta, nella resa in bronzo, il potere espressivo del modello in terracotta.

Per saperne di più
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
artbonus.gov.it/1416-galleria-borghese

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...