CORONAVIRUS | Governo: le prime disposizioni per il comparto del turismo, rimborso del viaggio o pacchetto turistico con voucher

images/stories/roma/PalazzoChigi1.jpg

Arrivano le prime disposizioni per il comparto del turismo alla luce della drammatica emergenza legata alla diffusione del Coronavirus: il Consiglio dei Ministri ha varato il decreto legge per alleviare le specifiche conseguenze della crisi, sia dal lato delle imprese, che sono state sollevate dall’onere di versare imposte, contributi previdenziali, premi assicurativi ed eventualmente stipendi (tramite alla cassa integrazione, anche in deroga), sia dal lato delle famiglie, con la sospensione di tasse e assicurazioni, ma anche di mutui e bollette.

 

(TurismoItaliaNews) L’azione dell’esecutivo non si ferma a questi primi provvedimenti: sono allo studio ulteriori interventi per incrementare la portata delle misure a sostegno del mondo del lavoro e di quello delle imprese, con un ulteriore allargamento degli ammortizzatori sociali e forme selettive di sostegno all’economia. Vediamo dunque cosa è previsto ad oggi per il turismo.

Coronavirus, dal Governo le prime disposizioni per il comparto del turismo, rimborso del viaggio o pacchetto turistico con voucher

Il decreto legge introduce misure di sostegno per gli operatori del settore turistico-alberghiero e di ristoro per le spese di viaggio già sostenute nell’impossibilità però di prendere parte al viaggio stesso. Nel dettaglio, per gli esercenti attività turistico-alberghiera, le agenzie di viaggio e i tour operator che operano sul territorio nazionale, viene sospeso fino al 30 aprile 2020 il versamento delle ritenute alla fonte operate per i dipendenti, così come dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi per l’assicurazione obbligatoria. I versamenti sospesi vengono effettuati in un’unica soluzione entro il 31 maggio successivo senza applicazione di sanzioni o interessi. Questi provvedimenti hanno validità su tutto il territorio nazionale.

Viene inoltre previsto che il rimborso del viaggio o del pacchetto turistico (ovvero l’emissione di un voucher di pari importo) sia a carico dell’emittente del biglietto o dell’organizzatore del viaggio. Le scuole potranno ottenere il rimborso integrale delle somme già versate per le gite di istruzione, se sospese tra il 23 febbraio e il 15 marzo, e quindi rimborsare le famiglie senza oneri a carico dei loro bilanci. Il provvedimento riguarda i soggetti impossibilitati a completare il viaggio, secondo le modalità previste nel decreto.

Coronavirus, dal Governo le prime disposizioni per il comparto del turismo, rimborso del viaggio o pacchetto turistico con voucher

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...