VALLE D’AOSTA | “L’adieu des glaciers. Il Monte Rosa: ricerca fotografica e scientifica”: mostra al Forte di Bard

http://www.turismoitalianews.it/images/stories/valle_daosta/ForteDiBard2.jpg

Un affascinante viaggio alla scoperta dei ghiacciai di alcune delle cime più note delle Alpi e dei cambiamenti in atto sotto il profilo climatico. Ma non solo. Dal primo agosto al 6 gennaio 2021 al Forte di Bard, in Valle d’Aosta, c’è la mostra “Il Monte Rosa: ricerca fotografica e scientifica”, prima tappa del progetto quadriennale “L'Adieu des glaciers”. Oltre alle mostre il Forte ha in programma per l'estate 2020 un calendario di appuntamenti di carattere culturale e musicale che prenderanno il via giovedì 6 agosto, alle 20.30, con il filosofo e teologo Vito Mancuso.

 

(TurismoItaliaNews) Gli aspetti fotografici della mostra, allestita nelle Cannoniere della fortezza, sono curati da Enrico Peyrot, fotografo e ricercatore storico-fotografico, mentre gli aspetti scientifici da Michele Freppaz, professore del Dipartimento di Scienze Agrarie, Forestali e Alimentari dell’Università di Torino. L’identità glaciale del Monte Rosa viene presentata attraverso un corpus di cento fotografie inedite che raffigurano ambienti naturali e antropizzati, contesti e sodalizi storico-culturali, imprese scientifiche. Il progetto si avvale di opere di autorevoli autori e selezionate fotografie realizzate nel corso degli ultimi 150 anni e offre l’opportunità di apprezzare la qualità materico-fotografica delle stampe sia storiche che contemporanee, frutto di specifiche procedure, strumentazioni e materiali messi in opera nelle alte valli che nascono dal Monte Rosa.

“L’adieu des glaciers. Il Monte Rosa: ricerca fotografica e scientifica”: mostra al Forte di Bard, in Valle d'Aosta

“L’adieu des glaciers. Il Monte Rosa: ricerca fotografica e scientifica”: mostra al Forte di Bard, in Valle d'Aosta

L’apporto dei contenuti scientifici è stato condotto in collaborazione con il Comitato Glaciologico Italiano, la Cabina di Regia dei Ghiacciai Valdostani, la Fondazione Montagna Sicura, l’Arpa Valle d’Aosta, l’Archivio Scientifico e Tecnologico Università Torino (Astut), il Dipartimento di Scienze agrarie, forestali e alimentari (Disafa) dell’Università di Torino, il Centro Interdipartimentale sui rischi naturali in ambiente montano e collinare, il Dipartimento di Neuroscienze dell’Università di Torino e con il professor Marco Giardino, segretario generale del Comitato Glaciologico Italiano e il professor Piergiorgio Montarolo, direttore dell’Istituto Scientifico Angelo Mosso. Si ringrazia per la collaborazione anche il Centro Addestramento Alpino.

La nuova offerta espositiva del centro museale prevede anche fino al 10 gennaio 2021 un secondo percorso di visita intitolato La montagna titanica di Renato Chabod. Curato dall'Associazione Forte di Bard e dalla storica dell'arte Sandra Barberi, presenterà una sessantina di opere pittoriche di Chabod, uomo politico, intellettuale e grande alpinista valdostano. Al Forte di Bard si possono anche visitare le mostre PhotoAnsa 2019 (fino al 4 ottobre 2020) con le immagini più significative dei grandi fatti di attualità in Italia e nel mondo, realizzate dai fotografi dell'Agenzia Ansa e Wildlife Photographer of The Year (fino al 13 settembre) con gli scatti selezionati dal premio internazionale di fotografia naturalistica.

“L’adieu des glaciers. Il Monte Rosa: ricerca fotografica e scientifica”: mostra al Forte di Bard, in Valle d'Aosta

“L’adieu des glaciers. Il Monte Rosa: ricerca fotografica e scientifica”: mostra al Forte di Bard, in Valle d'Aosta

Per saperne di più

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...