SICILIA | Barocco & Neobarocco: a Ragusa la prima edizione del Design Festival sul Barocco, progetto e cultura d'impresa

images/stories/varie_2021/Ragusa_BaroccoNeobaroccoDesignFestival_PalazzoCosentini.jpg

 

Dal 24 al 26 settembre 2021 Ragusa ospita “Barocco e Neobarocco”, edizione zero di un “design festival” che ha l’obiettivo di far dialogare cultura del progetto e cultura d'impresa, nel contesto delle scenografie barocche della città fulcro della rinascita settecentesca del Val di Noto.

 

(TurismoItaliaNews) Il festival offre l’occasione di un confronto sulle espressioni del design “neobarocco”, inteso come interpretazione contemporanea di quell’estetica barocca che ha segnato felicemente la storia del territorio ibleo e che è ancora una costante formale comune ad alcune tendenze culturali del nostro tempo. Saperi e imprenditorialità del territorio sono coinvolti in una dialettica creativa, insieme a designer, artisti e fashion stylist, con la partecipazione attiva di protagonisti del mondo del progetto e con il contributo di aziende affermate a livello internazionale. Oltre ad un programma di incontri e approfondimenti specialistici per addetti ai lavori, il festival mette in scena installazioni artistiche site-specific ed espone gli esiti del lavoro di ricerca di Accademie e Università, dispiegandosi in location diverse e prestigiose, in un percorso di attraversamento meraviglioso e sorprendente degli spazi della città di Ragusa.

Barocco & Neobarocco: a Ragusa la prima edizione del design Festival sul Barocco, progetto e cultura d'impresa

Barocco & Neobarocco: a Ragusa la prima edizione del design Festival sul Barocco, progetto e cultura d'impresa

Uno dei principali siti artistici che ospiteranno le installazioni sarà Palazzo Cosentini, tipico esempio di barocco siciliano del ‘700 e tra gli edifici barocchi più antichi della città di Ragusa. Edificato per iniziativa del Barone Raffaele Cosentini, l’edificio si trova alla confluenza di due importanti vie di comunicazione della città antica e mostra eleganti balconi sorretti da ornatissimi mensoloni su cui appaiono personaggi, animali, figure fantastiche, mostruose, maschere di esseri burloni e ghignanti. In contrasto con le figure femminili leggiadre a busto scoperto, forse per alleggerire la bruttezza delle caricature umane. Qui saranno esposte le creazioni dei designer, tra cui figurano Roberto Semprini, Elena Salmistraro e Stella Orlandino. Roberto Semprini, ideatore e direttore artistico del Festival, proporrà la nuova collezione di carte da parati artistiche Neo-Baroque disegnata per Zambaiti Parati, azienda della bergamasca fondata negli anni ‘70 specializzata nella creazione e customizzazione di carte da parati. Una realtà tutta italiana, che si fonda sulla continua ricerca tecnologica e la capacità di creare innovazione, raccontando la tradizione italiana ai mercati internazionali.

Il design festival ha il patrocinio degli Enti territoriali e di istituzioni autorevoli (Adi, Accademia di Brera, Accademia di Carrara, Università di Napoli Luigi Vanvitelli, Iulm, Ordine degli Architetti), nonché il sostegno di realtà imprenditoriali diffuse in tutto il territorio nazionale. Le conferenze e le visite alle mostre rilasciano crediti formativi professionali ad architetti e a designer iscritti ai rispettivi Albi; le visite alle installazioni sono gratuite e rimangono aperte al pubblico per un mese.

Barocco & Neobarocco: a Ragusa la prima edizione del design Festival sul Barocco, progetto e cultura d'impresa

Nella suggestiva location del Palazzo della Cancelleria, sito Unesco di Ragusa, saranno invece esposte le lampade a sospensione Moon di Davide Groppi, nate dall’idea di portare la luna in casa. Questo storico palazzo, conosciuto pure come Palazzo Nicastro, è situato nella parte più antica ed è un magnifico esempio di barocco di fattura raffinata.Edificato come palazzo residenziale, venne acquistato dal Comune, nella seconda metà del XIX secolo, e divenne sede della Cancelleria comunale e da essa ha preso il nome. Il prospetto principale si affaccia su una piazzetta in cui confluiscono due diramazioni della lunga scalinata, che anticamente era l'unica via di comunicazione tra il quartiere inferiore e quello superiore della città di Ragusa.

Qui sarà inserita la nota “Giraffe in love”, nata dalla collaborazione tra il designer/artista Marcantonio e l’Azienda milanese Qeeboo, nella versione di lampada da terra. Una giraffa alta 4 metri, realizzata in fibra divetro, dall’aria trasognata che sostiene un lampadario classico in stile Maria Teresa (resistente all'acqua) con fari a led e rappresenta l’ironia e la leggerezza, in perfetto stile Qeeboo. In questo splendido esempio di architettura baracco troverà la sua naturale postazione espositiva Tatlin, il divano da centro stanza ispirato alla torre di Tatlin, disegnato da Roberto Semprini per Edra. Un totem moderno perfetto anche per spazi pubblici. Consente nuove modalità di seduta offrendo posto a più persone. Una vera opera d’architettura e icona dell’azienda.

 

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...