FERROVIE | Fino alla ripresa completa Sncf Voyageurs garantirà il collegamento tra Italia e Francia dopo la frana

images/stories/francia_Parigi/Parigi_StazioneStLazare_01.jpg

 

Confermata la prosecuzione del collegamento tra Milano, Torino e Parigi con il servizio sostitutivo in bus avviato dal 10 gennaio 2024. Il tempo di percorrenza si riduce di un'ora grazie alla tratta in bus tra Modane e Saint Jean de Maurienne per il periodo dal 6 luglio al 25 agosto, che consente di superare il segmento ferroviario chiuso a causa della frana dell'agosto 2023.

 

(TurismoItaliaNews) Sncf Voyageurs, leader europeo del trasporto ferroviario su alta velocità, continuerà a consentire ai passeggeri di viaggiare da Milano, Torino verso Parigi con l'Alta Velocità. Il ripristino parziale del collegamento tra l'Italia e la Francia è reso possibile grazie alla creazione da parte di Sncf Voyageurs di un servizio sostitutivo Tgv Inoui / bus / Tgv Inoui. Per il periodo estivo, dal 6 luglio al 25 agosto, il collegamento in bus verrà effettuato tra Modane e Saint-Jean de Maurienne e non da Oulx, permettendo così ai viaggiatori di ridurre i tempi di percorrenza del tragitto di un'ora. Questo cambiamento è reso possibile grazie all'utilizzo del tunnel Moncenisio, che è invece chiuso per lavori in altri periodi di circolazione. Il trasbordo da Oulx verrà ripristinato dopo l'estate.

Fino alla ripresa completa Sncf Voyageurs garantirà il collegamento tra Italia e Francia dopo la frana

Fino alla ripresa completa Sncf Voyageurs garantirà il collegamento tra Italia e Francia dopo la frana

"Ci siamo impegnati a garantire il collegamento tra Italia e Francia e continuiamo a farlo con convinzione, sperando che i nostri clienti possano a breve riprendere l'esperienza del nostro servizio completo - ha spiegato Jean-François Ancora, amministratore delegato di Sncf Voyages Italia - ciò dimostra l'impegno costante del Gruppo Sncf per offrire un servizio soddisfacente da un punto di vista di sicurezza, di efficienza, e di comfort. Siamo consapevoli del fatto che questo servizio è fondamentale non solo per i viaggiatori, ma anche per le economie locali, poiché favorisce il turismo, facilita gli scambi culturali e commerciali tra l'Italia e la Francia".

Dal 10 gennaio, quasi un quarto dei clienti abituali dell'offerta Tgv Inoui Italia-Francia ha continuato a viaggiare con l'offerta sostitutiva, contando oltre 280 circolazioni da gennaio 2024 per un tasso di occupazione dell'80% sui treni messi a disposizione. Fino al ripristino della tratta danneggiata dalla frana, i viaggiatori hanno una soluzione alternativa per viaggiare tra l'Italia e la Francia, usufruendo di un viaggio di andata e ritorno al giorno. L'offerta comprenderà nuovamente tre andate-ritorno quotidiane tra l'Italia e la Francia, a partire dalla riapertura della linea, prevista entro la fine dell'anno. Viaggiare con Tgv Inoui consente di avere un'alternativa efficace al trasporto aereo, in linea con l'esigenza crescente dei clienti italiani e francesi di ridurre l'impatto ambientale dei loro viaggi.

 

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...