UMBRIA | La Giostra della Quintana di Foligno ritrova il Gareggiare dei Convivi in attesa del corteo storico e della Rivincita

images/stories/quintanafoligno/GareggiareConvivi01.jpg

In attesa del corteo storico e della Rivincita, rispettivamente in calendario per sabato 16 e domenica 17 settembre, a Foligno la Giostra della Quintana ritrova il Gareggiare dei Convivi con un format rinnovato: la valorizzazione dei prodotti tipici dell'Umbria (e delle zone terremotate). E intanto la città è già in pieno clima barocco.

 

(TurismoItaliaNews) Questo progetto del Gareggiare dei Convivi 2017 è stato fortemente per la valorizzazione dei prodotti tipici del territorio. Un’iniziativa peraltro che esprime concretamente la solidarietà nei confronti delle popolazioni colpite e delle tante aziende fiaccate dagli eventi sismici. Per l’occasione saranno a Foligno grandi ospiti come Bruno Gambacorta e Toni Capuozzo.

“La Quintana è una manifestazione affidabile – sottolinea il presidente dell'Ente Giostra della Quintana, Domenico Metelli – che ha dimostrato di avere la carte in regola per essere un veicolo straordinario di promozione dell’Umbria. Saranno cinque serate indimenticabili di grande gastronomia e di meravigliosi spettacoli grazie al grande impegno e alla straordinaria professionalità dei Rioni”. Spazio dunque ai prodotti tipici della Valle Umbra, della Valnerina con prosciutto, zafferano e tartufo, dei Monti Sibillini, i vini di Montefalco, di Spoleto, dei Colli Amerini e l’olio extravergine della fascia olivata Assisi - Spoleto. I rioni della Quintana di Foligno, due per ogni sera, lavorando insieme daranno vita a spettacoli straordinari.

Il suggestivo Auditorium di Santa Caterina èil teatro di 5 memorabili banchetti. Si parte con la coppia La Mora - Ammanniti mentre mercoledì 6 settembre sarà la volta di Cassero e Pugilli. Poi, il 10 settembre di scena Contrastanga e Spada, l’11 settembre Badia e Giotti e, infine, il 12 settembre si chiude con Croce Bianca e Morlupo. La giuria di gara è qualificatissima con Alex Revelli Sorini, docente universitario, giornalista, autore di saggi storici sull'alimentazione, Emore Paoli, storico e professore dell’Università degli Studi di Tor Vergata di Roma e Marco Servili, maestro coppiere e direttore dei corsi dell’Association de la Sommellerie Internationale.

“E’ un progetto molto importante quello proposto dal Gal Valle Umbra e dalla Quintana perché rafforza il legame con il territorio promuovendo cultura, bellezze architettoniche e la straordinaria qualità dei prodotti – ha sottolineato l'assessore regionale all’Agricoltura, Fernanda Cecchini - è la caratteristica dell’Umbria quella di abbinare la qualità del paesaggio con quella dei suoi straordinari prodotti. Questa iniziativa è davvero unica perché fa dialogare tra loro manifestazioni storiche, cultura e dimensione sociale di un importante territorio”.

Ecco il menù proposto dai rioni La Mora e Ammanniti: Primo servito di cucina: Filetto di trota bardato con alloro, prosciutto e rete di maiale su crema di lenticchie e sfogliatina della sua pelle. Secondo servito di cucina: Brodo di pecora dei Sibillini, con stracciata di uovo, polpettine di ricotta e carne di pecora. Terzo servito di cucina: Trionfo di faraona coscio e sovraccoscio con i suoi fegatini, grasso di prosciutto e fichi secchi all’ippocrasso, coratella ed isolata d’ali, galantina di petto tartufata e giardiniera all’ippocrasso. Primo servito di credenza: Crema di ricotta e zafferano con fichi e sfogliatine di farro.

Nella seconda serata i rioni Cassero e Pugilli hanno presentato questo menù. Primo servito di credenza: Lingua di vitello con pepe, tartuffole, zafferano, agresto condito e regalata di insalata cotta. Meloni e fichi brugiotti con neve sotto, canella et anisi, capi di latte regalati di fiori, biancomangiare regalato di zuchero et mustaccioli. Primo servito di cucina: Pasticciotti sfogliati di vitella, bocconi d’animelle, fettoline de prosciutto, pignoli et altri ingredienti fatto in forma di airone nella palude dorata di Colfiorito fatta di minestra di cipolle con brodo di carne. Secondo servito di cucina: Starnotti arrosto serviti con fette di pane dorato sotto e salsa reale sopra, cervelli con pepe e canella et regalato tutto di una confettata di visciole con zuchero. Secondo servito di credenza: Torta di mele regalata di fiori, persiche nel vino in tazzette, ricotte grasse regalate di cotognata.

La terza serata ha avuto come protagonisti i rioni Contrastanga e Spada. Ecco il loro menù. Primo servito di credenza: Trote cotte in vino alla milanese servite fredde con fiori sopra. Primo servito di cucina: Minestra d’agli con offelle. Secondo servito di cucina: Per far pasticcio di presciutti, salsa verde, tartufoli stufati con olio e pepe e sugo di melangole e butirro di amandole. Terzo servito di cucina: Ripieni calzoncini dolci al profumo di arancia. Durante il banchetto, il benvenuto del Presidente dell’Ente Domenico Metelli che ha ricordato il significato ed il valore di questa edizione voluta dal Gal Valle Umbra ed il saluto del sindaco di Sant’Anatolia di Narco, Tullio Fibraroli.

Questo il menù presentato dai rioni Badia e Giotti nella quarta serata. Primo servito di credenza: Pasticcio di volatile, tartufola e funghi con erbe fresche e frutti de lo bosco. Primo servito di cucina: Polenta di roveja in forma, fonduta di cacio e passata di lenticchie. Secondo servito di cucina: Trota in carpione, gamberi di fiume e prugnoli. Secondo servito di credenza: Mele acconce in sfoglie speziate.

Con uno spettacolo imponente realizzato dai rioni Croce Bianca e Morlupo si è chiuso il Gareggiare dei Convivi 2017. Ecco il menù del banchetto. Primo servito di credenza: Cestini intrecciati di frolla con verdura e frutta fresca candita, giuncatina, primo sale, fichi, arancia condita a spicchi con buccia ma spirale, corallina, salsiccia di fegato, lonza, fiadoncelli con miele, capi di latte in tazza con zucchero e cannella, cubo di pan di spagna inzuppato nella malvasia. Primo servito di cucina: Tortelli di faraona e salsiccia in brodo grasso in ciotola di frolla invetriata di zucchero, fette di prosciutto fritte in padella in aceto rosato, pane fritto nel burro con zucchero e cannella e salsa di mela. Secondo servito di cucina: Pasticcio di cinghiale in cornucopia, fatto con uova, formaggio, frutta secca, midollo, tartufo, spezie salsa nera sopra salvaticina, salsa di prosciutto, sapire di persichi e menta, braciole di cinghiale marinate in aceto e erbe, cotto in gratella, salsa di capperi, limone e zucchero. Secondo servito di credenza: Crescionda a base di brodo di pollo, biancomangiare, latte portoghese, rocciata e cioccolata in tazza.

L'esito. Il rione Cassero e il rione Pugilli hanno vinto l’edizione 2017 del Gareggiare dei Convivi. Il verdetto è arrivato dopo l’apertura delle buste e, soprattutto, alla fine di una competizione gastronomica quanto mai equilibrata. Le cinque coppie dei Rioni in gara hanno stupito il pubblico con i loro colpi di teatro e con una proposta gastronomica di alto livello apprezzatissima dalla giuria composta da Emore Paoli, Alex Revelli Sorini e Marco Servili.

Per saperne di più

Foligno, en el corazón de Umbría y de Italia, la Ciudad de la Justa de la Quintana

Foligno, la ville de la Quintana, est réputée par tradition le centre du monde

Foligno, in the heart of Umbria and Italy, the town of “the Quintana”

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...