Tuscia Flower, a causa del Coronavirus il Parco di Viterbo con 300.000 tulipani non potrà aprire, compromesso lavoro di mesi

images/stories/varie_2020/TusciaFlower01.jpg

In questi giorni avrebbe dovuto aprire a Viterbo il primo parco con 300.000 tulipani olandesi di oltre 70 varietà e tanti altri fiori, mai realizzato nella Provincia laziale. Il Covid-19 ha fermato anche questa splendida iniziativa floreale, in cui natura, colori e serenità avrebbero dovuto essere il filo conduttore. Il virus ha compromesso il lavoro di mesi di una coppia di giovani, autori del progetto Tuscia Flower. Ecco il loro racconto.

 

(TurismoItaliaNews) “Siamo una coppia di giovani che, partendo da una piccola azienda agricola bio, hanno deciso, coraggiosamente, di condividere il proprio amore per la natura e per il territorio in cui vivono fondando il progetto Tuscia Flower, organizzatore di eventi con fiori da tutto il mondo. In questi giorni avremmo dovuto inaugurare a Viterbo il primo parco con 300.000 tulipani olandesi di oltre 70 varietà e tanti altri fiori, mai realizzato nella Provincia. Da molti mesi stavamo lavorando costantemente con grandi sforzi, fisici ed economici, per la realizzazione di questo meraviglioso giardino: 25.000 mq di stupende scenografie floreali ed infinite distese di tulipani variopinti dove ogni visitatore, compreso nel biglietto d’ingresso, avrebbe potuto raccogliere due tulipani a testa, creando un bouquet personalizzato da portare a casa.

Tuscia Flower, a causa del Coronavirus il Parco di Viterbo con 300.000 tulipani non potrà aprire

Tuscia Flower, a causa del Coronavirus il Parco di Viterbo con 300.000 tulipani non potrà aprire

 

Purtroppo a causa dell’emergenza Coronavirus non è stato possibile aprire il parco e, così come tante altre aziende del nostro Paese, anche noi siamo stati duramente colpiti dalla terribile situazione che stiamo vivendo. In modo totalmente inaspettato si sono infranti tutti i sogni ed i sacrifici compiuti per inaugurare la prima edizione della Festa dei Tulipani. Fin dal primo momento il nostro principale obiettivo è stato quello di arricchire la Tuscia con un evento nuovo e spettacolare che, ne siamo certi, avrebbe riscosso un enorme successo ed attirato moltissimi visitatori provenienti da ogni zona d’Italia. Quando abbiamo iniziato a pubblicizzare la manifestazione le nostre pagine social sono state subito invase da like, messaggi e condivisioni di persone entusiaste ed ansiose di venirci a visitare. Già da tempo, inoltre, stavamo ricevendo numerose prenotazioni da parte scuole e gruppi turistici per i quali avevamo predisposto pacchetti speciali comprensivi di visite guidate, laboratori e tanto altro.

Oggi ci piange il cuore per ogni fiore, ogni colore, ogni profumo... per tutta la bellezza che ci circonda e che non possiamo più far ammirare al pubblico. In attesa che la situazione ritorni alla normalità, ci teniamo a ringraziare i nostri tantissimi fans che ci sostengono ogni giorno con centinaia di messaggi che ci infondono forza e solidarietà. Siamo convinti che solo restando uniti possiamo superare questo momento buio e tornare a gioire delle meraviglie che la vita e la natura ci regalano”.

Il sito di Tuscia Flower

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...