In spiaggia con le regole: per ogni ombrellone uno spazio di almeno 10 mq, racchettoni e nuoto sì, beach-volley no

images/stories/mare/Mare04.jpg

Con il nuovo decreto del Presidente del Consiglio dei ministri emanato il 17 maggio 2020 (in attuazione a quanto prevede il decreto-legge n.19 del marzo scorso) arrivano anche una serie puntuale di regole comportamentali: da come dovremo stare in spiaggia quest’estate a come si viaggia. Tutte le regole nel dettaglio, anche per chi si sposta in Italia.

 

(TurismoItaliaNews) Le attività degli stabilimenti balneari sono esercitate a condizione che le Regioni e le Province autonome abbiano preventivamente accertato la compatibilità dello svolgimento delle attività stesse con l'andamento della situazione epidemiologica nei propri territori e che individuino i protocolli o le linee guida idonei a prevenire o ridurre il rischio di contagio nel settore di riferimento o in settori analoghi. Linee guida che sono adottati dalle Regioni o dalla Conferenza delle regioni e delle Province autonome nel rispetto di quanto stabilito dal Dpcm. Per tali attività e nelle spiagge di libero accesso deve essere in ogni caso assicurato il mantenimento del distanziamento sociale, garantendo comunque la distanza interpersonale di sicurezza di un metro, secondo le prescrizioni adottate dalle regioni, idonee a prevenire o ridurre il rischio di contagio, tenuto conto delle caratteristiche dei luoghi, delle infrastrutture e della mobilità.

Allestimenti come questo in spiaggia non saranno possibili

La prima indicazione tecnica in tema di mare e laghi è proprio quella del distanziamento tra gli ombrelloni: uno specifico allegato al Dpcm emanato per regolare la Fase 2 dispone che occorre “assicurare un distanziamento tra gli ombrelloni (o altri sistemi di ombreggio) in modo da garantire una superficie di almeno 10 mq per ogni ombrellone, indipendentemente dalla modalità di allestimento della spiaggia (per file orizzontali o a rombo). Tra le attrezzature di spiaggia (lettini, sedie a sdraio), quando non posizionate nel posto ombrellone, deve essere garantita una distanza di almeno 1,5 metri".

"La postazione dedicata alla cassa può essere dotata di barriere fisiche (ad esempio schermi); in alternativa il personale deve indossare la mascherina e avere a disposizione gel igienizzante per le mani – si dispone ancora - in ogni caso, favorire modalità di pagamento elettroniche, eventualmente in fase di prenotazione. Riorganizzare gli spazi, per garantire l'accesso allo stabilimento in modo ordinato, al fine di evitare assembramenti di persone e di assicurare il mantenimento di almeno 1 metro di separazione tra gli utenti, ad eccezione delle persone che in base alle disposizioni vigenti non siano soggette al distanziamento interpersonale; detto ultimo aspetto afferisce alla responsabilità individuale. Se possibile organizzare percorsi separati per l'entrata e per l'uscita”.

In spiaggia con le regole: per ogni ombrellone uno spazio di almeno 10 mq, racchettoni e nuoto sì, beach-volley no

Tra le ulteriori indicazioni, anche "regolare e frequente pulizia e disinfezione delle aree comuni, spogliatoi, cabine, docce, servizi igienici…, comunque assicurata dopo la chiusura dell'impianto. Le attrezzature come ad es. lettini, sedie a sdraio, ombrelloni... vanno disinfettati ad ogni cambio di persona o nucleo familiare. In ogni caso la sanificazione deve essere garantita ad ogni fine giornata". È da vietare la pratica di attività ludico-sportive di gruppo che possono dar luogo ad assembramenti. Gli sport individuali che si svolgono abitualmente in spiaggia (ad esempio racchettoni) o in acqua (ad esempio nuoto, surf, windsurf, kitesurf) possono essere regolarmente praticati, nel rispetto delle misure di distanziamento interpersonale. Diversamente, per gli sport di squadra (ad esempio beach-volley, beach- soccer) sarà necessario rispettare le disposizioni delle istituzioni competenti".

Per quanto riguarda i gestori delle strutture dovranno "predisporre una adeguata informazione sulle misure di prevenzione, comprensibile anche per i clienti di altra nazionalità. Si promuove, a tal proposito, l'accompagnamento all'ombrellone da parte di personale dello stabilimento adeguatamente preparato (steward di spiaggia) che illustri ai clienti le misure di prevenzione da rispettare. È necessario rendere disponibili prodotti igienizzanti per i clienti e per il personale in più punti dell'impianto. Privilegiare l'accesso agli stabilimenti tramite prenotazione e mantenere l'elenco delle presenze per un periodo di 14 gg. Potrà essere rilevata la temperatura corporea, impedendo l'accesso in caso di temperatura maggiore di 37,5 °C.".

In spiaggia con le regole: per ogni ombrellone uno spazio di almeno 10 mq, racchettoni e nuoto sì, beach-volley no

Per chi viaggia in Italia
E' autorizzato il transito, con mezzo privato, nel territorio italiano anche per raggiungere un altro Stato (Unione Europea o extra Ue), fermo restando l'obbligo di comunicare immediatamente il proprio ingresso in Italia al Dipartimento di prevenzione dell'azienda sanitaria competente in base al luogo di ingresso nel territorio nazionale e, in caso di insorgenza di sintomi Covid-19, di segnalare tale situazione con tempestività all’autorità sanitaria per il tramite dei numeri telefonici appositamente dedicati. Il periodo massimo di permanenza nel territorio italiano è di 24 ore, prorogabile per specifiche e comprovate esigenze di ulteriori 12 ore. In caso di superamento del periodo di permanenza previsto dal presente comma, si applicano gli obblighi di comunicazione e di sottoposizione a sorveglianza sanitaria ed isolamento fiduciario, per un periodo di 14 giorni presso l'abitazione, la dimora o il luogo di soggiorno indicati in precedenza.

Chi viaggia per lavoro è esonerato dall'isolamento volontario nel momento in cui dovesse transitare e venire in Italia per motivi di affari. In sostanza, non scatta la quarantena per comprovate esigenze lavorative di durata non superiore a 72 ore, salvo motivata proroga per specifiche esigenze di ulteriori 48 ore. Chi si muove fino a cinque giorni lungo il nostro Paese deve obbligatoriamente indicare i motivi del viaggio, fornire indirizzi completi e indicazione del mezzo privato utilizzato per effettuare i trasferimenti, oltre a un recapito telefonico per ricevere le comunicazioni durante la permanenza.

In spiaggia con le regole: per ogni ombrellone uno spazio di almeno 10 mq, racchettoni e nuoto sì, beach-volley no

Per chi contrae il Covid-19
In caso di insorgenza di sintomi Covid-19, coloro che sono interessati devono segnalare tale situazione con tempestività all'autorità sanitaria per il tramite dei numeri telefonici appositamente dedicati. Chi raggiunge la nostra Penisola ha l'obbligo di indicare il motivo del viaggio, l'indirizzo della residenza dove trascorrerà il soggiorno, il mezzo privato utilizzato per eventuali trasferimenti e un numero telefonico per ricevere le comunicazioni durante la permanenza in Italia. Questo vale sia per i soggiorni lunghi, sia per chi transita o si trova lungo il Belpaese per motivi di lavoro. Allo scadere del periodo di permanenza deve lasciare immediatamente il territorio nazionale e, in mancanza, iniziare il periodo di sorveglianza sanitaria e di isolamento fiduciario per un periodo di quattordici giorni presso l’abitazione, la dimora o il luogo di soggiorno indicato. Chi è ospite in Italia ha l'obbligo di segnalare, in caso di insorgenza di sintomi Covid-19 con tempestività al Dipartimento di prevenzione dell’Azienda sanitaria locale per il tramite dei numeri telefonici appositamente dedicati e di sottoporsi, nelle more delle conseguenti determinazioni dell'autorità sanitaria, ad isolamento.

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...