Como è Città Creativa Unesco per il campo Artigianato tessile e moda sostenibile: è la capofila della Textile Valley italiana

images/stories/lombardia/Como1.jpg

 

Como è entrata ufficialmente a far parte del Network Unesco Città Creative per il campo Artigianato tessile e moda sostenibile. Per l’Italia si tratta di una doppia vittoria perché anche la città di Modena, candidata per il settore Media Arts, è stata designata insieme a Como. La città del lago è la capofila della Textile Valley italiana. Il settore tessile è una delle espressioni più rilevanti della Cultura del Fare e del made in Italy e grazie a questo ambito riconoscimento potrà essere la chiave di volta per una serie di azioni strategiche.

 

(TurismoItaliaNews) Cultura e creatività sempre più dovranno essere al centro dei processi di rigenerazione. Come indicato all’interno del progetto di candidatura, è la Fondazione Volta il soggetto che continuerà a occuparsi del coordinamento operativo. Fondazione Volta detiene uno status culturale di alto livello e i suoi soci principali sono il Comune, la Camera di Commercio di Como e Lecco, Confindustria, Confartigianato e Confcommercio. Per garantire la partecipazione costante e assidua degli attori territoriali sarà costituito uno Steering Committee con la partecipazione di associazioni del territorio, Università, istituzioni formative, e arricchito dalla partecipazione di tutti i partner strategici delle progettualità individuate dal dossier di candidatura.

Como è Città Creativa Unesco per  il campo Artigianato tessile e moda sostenibile: è la capofila della Textile Valley italiana

Como è Città Creativa Unesco per  il campo Artigianato tessile e moda sostenibile: è la capofila della Textile Valley italiana

“Questo importante risultato è stato decisamente voluto da me in prima persona, ma è frutto di un lavoro di squadra – commenta il sindaco Mario Landriscina - ne sono orgogliosamente soddisfatto. Il grande e impegnativo percorso svolto con la Fondazione Volta, la Camera di Commercio e il Comitato promotore ha prodotto questo prestigioso risultato. Ringrazierò singolarmente tutti i soggetti che hanno contribuito. Sono davvero tanti e mi piacerebbe incontrarli tutti durante un momento conviviale per condividere la gioia del riconoscimento e costruire il futuro con grande senso di responsabilità per gli impegni assunti. Paradossalmente 'il meno è fatto', e ora dobbiamo metterci tutti al lavoro: la città di Como infatti si impegnerà per un’economia più a misura d’uomo per affrontare il futuro in chiave sostenibile. Como sarà un presidio italiano di sicuro valore all’interno del Network Unesco. Da questo importante riconoscimento si origineranno infinite possibilità di sviluppo in diversi ambiti. La pandemia ha purtroppo evidenziato la nostra fragilità in diversi settori e questo stimolo di grande prestigio ci consentirà sostanziali riflessioni finalizzate anche al posizionamento strategico di ambito produttivo”.

"Un meritato premio per una città - ha commentato il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana - che sa coniugare il 'saper fare' lombardo alla tradizione del territorio. Un elemento in più per rendere Como ancor più attrattiva e competitiva". Il presidente della Camera di Commercio di Como e Lecco Marco Galimberti ha confermato che “si tratta di un’opportunità di crescita che coinvolgerà ancora una volta tutto il distretto, Como entro il 2023 dovrà posizionarsi come la città del Green Fashion”. Il primo passo da compiere sarà partecipare a bandi di progettazione europea, ha evidenziato Stefano Vitali, presidente del Comitato Como e Seta e rappresentante di Confindustria Como: “L’Unione Europea ha promesso che farà uscire entro la fine del 2021 una serie di bandi e misure. Per il rilancio del settore tessile è necessaria una risposta coordinata, mirata a rafforzare le capacità sia dell'industria che delle autorità pubbliche di andare nella direzione dell’economia circolare”. In accordo con questa posizione Lorenzo Frigerio, presidente di Confartigianato Moda di Como: “Il nostro distretto rappresenta una filiera tessile ancora ricca di competenze e maestranze artigianali, questo fatto ci è stato riconosciuto anche da diversi player internazionali”.

Como è Città Creativa Unesco per  il campo Artigianato tessile e moda sostenibile: è la capofila della Textile Valley italiana

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...