L'architetto che disegna il mondo: in viaggio con Luciano Beddini, quello che vede diventa un'opera d'arte grafica

Stampa
images/stories/varie_2021/LucianoBeddini01.jpg

 

Giovanni Bosi, Foligno / Umbria

Il viaggio vissuto fino in fondo. L'esperienza vissuta che si tramuta in immagini che non sbiadiranno mai, perché conservate negli occhi e nel cuore. E con il fotogramma più bello che si traduce in opera d'arte grafica. E' il valore aggiunto dell'architetto che sa raccontare in modo diverso gli angoli del mondo in cui è andato e che ama condividere il suo ricordo con gli altri. Luciano Beddini, da Foligno “centro del mondo” irradia con i suoi disegni quanto di bello il resto del mondo propone. Siamo andati a vedere.

 

(TurismoItaliaNews) Dire che tutto è nato per caso, forse non è il modo giusto. Ma di certo la casualità ha avuto in qualche modo un ruolo in questa diversa maniera di ri-vivere un viaggio, a due passi da casa come a migliaia di chilometri di distanza. Amante com'è del “segno”, l'architetto Luciano Beddini (modesto e mai pronto a parlare di sé) non perde occasione per disegnare o meglio, per creare: nel lavoro, nel tempo libero, quando è in pausa pranzo. Uno dei suoi disegni più belli è nato proprio così: ricordando un luogo che aveva visitato qualche settimana prima, ha usato la tovaglia come tela per il suo pennino ed è nata in tal modo la prima opera d'arte di viaggio. Tanto che a fine pranzo ha dovuto portarsi via quella tovaglia dal ristorante.

Dresda. L'architetto che disegna il mondo: in viaggio con Luciano Beddini, quello che vede diventa un'opera d'arte grafica

Ghadames. L'architetto che disegna il mondo: in viaggio con Luciano Beddini, quello che vede diventa un'opera d'arte grafica

Noravank. L'architetto che disegna il mondo: in viaggio con Luciano Beddini, quello che vede diventa un'opera d'arte grafica

Il suo studio, in un antico Palazzo di Foligno, oggi raccoglie decine e decine di disegni nati dal cuore prima che dalla mano decisa. E vedere tutti quei fogli che “parlano” di bellezze vicine e lontane, mi fa tornare in mente quanto viaggiare con Luciano sia bello e costruttivo. Sì, perché viaggiare con Luciano Beddini diventa un valore aggiunto: l'ho visto a Damasco fermarsi per strada a suonare con alcuni ragazzi che usavano strumenti a corda mai visti; l'ho visto a Palmira immortalare su carta patrimoni dell'umanità che di lì a poco sarebbero stati distrutti dalla follia umana; l'ho visto a Ghadames tramutare in tratti d'inchiostro le case di fango alle porte del Sahara; l'ho visto in Myanmar soffermarsi davanti ai templi di Bagan e “annotarsi” dettagli costruttivi di secoli fa. E ora guardo i suoi disegni rivivendo nella china e nei colori luoghi straordinari del mondo. Mosca o Perugia, Foligno o Dresda, il Monastero di Noravank in Armenia o Ghadames, l'artista “surclassa” l'architetto.

Ma l'artista non potrebbe fare a meno dell'architetto. E questo dimostra come il viaggio sia quanto di meglio ciascuno di noi possa e debba desiderare. Perché quando si ammira estasiati qualcosa di nuovo, poi resta indissolubilmente dentro di noi, nei nostri pensieri. E un disegno è il modo più originale per trasmetterlo agli altri.

Perugia. L'architetto che disegna il mondo: in viaggio con Luciano Beddini, quello che vede diventa un'opera d'arte grafica

Mosca. L'architetto che disegna il mondo: in viaggio con Luciano Beddini, quello che vede diventa un'opera d'arte grafica

Giovanni Bosi, giornalista, ha effettuato reportages da numerosi Paesi del mondo. Da Libia e Siria, a Cina e India, dai diversi Paesi del Sud America agli Stati Uniti, fino alle diverse nazioni europee e all’Africa nelle sue mille sfaccettature. Ama particolarmente il tema dell’archeologia e dei beni culturali. Dai suoi articoli emerge una lettura appassionata dei luoghi che visita, di cui racconta le esperienze lì vissute. Come testimone che non si limita a guardare e riferire: i moti del cuore sono sempre in prima linea. E’ autore di libri e pubblicazioni.
mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. – twitter: @giornalista3

 

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...