Il mondo da leggere

Turismo Italia News

Sbarco sull’Isolotto di Pietro Querini, navigatore e mercante di nobile famiglia veneziana: emozione pura alle Lofoten

 

Giovanni Bosi, Isole Lofoten / Norvegia

Il luogo è iconico per tanti motivi. Perché è la bellezza tangibile delle Isole Lofoten; perché con i suoi colori fra cielo e mare appaga l’occhio, il cuore e la mente; perché è stato il teatro di una tragedia navale che nel Medioevo ha finito con l’avere risvolti imprevedibili sul commercio e sul modo di mangiare; perché sbarcare su questa isola e salire sino alla sommità per dominare a 360 gradi un panorama mozzafiato è un’esperienza incredibile. Un vero privilegio. Grazie ad Olaf Johan Pedersen, market manager Italy del Consorzio di tutela del Tørrfisk fra Lofoten Igp: lui ha raccolto il nostro desiderio e ci ha portato fin lì. Questo è l’Isolotto di Pietro Querini, navigatore e mercante di nobile famiglia veneziana.

Il cacao diversifica l'offerta turistica del Guatemala: storia, cultura e l'affascinante processo di produzione

 

L’opportunità offerta ai viaggiatori è quella di esplorare la storia, la cultura e l'affascinante processo di produzione e lavorazione del cacao dalle sue origini. Il Guatemala fa parte della Rete Mondiale delle Destinazioni del Cacao, che copre un'ampia gamma di attività e conta su destinazioni agli antipodi tra loro: del gruppo fanno parte anche Ecuador, Perù, Costa Rica, Filippine e Ghana. In questi Paesi i turisti possono scoprire i segreti della coltivazione, della raccolta e della lavorazione del cacao visitando le piantagioni. Possono anche esplorare fabbriche e cioccolaterie, osservando l'affascinante processo di trasformazione del cacao in altri prodotti.

Il primo hotel del mondo realizzato in terra è ad AlUla, Arabia Saudita: si chiama Dar Tantora The House Hotel

 

Costruita con gli stessi materiali e le stesse tecniche architettoniche delle 900 case tradizionali che compongono la Old Town di AlUla, la struttura sfrutta l'estremità meridionale del sito storico di AlUla, reimmaginando una delle case esistenti come un lussuoso alloggio su più livelli. Il primo hotel del mondo realizzato in terra ha aperto in Arabia Saudita: Dar Tantora The House Hotel offre un'immersione totale nel patrimonio culturale di uno dei siti più affascinanti dell'Arabia Saudita. L’eco-community boutique di 30 camere si trova nel cuore del labirinto di edifici in mattoni di fango e pietra risalente al XII secolo.

Tahiti: tra le onde di Teahupo'o, un viaggio alle origini del surf sullo scenario dell'oceano Pacifico [ VIDEO ]

 

C'è un'onda, in particolare, che racconta di grandi sfide, con la natura e con se stessi, di contatto profondo con l'oceano e di una cultura ancestrale tramandata per secoli. E' la celebre onda di Teahupo'o, a Tahiti: estrema, spettacolare e potentissima, può raggiungere fino ai 7 metri di altezza e atterra su un fondale poco profondo, proprio per questo uno spot molto complesso. Le onde dell'oceano Pacifico, è risaputo, hanno visto nascere il surf diversi secoli fa. La prima testimonianza scritta di questo sport tanto affascinante risale al 29 maggio 1769, quando il botanico Joseph Banks ne trattò nei propri appunti di viaggio a bordo dell'Endeavour, capitanata dal comandante James Cook, tenendo traccia dell'energia vitale degli abitanti de Le Isole di Tahiti che cavalcavano le potenti onde dell'oceano su semplici tavole di legno.

La pesca artigianale dell'Isola del Giglio è il nuovo Presidio Slow Food: la tradizione delle acque del Tirreno

 

Sette pescatori che non si arrendono alle logiche del profitto e del sovrasfruttamento della risorsa ittica. Il neonato Presidio Slow Food della pesca artigianale dell'Isola del Giglio ha come missione di combattere il sovrasfruttamento della risorsa ittica, rivitalizzare un'area preziosa e fragile, promuovere la cultura alimentare attraverso l'impegno di persone che – prima ancora di pescatori – sono appassionati di pesca.

Hide Main content block

Ultime novità

 

Angelo Benedetti, Roma

Alta Velocità, aumentano le opportunità per i viaggiatori italiani. Sncf Voyageurs ha scelto di mettere a disposizione 15 convogli Tgvm, che saranno tecnicamente adattati alle infrastrutture italiane. La compagnia ferroviaria francese inizierà le sue attività nel 2026 effettuando fino a 13 viaggi giornalieri di andata e ritorno sul mercato interno italiano, suddivisi su due tratte: 9 viaggi di andata e ritorno tra Torino/Milano/Roma e Napoli, 4 viaggi di andata e ritorno tra Torino e Venezia. Saranno servite Torino, Milano, Brescia, Verona, Padova, Venezia, Bologna, Firenze, Roma e Napoli.

 

Quando arriva il periodo estivo e ci si trova a dover scegliere una località dove trascorrere le proprie vacanze, se si ama il mare non si può ovviamente non prendere in considerazione la Puglia, una regione che si caratterizza per la presenza di aree subregionali stupende che hanno moltissimo da offrire ai turisti, sia dal punto di vista naturalistico, sia dal punto di vista storico-culturale. Una di queste aree è il Gargano, nella parte settentrionale della Puglia e nella parte orientale della provincia di Foggia. Ecco cosa è imperdibile…

 

Si dice che l’unione fa la forza. Adagio popolare che vale in ogni angolo del mondo, Isole Lofoten comprese. In questo meraviglioso angolo di Norvegia il Consorzio Tørrfisk fra Lofoten As riunisce decine e decine di produttori che utilizzano e gestiscono un metodo di produzione tradizionale per lo Stoccafisso che nel 2014 ha ottenuto dall’Unione Europea l’Indicazione Geografica Protetta (Igp) allo scopo di salvaguardare e proteggere questa eccellenza unica e inconfondibile. Basti pensare che le esportazioni in Italia rappresentano la maggioranza della produzione di stoccafisso delle ditte produttrici consorziate. E’ buono, sano e del tutto naturale: ecco perché a noi italiani piace così tanto.

 

Giovanni Bosi, Isole Lofoten / Norvegia

La sua bontà è riconosciuta universalmente. Il suo gusto è apprezzatissimo in Italia. E questo prodotto è immediatamente riconoscibile, perché inconfondibile. Eppure solo arrivando qui - dove la tradizione è un patrimonio umano e culturale, dove il segreto della sua produzione viene tramandato di generazione in generazione, e dove tutto avviene con modalità immutate nel tempo – si ha effettivamente contezza di quanto la specialità costituisca il bene primario di questo angolo di paradiso. Sono le Isole Lofoten, in Norvegia, e il protagonista è il Tørrfisk fra Lofoten Igp, lo Stoccafisso a Indicazione Geografica Protetta che l’Italia divora a piene mani.

 

Proclamati a Lucca i vincitori del Green Road Award: sul gradino più alto del podio la Regione Friuli Venezia Giulia per la Ciclovia Pedemontana; secondo posto alla Regione Calabria per la Ciclopedonale della Val di Neto e terzo posto alla Provincia Autonoma di Trento per la Green Road dei Fiori. In evidenza le “vie verdi” del Belpaese che si sono distinte per l’attenzione al turismo “lento”. Menzione speciale della giuria all’Appennino Bike Tour presentato dalla Liguria e Menzione Legambiente alla Sardegna per Il Cammino Minerario di Santa Barbara. Menzione Speciale della Stampa alla Campania per La Via Silente. Il premio alla destinazione straniera va alla Regione belga delle Fiandre.

 

Si trova su una terrazza soleggiata a 800 metri sul livello del mare, sotto il massiccio di Dreischwestern. E’ Planken: il paesino del Liechtenstein è il 50° borgo più bello della Svizzera. Cinque anni dopo l'ultima adesione di un comune del Principato alla rete svizzera (Triesenberg nel 2019), questo villaggio è entrato a far parte dei Borghi più belli della Svizzera. Planken è il secondo comune del Principato (dopo ad aderire.

 

Giovanni Bosi, Bodø / Norvegia

L’idea di casa, appartenenza, identità ed estraneità. Bodø2024, la grande kermesse che propone oltre mille appuntamenti per la Capitale Europea della Cultura, la prima al Circolo Polare Artico, è anche un laboratorio di esperienze, dove si raccontano anche stili di vita e provenienze diverse. Come nel caso dei Sami, la popolazione originaria di quell’ampio territorio che va dalla penisola di Kola fino alla Norvegia centrale, includendo anche le regioni più settentrionali della Finlandia e Svezia. Siamo andati a vedere per capirne di più.

 

Giovanni Bosi, Ancona

Lui si chiama Proty ed ha un musetto simpatico, con l’espressione da curioso. Guardandolo mentre lui fa altrettanto (pensando chissà cosa) sembra quasi di udire il suo respiro preistorico che ha dato origine a tutti noi. E sì, perché lui è un Protopterus annectens, ovverosia un incredibile pesce polmonato, esemplare di una specie appartenente ai Dipnoi, animali che si sono originati e diffusi nel Devoniano, circa 400 milioni di anni fa. Proty vive negli acquari della Facoltà di Scienze dell’Università Politecnica delle Marche. Siamo andati a trovarlo.

Il piacere di mangiare

Al “Querini” di Røst il gusto della chef Anne Cecilie Pedersen fa volare tra Isole Lofoten e Italia con lo Stoccafisso Igp

  Giovanni Bosi, Røst / Isole Lofoten Creatività, passione, persino testimonianza. A ben guardare non potrebbe essere diversamente: nell’Isola delle Lofoten dove si “parla” italiano più di quanto si possa pensare, ogni riferimento alla tradizione legata allo Stoccafisso Igp è irrinunciabile. Ma a Røst guardare al Belpaese creando un meraviglioso fil rouge è il quid in più, quello che fa davvero la differenza. E il Querini Pub & Restaurant di Anne Cecilie Pedersen è un’autentica scoperta. Anzi, una conferma. Ecco perché.

Castellinaldo Barbera d’Alba Doc: eccellenza del Roero orientale, una storia fatta di idee e volontà comuni

  Fabrizio Salce, Roero / Piemonte Un’area ricca, variegata, che racconta una storia fatta idee e volontà comuni quella della sottozona di Castellinaldo. E’ con grande piacere che torno a scrivere del Roero, anzi, di quella parte orientale di questo magico territorio piemontese che possiamo definire del Castellinaldo; una fascia collinare che va da Guarene a Priocca, sul lato occidentale del fiume Tanaro. L’antico Tanaro, che divide questa parte della provincia di Cuneo tra il Roero e la Langa, nasce nelle Alpi Liguri e abbraccia il Po presso il Comune di Bassignana in provincia di Alessandria. E c'è davvero molto da sapere.

Stoccafisso all’Anconitana, viaggio nel gusto della tradizione con chef Roberta Carotti e l’accademica Cassandra Mengarelli

  Giovanni Bosi, Ancona / Marche Stoccafisso, per gourmet e gourmand più semplicemente è stocco. E se ti trovi ad Ancona, sei davvero nel posto perché il capoluogo marchigiano con la sua storia di mare di lungo corso, è uno dei sancta sanctorum di questo prelibato alimento. Un vero e proprio piatto della tradizione. C’è un’Accademia che ne tramanda l’originalità delle ricette e ci sono locali storici dove lo Stoccafisso all’Anconitana è il vero richiamo. Siamo andati a vedere, anzi ad assaggiare.

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...