L’Italia più bella coniata dalla Zecca di Stato: ecco le nuovissime monete in oro e argento

  ARTE  L’Italia più bella si mette in mostra non solo sui francobolli, ma anche sulle monete. E che monete: in oro e argento. Arrivano dunque nuovi conii per Recanati, la città di Giacomo Leopardi; per la Sardegna, per Villa Cicogna Mozzoni di Bisuschio nell’ambito della serie “Ville e Giardini storici”, così come per Benedetto Croce e il Corpo Militare della Croce Rossa Italiana, ma neppure l’arte in senso stretto può mancare con “Flora nell'Arte” nell’età contemporanea.

 

(TurismoItaliaNews) Non poteva che esserci un particolare della bellissima “Annunciazione” di Lorenzo Lotto conservata nel Museo Civico Villa Colloredo Mels, sul rovescio della moneta d’argento da 5 euro dedicata a Recanati e che la Zecca di Roma conia in versione proof nel contesto della serie “Italia delle Arti”. Sul dritto compaiono in una composizione il complesso di Sant'Agostino, con la facciata della chiesa, il corpo del chiostro, la Torre del Passero Solitario e, in primo piano, lo stemma del Comune con leone rampante, attribuito al Sansovino.

Il Museo Civico Villa Colloredo Mels conserva numerosi capolavori

E’ ugualmente in argento e sempre da 5 euro, con conio “sfondo specchio” la moneta che celebra la Villa Cicogna Mozzoni di Bisuschio, in provincia di Varese, nell’ambito della serie «Ville e Giardini storici». E’ un complesso architettonico progettato ed edificato durante il Rinascimento, il primo corpo di fabbrica che aveva funzione di Casino di caccia fu edificato prima del 1440, il secondo (collegato con il primo) fu eretto dopo il 1530, diventando così una vera e propria villa di delizie, circondata da giardini su più livelli. Sul dritto della moneta c’è la corte d'onore della cinquecentesca Villa, aperta su un giardino all'italiana; sul rovescio appare la scenografica scalinata d'acqua a due rampe di 156 gradini che dalla fontana del leone porta al ninfeo, sulla cima del colle tenuto a parco; in secondo piano, un particolare degli affreschi rinascimentali con fiere.

 

E veniamo alla Sardegna, alla quale viene dedicata la moneta d'argento da 10 euro della serie «Italia delle Arti» in versione proof. Per illustrare il dritto la scelta è caduta sulla statuetta sarda in bronzo raffigurante un guerriero conservata a Roma presso il Museo Nazionale Preistorico Etnografico “Luigi Pigorini”; in secondo piano c’è una “pintadera” circolare in terracotta della Sardegna nuragica decorata a settori convergenti. Sul rovescio, è rappresentata una statuetta sarda in bronzo di arciere esposta a Cagliari nel Museo Archeologico Nazionale; in secondo piano, all’interno di una forma geometrica, cìè la transenna di una navicella nuragica in bronzo.

Passiamo al tema artistico con le due monete in oro da 20 e 50 euro della serie «Flora nell'Arte – Età Contemporanea», entrambe in versione proof. Sul dritto della prima è rappresentato un busto femminile con corona floreale: si tratta di un particolare dell'affresco “Floralia” di Ettore de Maria Bergler (Palermo, Villa Igiea, Salone delle feste); sul rovescio, compare una figura femminile danzante su un prato fiorito, con un festone floreale, altro particolare del medesimo affresco «Floralia». Per la moneta aurea da 50 euro sul dritto si è scelto di riprodurre la «giovane Italia trionfante» particolare del fregio dell'Aula di Montecitorio opera di Aristide Sartorio; sul rovescio compare il «cavaliere che agita i colori d'Italia», particolare dello stesso fregio della Camera dei Deputati.

L’omaggio a Benedetto Croce, in occasione del 150° anniversario della nascita, è una moneta d’argento da 5 euro, in versione fior di conio e proof. Sul dritto è rappresentato il busto del filosofo, storico, politico, critico letterario e scrittore tratto da un pastello su cartone di Arturo Rietti (Napoli, Palazzo Filomarino) mentre sul rovescio c’è un particolare dell'affresco di Raffaello con un’allegoria della Filosofia (Città del Vaticano, Palazzi Vaticani, Stanza della Segnatura).

 

Infine la moneta d’argento da 5 euro per i 150 anni dalla fondazione del Corpo Militare della Croce Rossa Italiana, in versione fior di conio. Sul dritto, nel campo, c’è lo stemma del Corpo, con la croce smaltata in rosso e sotto, in un cartiglio, il motto «Inter Arma Caritas»; sul rovescio, è raffigurato un militare del Corpo in missione umanitaria.

 

 

Il sito dell'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato

 

turismo italia news
turismoitalianews
TurismoItaliaNews.it
www.facebook.com/turismoitalianews
www.twitter.com/turismoitalianw

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...