Gli ultimi francobolli di papa Benedetto XVI

Eugenio Serlupini, Città del Vaticano

Probabilmente si tratta di una coincidenza fortuita, ma gli ultimi francobolli del Pontificato di Benedetto XVI vengono emessi dalla Città del Vaticano il 28 febbraio 2013, ultimo giorno indicato dal Papa per la sua presenza tra le mura di San Pietro. Quattro emissioni dedicate al 750° anniversario del Miracolo di Bolsena, all’Anno della Fede, alla Busta filatelica con il volto del pontefice e alla Pasqua 2013. Quella che celebrerà il nuovo Papa.

 

(TurismoItaliaNews) Una coincidenza, perché ovviamente quando l’uscita delle quattro emissioni è stata calendarizzata dal Governatorato della Città del Vaticano non poteva esserci alcun presentimento che nell’arco di poche settimane Joseph Aloisius Ratzinger nel corso del concistoro dell’11 febbraio 2013 avrebbe annunciato la sua rinuncia "al ministero di Vescovo di Roma, Successore di San Pietro" con decorrenza dalle ore 20 del 28 febbraio. Dunque è in questa giornata che escono gli ultimi francobolli di Benedetto XVI, eletto al soglio pontificio il 19 aprile 2005 quale 265º papa della Chiesa cattolica all’indomani della morte di Giovanni Paolo II, settimo pontefice tedesco nella storia, dopo Stefano IX (1057-1058).

 

750° anniversario del Miracolo di Bolsena

Secondo la tradizione, un giorno dell’estate del 1263 un sacerdote boemo di nome Pietro si era recato in pellegrinaggio a Roma nell’intento di placare i dubbi di fede che avevano messo in crisi la sua vocazione. Durante il viaggio di ritorno da Roma, rinfrancato nella fede dopo aver pregato sulla tomba dell’apostolo Pietro, si trovò a celebrare la Messa nella chiesa di santa Cristina a Bolsena; mentre celebrava il rito eucaristico, dall’ostia iniziò miracolosamente ad uscire del sangue e il sacerdote, profondamente turbato, avvolse il tutto nel corporale e nei lini sacri ed uscì dal santuario. Ripresosi dallo sgomento, si recò ad Orvieto dove risiedeva l’allora Pontefice Urbano IV per riferirgli di quanto accaduto. Il Papa, per far luce sulle affermazioni del religioso, mandò immediatamente il Vescovo Giacomo sul luogo del prodigio. Al suo ritorno le reliquie del miracolo vennero portate da tutta la Corte papale in processione per la vie della città, ove nel frattempo erano accorsi migliaia di fedeli. A questi avvenimenti miracolosi è legata anche la costruzione del Duomo di Orvieto, dove è conservato il corporale intriso di sangue. L’11 agosto 1264 il miracolo venne riconosciuto ufficialmente da papa Urbano IV con la bolla "Transiturus de hoc mundo", promulgata da Orvieto. Un particolare dell’opera di Raffaello Sanzio, nota come la "Messa di Bolsena" (Stanze di Raffaello, Musei Vaticani), riprodotta nel foglietto con inserito un francobollo da 4,80 euro commemora i 750 anni trascorsi da questo miracolo. La tiratura è di 90.000 foglietti.

 

L’Anno della Fede

L’Anno della fede, indetto da Papa Benedetto XVI, iniziato l’11 ottobre 2012, terminerà il 24 novembre 2013, solennità di Nostro Signore Gesù Cristo Re dell’Universo. Il Papa ha scelto l’11 ottobre 2012 come data di inizio perché in questo giorno ricorrono due importanti anniversari: il 50º dell’apertura del Concilio Ecumenico Vaticano II e il 20º della promulgazione del Catechismo della Chiesa Cattolica. Nella Lettera Apostolica Porta Fidei il Santo Padre ripercorre con pochi incisi alcuni fulgidi esempi di fede di duemila anni di storia della cristianità: per fede Maria accolse la parola dell’Angelo, gli Apostoli lasciarono ogni cosa per seguire il Maestro, i discepoli formarono la prima comunità, i martiri donarono la vita… Uomini e donne in ogni parte del mondo consacrano quotidianamente la loro esistenza a Cristo e testimoniano la loro fede nel Signore Gesù nella famiglia, nella vita pubblica, nell’esercizio dei carismi e ministeri ai quali sono stati chiamati. Un anno di riflessione, dunque, ma soprattutto di rinnovata evangelizzazione affinché tutti coloro che si riconoscono nella Chiesa diano testimonianza del Cristo vivente ed indichino alle altre genti la porta della fede. La rappresentazione allegorica della fede in olio su tela del 1507 di Raffaello Sanzio conservato nella Pinacoteca dei Musei Vaticani e predella della "pala Baglioni" è l’immagine scelta dall’Ufficio per celebrare l’evento ed inserita in un minifoglio di tre trittici con valori facciali da 1,00 euro e da 0,60 euro (due francobolli). La tiratura è di 210.000 serie complete.

 

Busta Filatelica

Sempre il 28 febbraio 2013 l’Ufficio Filatelico e Numismatico della Città del Vaticano mette in circolazione la busta ufficiale 2013 che mostra una veduta di piazza San Pietro realizzata da una foto di Biagio Tamarazzo. L’intero postale reca, in alto a destra, l’impronta del valore da 2 euro, sul quale figura un ritratto di Benedetto XVI, opera dell’artista Mariangela Crisciotti.

 

Pasqua 2013

Il soggetto scelto quest’anno dall’Ufficio Filatelico e Numismatico per la Santa Pasqua raffigura il Cristo che si eleva con le braccia aperte e il volto dolente, dal quale traspare una profonda sofferenza interiore, da un caos indefinito che rappresenta la morte. La scultura, opera dell’artista italiano Pericle Fazzini, (1913-1987), del quale ricorre, nel 2013, il centenario della nascita, si estende per una larghezza di 20 metri e occupa tutta la sezione centrale della parete fondale dell’Aula Paolo VI in Vaticano, opera dell’architetto Pier Luigi Nervi. L’imponente Resurrezione di Cristo fa da sfondo al Santo Padre durante le udienze che si tengono nella grande Sala ed è - come suggerisce lo stesso direttore dei Musei Vaticani, Antonio Paolucci – "forse l’opera del novecento più vista al mondo". Quella raffigurata sul francobollo pasquale è un’immagine del lavoro preparatorio, durato diversi anni, e divenuto esso stesso un’espressione artistica di pregio. Il piccolo bronzo (di 147×70×20 centimetri) elevato al rango di opera d’arte, è conservato all’interno del percorso dei Musei Vaticani e viene esposto insieme ai bozzetti in mostre itineranti che celebrano l’artista marchigiano. Il francobollo ha un valore da 0,85 euro e una tiratura di 400.000 esemplari.

 

 

 

 

turismo italia news
turismoitalianews
TurismoItaliaNews.it
www.facebook.com/turismoitalianews
www.twitter.com/turismoitalianw

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...