Carnevale Termitano, la kermesse più antica di Sicilia

Eugenio Serlupini, Termini Imerese /Sicilia

E’ il carnevale più antico della Sicilia e la cornice è una tra le più suggestivi dell’isola: tra il monte San Calogero e uno splendido golfo che guarda Capo Zafferano, c’è Termini Imerese. L’evento si ripete sin dal 1876 e tutto comincia con la cerimonia di consegna delle chiavi della città da parte del sindaco al Nannu ca’ Nanna, le maschere storiche del Carnevale Termitano. Per il quale arriva anche un graditissimo omaggio: il francobollo emesso dall’Italia nell’ambito della serie “Folclore d’Italia” in circolazione dal 4 febbraio 2013.

 

(TurismoItaliaNews) L’appuntamento con il Carnevale Termitano è da domenica 3 a martedì 12 febbraio 2013. “Edizione nel solco della continuità – spiega Salvatore Burrafato, sindaco di Termini Imerese – proseguiamo il cammino avviato da qualche anno nella direzione di una sempre maggiore qualificazione dell’evento, nel solco della tradizione e nel pieno rispetto della storia ultracentenaria della manifestazione”.

E il Carnevale può diventare l’occasione per visitare la cittadina in provincia di Palermo, che tra le bellezze del patrimonio culturale annovera la Chiesa Madre, edificata nel XV secolo e dedicata a San Nicola di Bari, che custodisce una grande croce dipinta dal maestro Pietro Ruzzolone, tra i più prestigiosi autori del XV secolo.  Così come dalla Serpentina Paolo Balsamo, che collega la città alta con quella bassa, spicca la cupola in maiolica azzurra della chiesa di Maria Santissima dell’Annunziata, che custodisce un presepe di Andrea Manchinu (1495) ed un crocifisso in ebano donato da Alfonso di Castiglia. “Per godere di uno splendido panorama della città e del porto bisogna raggiungere il Belvedere Principe di Piemonte, dove si trovava il Foro romano” dicono orgogliosi a Termini Imerese.

 

 Otto i carri allegorici ammessi, di cui sei partecipano al concorso a premi mentre due sono fuori concorso, il carro dei Nanni e quello dei bambini. Due le sfilate in programma, una nel circuito di Termini bassa, la domenica, e quella conclusiva, il martedì grasso, a Termini alta. Il tutto condito da spettacoli di musica e intrattenimento. La manifestazione si apre domenica 3 febbraio nel Comune di Termini con la cerimonia di consegna delle chiavi della città da parte del sindaco di Termini Imerese, Salvatore Burrafato, al Nannu ca’ Nanna, le maschere storiche del Carnevale Termitano.  E lunedì 4 febbraio si svolge la presentazione ufficiale del francobollo da 0,70 euro dedicato al Carnevale Termitano: sarà presentato alle ore 16.30 nella Chiesa di Santissima Maria della Misericordia.

 

 

Il francobollo dedicato alla manifestazione è stampato in rotocalcografia con una tiratura di due milioni e cinquecentomila esemplari suddivisi in fogli da cinquanta; lungo i lati sinistro e destro si alternano lo stemma della città di Termini Imerese, coriandoli e stelle filanti. La vignetta impaginata da Maria Carmela Perrini, raffigura un carro allegorico con i pupazzi di cartapesta tipici del Carnevale Termitano e, sullo sfondo, Monte San Calogero; in alto a destra sono raffigurate le maschere di “u Nannu cà Nanna”.

 

 A commento dell’emissione c’è il bollettino illustrativo a firma del sindaco Salvatore Burrafato. L’Ufficio Postale di Termini Imerese utilizza, il giorno di emissione, l’annullo speciale realizzato a cura della Filatelia di Poste Italiane Il francobollo e i prodotti filatelici correlati saranno posti in vendita presso gli Uffici Postali, gli Sportelli Filatelici del territorio nazionale, gli “Spazio Filatelia” di Roma, Milano, Venezia, Napoli, Trieste, Torino, Genova e sul sito internet www.poste.it.

Il Carnevale termitano è dunque il più antico Carnevale di Sicilia, come testimonia un pagamento della Società del Carnevale del 1876. Infatti, le magnifiche maschere di "u Nannu ca' Nanna", probabilmente giunte in Sicilia da Napoli, furono costruite alla fine dell'800 e sono ancora oggi i principaIi protagonisti della rassegna organizzata annualmente dal Comune di Termini Imerese. I momenti culminanti della festa sono la messa al rogo di "u Nannu" e la lettura del testamento.

 

La figura maschile di "U Nannu" accomuna il Carnevale di Termini Imerese agli altri eventi carnascialeschi siciliani e della penisola. Rappresentato da un personaggio bassino, rubicondo e allegro, muore bruciato nel rogo alla mezzanotte del martedì prima delle Sacre Ceneri, chiudendo i festeggiamenti e simboleggiando, da un lato, la fine dell'allegria e, dall'altro, una sorta di rito di purificazione prima dell'inizio del momento della penitenza quaresimale. Muore, infatti, colui che aveva lanciato coriandoli e confetti come simboli di abbondanza e che aveva invitato tutti al ballo come forma di liberazione. La sua morte avviene dopo la lettura del testamento da parte del "notaro Menzapinna" con cilindro e cappa: destinatari dei "lasciti" erano le persone più in vista della città, ma negli ultimi anni sono chiamati in causa principalmente i politici a cui vengono rivolte, talora, critiche spietate ma anche preziosi consigli.

 

 

Con le lacrime della "Nanna", unico personaggio femminile in Sicilia del Carnevale, simbolo di fertilità e abbondanza, si celebra la fine del carnevale e l'inizio della Quaresima.

 

Dell'antico Carnevale termitano oggi restano i momenti fondamentali di apertura e chiusura della rassegna insieme alle sfilate dei carri allegorici, opera dei maestri cartapestai, che spesso tramandano questa tradizione di padre in figlio. La manifestazione si svolge in più giornate a Termini bassa e a Termini alta, insieme ai carri sfilano i gruppi mascherati, a cui si aggiungono spettacoli musicali, momenti di intrattenimento, sagre e giochi pirotecnici a chiusura dei festeggiamenti.

 

 

 

 

Per saperne di più

 

 

turismo italia news
turismoitalianews
TurismoItaliaNews.it
www.facebook.com/turismoitalianews
www.twitter.com/turismoitalianw

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...