E’ firmato dall’artista ucraino Vitaliy Shtanko il francobollo della Pasqua 2021 mandato in campo dalla Città del Vaticano

images/stories/francobolli_2021/2021Scv_Pasqua.jpg

 

Raffigura Gesù risorto nel momento in cui, la sera di Pasqua, appare agli Apostoli riuniti nel cenacolo: l’opera dell’artista ucraino Vitaliy Shtanko è il soggetto del francobollo da 1,15 euro con cui la Città del Vaticano partecipa alla celebrazione del 2021. Una scelta non casuale nel momento in cui l’Umanità si trova ad affrontare la seconda Pasqua in emergenza Covid.

 

(TurismoItaliaNews) . L’artista ucraino Vitaliy Shtanko ha voluto rappresentare il momento in cui il Signore Risorto, la sera di Pasqua, è apparso agli undici apostoli che, impauriti, erano chiusi nel cenacolo, e mostrando loro le mani, i piedi e il costato trafitti durante la passione gli ha chiesto: “Perché sorgono dubbi nel vostro cuore?”. “Questa è la domanda che il Signore rivolge anche a noi, soprattutto in questo tempo di pandemia, e anche a noi, come agli apostoli, Egli mostra le Sue piaghe, segno dell’amore di Dio – spiegano dal Vaticano - perché come insegna Papa Francesco, è l’amore fedele di Dio che ci aiuta ad uscire dai dubbi: ‘Pertanto, l’insegnamento più profondo che siamo chiamati a trasmettere e la certezza più sicura per uscire dal dubbio, è l’amore di Dio con il quale siamo stati amati (cf. 1 Gv 4,10). Un amore grande, gratuito e dato per sempre’ (Udienza generale del 23 novembre 2016, Catechesi sulle opere di misericordia spirituale: consigliare i dubbiosi)”. La tiratura dei francobolli per la Pasqua 2021 è di 55.000 francobolli in distribuzione dal 22 febbraio.

Il foglietto filatelico da 3,00 euro per l’Anno di San Giuseppe

Dallo stesso giorno c’è pure il foglietto filatelico da 3,00 euro per l’Anno di San Giuseppe, che si concluderà l’8 dicembre 2021. Con questo particolare giubileo, Papa Francesco vuole celebrare il 150° anniversario della proclamazione di San Giuseppe a patrono della Chiesa universale e far crescere “l’amore verso questo grande santo, per essere spinti a implorare la sua intercessione e per imitare le sue virtù e il suo slancio” (Lettera Apostolica, Patris Corde). Anche la filatelia vaticana, con l’emissione di questo foglietto filatelico, desidera contribuire alla realizzazione di questo scopo: come soggetto è stato scelto il mosaico custodito nella cappella delle Reliquie della Basilica Vaticana, dove purtroppo la sua bellezza iconografica non è fruibile ai più. Il mosaico, nonostante fosse già stato promosso dal Beato Pio IX, che nel 1870 ha proclamato San Giuseppe patrono della Chiesa universale, riporta la data del 1892 ed è stato realizzato dal maestro mosaicista F.L. Campanili su disegno del pittore F. Grandi. Il patrocinio universale di San Giuseppe, nel mosaico, viene ricordato dalla frase posta sulla cat-tedra marmorea raffigurata sullo sfondo “Tu eris super domum meam” [Vulgata, Gen 41,40] (Tu sarai sopra la mia casa). La tiratura è di 45.000 foglietti.

Per saperne di più
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 
www.postevaticane.va

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...