Un secolo di British Institute of Florence: un francobollo italiano per la storica e prestigiosa istituzione di Firenze

images/stories/varie_2017/BritishInstituteFlorenxce01.jpg

Si celebra il primo centenario della fondazione del British Institute of Florence, storica e prestigiosa istituzione della città di Firenze si è caratterizzata fin da subito per l’alta missione culturale e di scambio reciproco tra le due culture italiana e britannica. Un francobollo celebra l’evento.

 

(TurismoItaliaNews) “Questa storica e prestigiosa istituzione della città di Firenze – sottolinea Julia Race, direttrice del British Institute of Florence - si è caratterizzata fin da subito per l’alta missione culturale e di scambio reciproco tra due culture (l’italiana e la britannica) che, al momento della nascita dell’istituto, si trovavano coinvolte nella prima guerra mondiale. Nelle intenzioni dei fondatori era perciò necessario promuovere la mutua conoscenza per favorire una collaborazione su più livelli. Ancora oggi, sperimentiamo quotidianamente la validità di quella intuizione così illuminata”.

L’Italia sottolinea questa presenza a Firenze con l’emissione di un francobollo da 0,95 euro in circolazione dal 22 luglio 2017 firmato dal bozzettista Luca Vangelli. Ad essere immortalata è la facciata di Palazzo Lanfredini di Firenze, una delle sedi del British Institute of Florence, che ospita la storica Biblioteca Harold Acton. Il dentello italiano è stampato con una tiratura di cinquecentomila esemplari in fogli da quarantacinque. Il Bollettino illustrativo è anche in versione inglese.

“Dopo cento anni – spiega la direttrice Julia Race nel Bollettino illustrativo che accompagna l’emissione del francobollo - il British Institute of Florence è, infatti, polo attrattivo per la vicendevole comprensione delle due culture e importante soggetto attivo nella promozione culturale dei Paesi coinvolti, in special modo nell’ambito della storia dell’arte e della conoscenza linguistica con il mantenimento di una Biblioteca di libri in inglese e in italiano inerenti la letteratura italiana e inglese, l'arte, la storia e la musica. L’istituto, insignito della Royal Charter nel 1923, è stato il primo degli istituti culturali britannici a operare al di fuori del Regno Unito e fu preso a modello per la nascita del British Council nel 1934. Il British Institute of Florence è riconosciuto dalla Anglo Italian Cultural Convention del 1953 ed è registrato come Charity (ente di beneficenza) nel Regno Unito”.

Tra i patroni e i governatori figurano, tra gli altri, personalità di spicco come il Principe di Galles e la Cavaliere del Lavoro Wanda Ferragamo. Da sempre operante nel centro storico di Firenze è attualmente presente in due sedi: la Biblioteca Harold Acton, l’Archivio e il Centro Culturale si trovano in Lungarno Guicciardini presso il Palazzo Lanfredini dal 1966, mentre il Centro linguistico si trova dal 1996 in Piazza Strozzi ma più della metà dei nostri 2000 studenti imparano con noi nelle loro scuole statali in Toscana.

Per saperne di più

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...