Uffizi - Turismo Italia News

  • “Facciamo presto! Marche 2016 – 2017: tesori salvati, tesori da salvare”: l’arte preziosa dei territori dell’entroterra marchigiano meridionale

    Sono tra le gemme più preziose di un territorio che sorprende per la ricchezza straordinaria e inattesa del suo patrimonio d’arte e di storia: una raffinata raccolta di dipinti su tavola e su tela, di sculture lignee, tessuti e oreficerie. “Facciamo presto! Marche 2016 – 2017: tesori salvati, tesori da salvare” è la mostra che dal 28 marzo al 30 luglio 2017 viene proposta nell’Aula Magliabechiana degli Uffizi a Firenze.

  • A Firenze debutta il sistema per eliminare le code alle Gallerie degli Uffizi: migliaia di visitatori entrano senza attendere

    Un nuovo sistema di gestione degli ingressi che consente di azzerare le code, storico e cronico problema del celebre museo. Alle Gallerie degli Uffizi di Firenze debutta la modalità per agevolare l’accesso delle migliaia di visitatori. Ecco come funziona.

  • Agli Uffizi cresce l’offerta educativa: arriva l’elenco per gli educatori museali, è il primo in Italia e si rinnova ogni anno

    Un elenco di operatori con esperienza nell’educazione museale, realizzato con l’obiettivo di reperire professionisti ai quali affidare incarichi di progettazione e conduzione di attività didattiche e laboratori con bambini, ragazzi, famiglie, disabili. Primo nel suo genere, se ne sono dotate le Gallerie degli Uffizi, dopo aver stilato un apposito bando, con la volontà di potenziare i servizi educativi a disposizione del complesso; all’elenco potranno attingere non solo gli Uffizi ma anche altri musei o luoghi della cultura statali al fine di reclutare personale per realizzare iniziative del settore.

  • Agli Uffizi di Firenze la pittura del Cinquecento torna grande protagonista: 14 nuove sale per i maestri veneti e fiorentini [VIDEO]

    “Un'operazione gigantesca, è come un museo dentro il museo”: così l'ha definita il direttore Eike Schmidt. Alle Gallerie degli Uffizi di Firenze la pittura del Cinquecento torna grande protagonista: 14 nuove sale per i maestri veneti e fiorentini, 105 dipinti per oltre 1.100 metri quadrati di arte.

  • Agli Uffizi i cieli del Rinascimento protagonisti di una mostra per la prima volta: i disegni di Michelangelo, Sangallo e Vasari

    Il soffitto metafora del cielo. Forme quadrate, rettangolari o ottagonali tutte riccamente decorate invitano i visitatori delle chiese e dei palazzi rinascimentali a sollevare gli occhi al cielo. Da elemento costruttivo nato per proteggere gli ambienti a ornamento che fonde nel suo insieme tutte le arti. Per la prima volta il Gabinetto dei Disegni e delle Stampe degli Uffizi dedica una mostra ad un singolo elemento architettonico. I disegni per soffitti di Michelangelo, i Sangallo e Vasari raccontano la genesi e l’ornamento di importanti edifici e chiese.

  • Agli Uffizi il restauro del trittico con la Resurrezione di Lazzaro di Nicolas Froment

     

    Fino al 30 aprile 2017 agli Uffizi di Firenze, nella Sala del Camino, viene presentato al pubblico, dopo il restauro realizzato grazie al contributo dei Friends of Uffizi Gallery/Amici degli Uffizi, il dipinto del pittore francese Nicolas Froment, firmato e datato 1461. E’ una delle opere più considerevoli della collezione di pittura straniera delle Gallerie degli Uffizi del XV secolo.

  • Anna Maria Luisa de' Medici, Elettrice Palatina: il Patto di Famiglia salvò l’arte di Firenze

    E’ stato il suo intuito a consentire a Firenze di preservarne i grandi capolavori dell’arte che il mecenatismo della famiglia Medici aveva saputo portare o "creare" in riva all’Arno. Lei è Anna Maria Luisa de' Medici, principessa elettrice del Palatinato ed ultima discendente della casata, vissuta tra il 1667 e il 1743. Il "Patto di Famiglia" stipulato con la nuova dinastia regnante stabiliva che i Lorena non potessero trasportare "o levare fuori della Capitale e dello Stato del GranDucato... gallerie, quadri, statue, biblioteche, gioje ed altre cose preziose... della successione del Serenissimo GranDuca, affinché esse rimanessero per ornamento dello Stato, per utilità del Pubblico e per attirare la curiosità dei Forestieri".

  • Appello del direttore degli Uffizi, Schmidt: “La Germania restituisca a Firenze il dipinto di Jan van Huysum rubato dai nazisti”

    “Un appello alla Germania, per il 2019: Ci auguriamo che nel corso di quest’anno possa essere finalmente restituito alle Gallerie degli Uffizi di Firenze il celebre 'Vaso di Fiori' del pittore olandese Jan van Huysum, rubato da soldati nazisti durante la Seconda Guerra Mondiale e, attualmente, nella disponibilità di una famiglia tedesca che, dopo tutto questo tempo, non l’ha ancora reso al museo, nonostante le numerose richieste da parte dello Stato italiano”. A lanciare l'appello, diffondendolo anche attraverso internet (sul sito degli Uffizi e sui profili social del complesso museale), è oggi, primo giorno dell'anno, lo stesso direttore tedesco degli Uffizi, Eike Schmidt.

  • ARTE | Dagli Uffizi in Russia: “La Madonna della Loggia” del Botticelli in mostra a Vladivostok e San Pietroburgo

    Viene esposta per la prima volta in Russia “La Madonna Della Loggia”, dipinto proveniente dalle Gallerie degli Uffizi di Firenze, eseguito del celebre maestro del Rinascimento italiano Sandro Botticelli (1445-1510). Le due tappe di esposizione dell’opera saranno al centro del programma culturale del quinto Eastern Economic Forum di Vladivostok e dell’ottavo Forum internazionale della Cultura di San Pietroburgo, grazie al sostegno di Sberbank.

  • ARTE | Gli Uffizi vincono il premio Compasso d'Oro per il design di comunicazione: logo del museo super-efficace

    Gli Uffizi vincono il premio Compasso d'Oro per il design di comunicazione. L'efficacia del logo del museo, realizzato da Carmi e Ubertis e lanciato nel 2017, è valsa alle Gallerie il prestigioso riconoscimento. Il direttore Schmidt: “La semplicità dello stile vasariano per promuovere e tutelare la nostra identità unica nel mondo”.

  • Aurora boreale, nel firmamento norvegese è come cercare la donna più ammaliante

    Giovanni Bosi, Tromsø / Norvegia

    E' come se all'improvviso il cielo si animasse rivelando ancor più la sua immensità e i suoi segreti. La volta celeste si trasforma in un grande palcoscenico dove si esibisce l'aurora boreale. Per molti è come una donna che si fa desiderare e che si fa cercare prima di sfoderare il suo fascino. Non c'è nulla di più vero. E per comprenderlo perché non andare in Norvegia?

  • CULTURA | Gallerie degli Uffizi sbarcano su TikTok: video brevissimi e divertenti (secondo il taglio tipico del social) con opere delle collezioni

    Gli Uffizi sbarcano sul più giovane tra i grandi social, TikTok. Su questo canale, molto popolare tra i ragazzi (ma ultimamente in espansione anche tra i non giovanissimi), vengono postati brevissimi video, fino a 15 secondi, caratterizzati da un taglio scherzoso e ironico. Da oggi attivi sulla piattaforma (con il nome @uffizigalleries, usato anche su tutti gli altri social del museo), gli Uffizi hanno adottato in pieno questo approccio, inaugurando il nuovo canale con quattro clip che mettono in scena le opere d’arte delle Gallerie.

  • CULTURA | Per l’anno dedicato a Leonardo da Vinci una serie di eventi in Israele tra umanesimo e scienza

    Una sintesi tra umanesimo e scienza. Hanno seguito questa ispirazione, così connaturata all’uomo rinascimentale, gli eventi organizzati in Israele dall’Ambasciata d’Italia e dagli Istituti di cultura di Tel Aviv e Haifa per celebrare l’anno di Leonardo. E’ stato così un modo per comunicare un’immagine del Sistema Italia, legato inevitabilmente alla propria millenaria tradizione culturale, ma anche proiettato verso la ricerca e la tecnologia.

  • Da 250 anni uno dei più antichi musei italiani è aperto al pubblico: l’Italia celebra le Gallerie degli Uffizi di Firenze

    Eugenio Serlupini, Firenze

    Da 250 anni uno dei più antichi e più importanti musei italiani è aperto al pubblico. Sono le Gallerie degli Uffizi di Firenze. La multiforme collezione artistica dei Medici, formatasi a partire dalla metà del Quattrocento e a lungo custodita nei palazzi di famiglia, dal 1581 trova progressiva sistemazione nella loggia che si snoda sulla sommità degli Uffizi, presto denominata Galleria. Per il 250° anniversario arriva il francobollo che celebra questa eccellenza del sapere italiano.

  • Dagli Uffizi alle Marche dopo 400 anni: il duca Francesco I di Tiziano torna a casa, mostra ad Urbania

    Il ritratto del Duca Maria Francesco I della Rovere, realizzato da Tiziano, per la prima volta dopo 400 anni torna a casa. Il dipinto, di proprietà degli Uffizi, è stato infatti portato ad Urbania, nelle Marche, dove fino al 14 luglio, nelle sale del Palazzo Ducale, è protagonista di una mostra a lui intitolata e dedicata alla storia delle ricchissime collezioni d'arte della dinastia Della Rovere, trasferite al Granducato di Toscana in seguito alle nozze di Vittoria della Rovere con Ferdinando II dei Medici.

  • Dopo 49 anni, per tutti i visitatori degli Uffizi di Firenze diventa fruibile la Collezione Contini Bonacossi

    Il capolavoro assoluto è il San Lorenzo di Gian Lorenzo Bernini, ma di certo il riallestimento delle sale grazie degli Uffizi con la Collezione Contini Bonacossi e la riapertura dopo 49 anni, si rivela un evento di grande importanza per Firenze e, più in generale, per la fruizione del patrimonio artistico italiano. Il progetto condotto in porto grazie al generoso contributo degli Amici degli Uffizi e dei Friends of the Uffizi Galleries.

  • Ecco il 2017 delle Gallerie degli Uffizi: dai temi rinascimentali al centenario della Rivoluzione d'Ottobre

    Dai temi rinascimentali a momenti cruciali del collezionismo mediceo, fino alla commemorazione storica del centenario della Rivoluzione di Ottobre, senza escludere rassegne personali di rinomati artisti contemporanei. Sono le mostre in programmazione nei prossimi mesi del 2017 alle Gallerie degli Uffizi di Firenze.

  • FIRENZE | Agli Uffizi slow art sempre più protagonista, c’è il biglietto che dura 5 giorni: calma e relax per godere della bellezza

    Il Passepartout 3 Days cresce e si trasforma con effetto immediato: allo stesso prezzo adesso consente di visitare tutti i musei del complesso (più Archeologico nazionale e Opificio delle Pietre Dure) con durata di cinque giorni anziché tre. Nei primi due mesi dopo il lockdown 111.595 alla Galleria delle Statue e delle Pitture: il 7,2% ha scelto il Passepartout, lo scorso anno era stato il 5,4%.

  • FIRENZE | Iniziano le tariffe di bassa stagione: da novembre a febbraio agli Uffizi e a Palazzo Pitti si entra quasi a metà prezzo

    Fino al 28 febbraio 2021 si entra a costo ridotto alle Gallerie degli Uffizi di Firenze. Per gli Uffizi si pagheranno 12 euro anziché 20, per Palazzo Pitti 10 euro anziché 16. A Palazzo Pitti inoltre è già attiva un'ulteriore agevolazione: chi entra prima delle 9,25 paga la metà del prezzo (dal 1 novembre, dunque bassa stagione, 5 euro). Nel biglietto è inclusa la possibilità di accedere gratis per i successivi cinque giorni anche al Museo Archeologico e al Museo dell’Opificio delle Pietre Dure, secondo gli accordi validi già da qualche anno.

  • Gioielli agli Uffizi: percorso tra i misteri delle gemme dipinte nei capolavori del museo

    Una nuova mostra virtuale visitabile online sul sito delle Gallerie degli Uffizi di Firenze su un tema decisamente intrigante: le gemme dipinte nei capolavori del museo e i misteri che spesso evocano. L'iniziativa sull'onda di un incredibile successo online: mostre virtuali con 3,7 milioni di visite, +3.500% rispetto al periodo precedente al lockdown del Coronavirus.

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...