cultura - Turismo Italia News

  • Agli Uffizi cresce l’offerta educativa: arriva l’elenco per gli educatori museali, è il primo in Italia e si rinnova ogni anno

    Un elenco di operatori con esperienza nell’educazione museale, realizzato con l’obiettivo di reperire professionisti ai quali affidare incarichi di progettazione e conduzione di attività didattiche e laboratori con bambini, ragazzi, famiglie, disabili. Primo nel suo genere, se ne sono dotate le Gallerie degli Uffizi, dopo aver stilato un apposito bando, con la volontà di potenziare i servizi educativi a disposizione del complesso; all’elenco potranno attingere non solo gli Uffizi ma anche altri musei o luoghi della cultura statali al fine di reclutare personale per realizzare iniziative del settore.

  • Agli Uffizi di Firenze la pittura del Cinquecento torna grande protagonista: 14 nuove sale per i maestri veneti e fiorentini [VIDEO]

    “Un'operazione gigantesca, è come un museo dentro il museo”: così l'ha definita il direttore Eike Schmidt. Alle Gallerie degli Uffizi di Firenze la pittura del Cinquecento torna grande protagonista: 14 nuove sale per i maestri veneti e fiorentini, 105 dipinti per oltre 1.100 metri quadrati di arte.

  • Agli Uffizi i cieli del Rinascimento protagonisti di una mostra per la prima volta: i disegni di Michelangelo, Sangallo e Vasari

    Il soffitto metafora del cielo. Forme quadrate, rettangolari o ottagonali tutte riccamente decorate invitano i visitatori delle chiese e dei palazzi rinascimentali a sollevare gli occhi al cielo. Da elemento costruttivo nato per proteggere gli ambienti a ornamento che fonde nel suo insieme tutte le arti. Per la prima volta il Gabinetto dei Disegni e delle Stampe degli Uffizi dedica una mostra ad un singolo elemento architettonico. I disegni per soffitti di Michelangelo, i Sangallo e Vasari raccontano la genesi e l’ornamento di importanti edifici e chiese.

  • Ai piedi del Monte Murano c’è la gemma artistica più preziosa: tra Barocco e Rococò ecco il tesoro di Serra San Quirico

    Eugenio Serlupini, Serra San Quirico / Marche

    E’ uno dei più perfetti e ben conservati interni tra Barocco e Rococò, una gemma preziosa del patrimonio artistico e culturale italiano che non ti aspetti di trovare quando arrivi a Serra San Quirico, in provincia di Ancona. Eppure la Chiesa di Santa Lucia è incastonata nel cuore di questo antico borgo medievale ai piedi del Monte Murano, nel Parco naturale regionale della Gola della Rossa e di Frasassi. Stucchi, decorazioni, altari lignei e un organo prezioso danno vita ad uno scenografico insieme che emoziona e addirittura commuove per la sua bellezza.

  • Al via a Recanati il progetto “Infinito Leopardi”: un evento lungo un anno tra mostre, spettacoli e pubblicazioni

    Un evento lungo un anno tra mostre, spettacoli, conferenze, pubblicazioni, anche rivolte alle nuove generazioni, per sollecitare la necessità di tornare al “pensiero leopardiano”. A Recanati, nlle Marche, dal 21 dicembre al 19 maggio 2019 poesia e arte insieme per le celebrazioni del bicentenario dalla stesura de L’Infinito. Il cuore del progetto è rappresentato dall’esposizione straordinaria a Villa Colloredo Mels del manoscritto vissano del celebre componimento.

  • Alalia, la battaglia che ha cambiato la storia: al Museo di Vetulonia la mostra che è già un grande evento internazionale

    “La Màχe (battaglia) del mare detto Sardonio, tra i Focei di Alalìe in Corsica e forse di Massalìe (Marsiglia), da una parte e i Cartaginesi e gli Etruschi, dall’altra, fu l’evento capitale del Mediterraneo centro occidentale del VI secolo a.C., che decise le sorti delle due isole tirreniche di Kyrnos (Corsica) e Sardò (Sardegna)”… All’evento che ebbe luogo intorno al 540 a.C. al largo delle acque di Alalia, nello spazio tirrenico compreso fra la Corsica, l’Elba e il litorale toscano, il Museo di Vetulonia dedica la mostra-evento 2019. Fino a domenica 3 novembre 2019. Fino a domenica 3 novembre 2019.

  • Alasia, a Limassol il boutique hotel che racconta l'accoglienza millenaria dell'Isola di Cipro

    Giovanni Bosi, Limassol / Cipro

    Il nome è impegnativo perché fa riferimento alla storia antica di Cipro, l'Isola di Afrodite. Ma a ben guardare è un impegno che si traduce in un patto con gli ospiti: accoglienza (come amano fare i ciprioti), qualità (come lo stile di vita mediterraneo) e decisamente friendly. Non a caso questo Boutique Hotel è stato chiamato più volte dai suoi ospiti “una vera casa lontano da casa” essendo una delle strutture ricettive più antiche di Limassol gestita dalla stessa famiglia di albergatori dal 1963. E' l'Alasia, siamo andati a vederlo.

  • Alba Fucens, la città degli antichi Romani che nel Parco Sirente Velino continua a stupire il mondo

    Eugenio Serlupini, Alba Fucens / Abruzzo

    Non solo la sua storia intrigante, ma anche le sue mura arrivate sino a noi fanno di questo antico centro romano una testimonianza da vedere e da studiare. Per essere stata considerata sempre una città ben fortificata è stata il luogo di prigionia di personaggi importanti come Siface, Perseo di Macedonia e Bituito. Un luogo tutto da scoprire, a pochi chilometri da Roma. E’ Alba Fucens, a metà strada fra il Tirreno e l'Adriatico.

  • Albania: a Butrinto una speciale combinazione di archeologia, monumenti e natura del Mediterraneo

    Giovanni Bosi, Butrinto / Albania

    Il luogo più affascinante è probabilmente il teatro. Guardando verso gli spalti sembra quasi di cogliere i volti concentrati dei suoi spettatori o sentire gli applausi diretti agli attori impegnati nella rappresentazione di una commedia o di una tragedia. Siamo a Butrinto, nel sud dell’Albania, ad una ventina di chilometri dalla moderna Saranda. Questo sito inscritto dall’Unesco nella World Heritage List si svela al visitatore con la sua speciale atmosfera creata dalla combinazione di archeologia, monumenti e natura del Mediterraneo.

  • All Routes Lead To Rome, l’economia della bellezza: idee per la valorizzazione dello straordinario patrimonio culturale del Paese

    Una piattaforma di incontro, di confronto e di promozione delle antiche vie di storia, di cultura e di pellegrinaggio che attraversano il Bel Paese. E’ “All Routes Lead To Rome”, la manifestazione che si svolge annualmente a Roma, nata in occasione del Giubileo della Misericordia, e che intende raccontare l'Italia più autentica. L'edizione 2017 è in calendario dal 17 al 26 novembre a Palazzo Massimo, sede del Museo Nazionale Romano.

  • Alla ricerca dell’Arca perduta: a Echmiadzin, in Armenia, in un’antica chiesa c’è un pezzo della barca di Noè

    Giovanni Bosi, Echmiadzin / Armenia

    Avete mai visto la leggendaria Arca di Noè? Un frammento di quella che può essere ben più di un simbolo o di un racconto biblico, è conservato in Armenia nella cattedrale madre di Echmiadzin, oggi Patrimonio dell’Unesco. Siamo andati a vederlo: quando ci si trova al cospetto dei frammenti di legno ritenuti essere parte della grande imbarcazione costruita da Noè su indicazione divina per sfuggire al Diluvio universale, non mancano suggestioni e interrogativi.

  • Alla scoperta del Mudéjar: in Aragona lo stile della convivenza delle culture è patrimonio Unesco

    Giovanni Bosi

    E’ la terra in cui è nato il grande pittore Francisco Goya, in cui si trovano rinomate stazioni sciistiche e dove si gustano eccellenti piatti tipici. Ma in Aragona, regione nel nord-est della Spagna, c’è anche dell’altro. Come il mudéjar, un'espressione artistica unica dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco perché espressione della convivenza delle culture: è un’impronta senza pari lasciata dagli artigiani musulmani sugli edifici cristiani durante il Medioevo.

  • Alla scoperta delle architetture segrete di Djerba: antichi caravanserragli sono oggi caffè, centri culturali e hotel di charme

    Giovanni Bosi, Djerba / Tunisia

    E’ rimasta straordinariamente autentica e questo nonostante la sua posizione privilegiata nel Mediterraneo ne abbia fatto una delle mete turistiche più amate. C’è dunque da pensare che sia proprio la capacità di tutelare il suo territorio, le sue tradizioni e il suo patrimonio a fare di Djerba un luogo adattissimo dove trascorrere un periodo di vacanza. Senza rinunciare al fascino di un’atmosfera tunisina rimasta immutata. Nonostante tutto.

  • Alla scoperta di El Gugul, il rione luogo simbolo dei pescatori: a Fano, in riva all’Adriatico, c’è una sorpresa dietro l’altra

    Il suo destino è da sempre legato al mare ed è proprio sulle antiche vie del porto che sorge uno dei quartieri più belli della città: El Gugul. Il rione è il luogo simbolo dei pescatori fanesi (chiamati i purtulòt), nonché la parte più autentica della città. Il pittoresco quartiere, caratterizzato dalle piccole case dei pescatori, è dominato da un’esplosione di colori vivaci che arricchiscono le facciate delle varie abitazioni: immagini e colori legati alla storia e che rispecchiano l’antica tradizione marinara. Dove? A Fano, nelle Marche.

  • Alle Terme dell’imperatore Vespasiano: a Cittaducale si rilancia il sito archeologico che ha molto da raccontare

    Giovanni Bosi, Cittaducale / Lazio

    Portano il nome di un grande imperatore romano del passato, gloria della Sabina e ricordato dalla storia come il riorganizzatore dell’impero, nel quale riuscì a riportare equilibrio politico. Lui è Vespasiano, vissuto tra il 9 e il 79 avanti Cristo, e il luogo sono le antiche Terme lungo la Via Salaria a Cittaducale, nel Lazio. Un sito archeologico di grande interesse, per il quale scatta l’opportuna valorizzazione.

  • Allegria Atlantica: a Cadice per trovare le chiavi della piccola e lucente città bianco-gialla (la più antica del mondo occidentale)

    E’ la città più antica del mondo occidentale, perché le sue origini si devono nientemeno che 3.000 anni fa ad opera dei Fenici. Oggi Cadice, piccola e lucente città bianco-gialla della Spagna, è la testimonial delle varie popolazioni e culture che si sono susseguite nel corso dei secoli, di cui rimangono ancora oggi importanti influenze che segnano il carattere dei locali. Perché non andarci, dunque?

  • Almanacco Barbanera, la Memoria del Mondo dispensa la sua saggezza anche per il 2019

    Angelo Benedetti, Foligno / Umbria

    Buone pratiche consapevoli, sostenibili, in armonia. Si rinnova l’appuntamento con l’almanacco più amato in Italia, consultato da generazioni e generazioni, tanto da essere stato riconosciuto dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità come «Memory of the World Register». Ovviamente è il Barbanera, con cui trascorrere insieme anche il 2019.

  • Amore a prima vista: a Tivoli la straordinaria Villa Adriana racconta fasti e vizi dell’Imperatore che la ideò

    Angelo Benedetti, Tivoli / Lazio

    Un capolavoro che riunisce in modo unico le più alte espressioni delle culture materiali del mondo antico mediterraneo. E di fatto combina i migliori elementi del patrimonio architettonico di Egitto, Grecia e Roma nella forma di una “città ideale”. Villa Adriana a Tivoli, vicino a Roma, è un eccezionale complesso di edifici classici sorti nel II secolo d.C. per volere dell’imperatore romano Adriano. Lo studio dei monumenti che la compongono ha avuto un ruolo cruciale nella riscoperta degli elementi dell’architettura classica da parte dei progettisti del periodo rinascimentale e barocco, fino ad influenzare profondamente anche molti designer del XIX e XX secolo.

  • Andrea Mantegna, rivivere l’antico costruire il moderno: a Palazzo Madama a Torino mostra sull'artista rinascimentale

    E' uno dei più importanti artisti del Rinascimento italiano, in grado di coniugare nelle proprie opere la passione per l’antichità classica, ardite sperimentazioni prospettiche e uno straordinario realismo nella resa della figura umana. Il 12 dicembre apre a Torino, nelle sale monumentali di Palazzo Madama, una grande esposizione che vede protagonista Andrea Mantegna. Fino al 4 maggio 2020.

  • Angelokastro, il castello di Corfù a strapiombo sul mare: pirati e Ottomani non sono mai riusciti ad espugnarlo

    Giovanni Bosi, Corfù / Grecia

    Imponente, indomito, inespugnabile. Ancora oggi sono queste le sensazioni che suscita Angelokastro, la splendida rocca costruita a poca distanza da Paleokastritsa, sulla costa occidentale di Corfù, l’isola ionia greca che in fatto di testimonianze storiche ha molto da raccontare. E’ suggestivo impegnare la “scalata” del castello bizantino poco prima del tramonto, quando il Sole dona colori dorati ai resti dell’antica struttura a strapiombo sul mare.

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...