Egitto: l’antica festa di Opet rivive a Luxor per l’inaugurazione del restaurato Viale delle Sfingi

images/stories/varie_2021/Luxor_VialeDelleSfingi01.jpg

 

Angelo Benedetti

C’è un motivo in più per tornare a visitare uno dei luoghi più affascinanti dell’Egitto, un’icona dell’archeologia e di un periodo storico amatissimo quanto generoso di continue sorprese. Il Viale delle Sfingi e i templi di Karnak e Luxor si presentano con un’immagine inedita dopo i grandi lavori di restauro portati a termine dal ministero del Turismo e delle Antichità. Con centinaia di statue con teste di ariete e statue di sfingi su entrambi i lati, il viale si estende per 2.700 metri: veniva utilizzato una volta all’anno durante la festa di Opet, quando gli antichi Egizi sfilavano portando le statue di Amon e Mut in una rievocazione simbolica del loro matrimonio. Al tempio di Luxor, Amon fu magicamente trasformato in Min, il dio della fertilità.

 

(TurismoItaliaNews) Per secoli è stata sommersa dalla sabbia, finendo nell’oblio. Sorte comune alla quasi totalità dei luoghi simbolo della storia dell’antico Egitto. Il lavori degli archeologi è durato decenni per riportarla alla luce e altrettanti per restaurarla, ricomponendo l’immagine di un luogo ancora misterioso per certi versi, di sicuro ammaliante e suggestivo. Chiamata in passato “Wat Nether“, ovvero “La via di Dio”, la riapertura del Viale delle Sfingi, è avvenuta con una grande e sfarzosa cerimonia che ha riproposto in chiave moderna l’antica festa egizia di Opet che veniva celebrato oltre 5.000 anni fa nel secondo mese della stagione delle inondazioni. La costruzione della Strada iniziò secondo gli studiosi durante il regno di Amenofi III della XVIII dinastia, che avviò la costruzione del Tempio, anche se il completamento è da attribuire al regno di Nectanebo I, fondatore della trentesima dinastia. La sua riscoperta si deve all’archeologo egiziano Zakaria Ghineim, che nel 1949 ha riportato alla luce le prime otto statue di sfinge di fronte al tempio.

Egitto: l’antica festa di Opet rivive a Luxor per l’inaugurazione del restaurato Viale delle Sfingi

Egitto: l’antica festa di Opet rivive a Luxor per l’inaugurazione del restaurato Viale delle Sfingi

Egitto: l’antica festa di Opet rivive a Luxor per l’inaugurazione del restaurato Viale delle Sfingi

La nuova illuminazione artistica del Tempio di Luxor e del Viale ha gradualmente “acceso” la scena con il tempio di Hatshepsut e le statue di Memnone, mentre raggi laser si sono incrociati in cielo. L'artista Mohamed Hamaki è stato l’interprete protagonista di una canzone di benvenuto mentre un film-documentario ha illustrato la grande attrazione che Luxor esercita sul turismo internazionale, con la partecipazione di blogger e youtuber come Amr Wahba, Bassant Nour El din, Logina Salah e l’attrice Asmaa Abou El-Yazid. E’ toccato poi a Mostafa El-Saghier, il direttore del tempio di Karnak, a Mostafa Waziry e a El Enany mettere in evidenza l’esperienza unica che i turisti possono vivere nel sito archeologico.

Lo spettacolo è proseguito con una vera e propria ricostruzione storica basata sulle decorazioni esistenti sulle pareti orientale e occidentale del grande colonnato del Tempio di Luxor, risalenti al regno del re Tutankhamon: dall’interno è partito un corteo in costume per il trasferimento di tre antiche barche cerimoniali egizie verso il tempio di Karnak con la trinità degli dei Amon, Mut e Khonsu, richiamando così l’antica celebrazione per la stagione delle inondazioni, la festa di Opet appunto. In questo rituale veniva evidenziato l’incontro di Amon-Ra con sua moglie Mot, mentre il rinnovamento della nascita è il tema principale nella celebrazione.

Egitto: l’antica festa di Opet rivive a Luxor per l’inaugurazione del restaurato Viale delle Sfingi

Egitto: l’antica festa di Opet rivive a Luxor per l’inaugurazione del restaurato Viale delle Sfingi

Egitto: l’antica festa di Opet rivive a Luxor per l’inaugurazione del restaurato Viale delle Sfingi

Le due pareti del grande colonnato del Tempio di Luxor spiegano con una quantità straordinaria di dettagli, la celebrazione della festa di Opet, ricorrenza sacra dedicata proprio ad Amon, il dio ariete di Tebe, che si iniziò a celebrare durante il Nuovo Regno (1558 a.C.). La triade tebana, composta dalle statue di Amon, la sposa Mut ed il figlio Khonsu, usciva dal tempio di Karnak e veniva portata nella cappella del Sud del grande tempio di Luxor costruito principalmente per la celebrazione di questa ricorrenza. Gli Egizi avevano due tipologie di feste, quelle definite “astronomiche”, cioè legate agli astri e quelle “dei tempi dell’anno” legate alle stagioni ed alle quali apparteneva la festa di Opet. Altre iscrizioni sono state trovate nel Tempio di Khonsu nell’area dei Templi di Karnak, che si aggiungono alle scene “registrate” dagli artisti della regina Hatshepsut nei templi di Karnak. Ulteriori immagini possono essere viste anche nel Tempio Ramesseum di Edfu, nel Tempio di Medinet Habu e nelle tombe dei nobili sulla terraferma occidentale. Non solo, perché la celebrazione di Opet è stata documentata pure nella sala con pilastri del Tempio di Luxor, costruita dal re Amenofi III.

La celebrazione della Festa sarebbe proseguita fino al periodo tolemaico. Gli archeologi hanno evidenziato che il rito era molto importante in quanto il popolo non aveva accesso alle cerimonie, non poteva oltrepassare il primo pilone del tempio e quindi poteva adorare le divinità solo quando le statue sacre uscivano all’esterno dove venivano consultate come oracoli le cui risposte scaturivano dall’oscillazione che esse avevano.

Egitto: l’antica festa di Opet rivive a Luxor per l’inaugurazione del restaurato Viale delle Sfingi

Egitto: l’antica festa di Opet rivive a Luxor per l’inaugurazione del restaurato Viale delle Sfingi

Egitto: l’antica festa di Opet rivive a Luxor per l’inaugurazione del restaurato Viale delle Sfingi

La meravigliosa cerimonia di Luxor si è infine conclusa con uno spettacolo pirotecnico.

Per saperne in più

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...