Nella cantina dei filosofi greci: in Emilia, tra Langhirano e Felino, nasce la Malvasia pluripremiata di Michele Cerdelli

images/stories/varie_2023/CantineCiardelli_Langhirano_01.jpg

 

Giovanni Bosi, Langhirano / Emilia Romagna

Vini che si chiamano come i grandi filosofi greci. Un rimando neppure velato se si considerano due aspetti: su queste colline si coltiva la Malvasia, vitigno arrivato proprio dalla Grecia, terra con la quale si è stabilito un indissolubile rapporto di condivisione, come sta dimostrando il Gal del Ducato con il suo progetto transnazionale Malvasia Myth. E poi la coltivazione della vite e la produzione del vino possono tranquillamente assurgere ad uno stile di vita, ovvero ad una filosofia di vita. Perché basta guardarsi intorno e godersi la bellezza dei Colli parmensi per comprendere una scelta votata alla coltivazione della terra. Siamo in Emilia, a due passi da Felino e Langhirano (la patria del Prosciutto di Parma) e qui in località Case Manfredelli, neanche a dirlo, nasce una pluripremiata Malvasia.

 

(TurismoItaliaNews) La curiosità è tanta quando arriviamo alle Cantine Cerdelli. Socrate, Talete, Eraclito, Ippocrate, Democrito, Plutarco, Zenone, Aristotele ci incuriosiscono davvero. Sono i grandi filosofi greci, ma anche i nomi dei vini che Michele Cerdelli, enologo ed agronomo, produce con impegno e soddisfazione. Lui è un giovanotto che ad un certo punto si è reso conto di aver un X Factor che lo avrebbe reso vincente sul mercato: con un vigneto di 2 ettari e mezzo che si affacciano sulla valle e baciati dal sole, una selezione del grappolo in vigna a metà settembre, la raccolta a mano ed una piccola produzione nella cantina a conduzione familiare nata nel 2016, si è trovato proiettato nell'olimpo dei produttori blasonati e premiati. Come il Talete Colli di Parma Malvasia Doc Frizzante, vincitore della Casèta d'Or nel 2018, 2019 e 2023, l’ambito premio assegnato da una giuria di esperti alla migliore Malvasia tra quelle proposte dalle cantine del Consorzio di tutela dei Vini dei Colli di Parma.

Nella cantina dei filosofi greci: in Emilia, tra Langhirano e Felino, nasce la Malvasia pluripremiata di Francesco Cerdelli

Nella cantina dei filosofi greci: in Emilia, tra Langhirano e Felino, nasce la Malvasia pluripremiata di Francesco Cerdelli

Nella cantina dei filosofi greci: in Emilia, tra Langhirano e Felino, nasce la Malvasia pluripremiata di Francesco Cerdelli

Michele è un tipo pratico e guarda alla sostanza, anche se prima del gusto conquista i suoi estimatori con gli occhi, cominciando dalle etichette che puntualizzano con i colori la sua produzione. Tra i Bianchi il Socrate, spumante brut (Grechetto, Sauvignon Blanc); tra i Bianchi fermi il Democrito, Colli di Parma Malvasia Doc Fermo (Malvasia di Candia Aromatica 85%, Moscato bianco 15%); tra i Rossi frizzanti c'è Ippocrate, Colli di Parma Rosso Doc Frizzante (Barbera 70%, Bonarda 30%); Eraclito, Lambrusco dell’Emilia Igt Frizzante (Lambrusco Grasparossa 85%, Barbera 15%); tra i Rossi fermi l'Aristotele, Colli di Parma Barbera Doc Fermo (Barbera in purezza) e il Plutarco, Barbera dell’Emilia Igt (Barbera in purezza, barricato).

“Degustiamo lentamente ogni cosa che facciamo – spiega Michele Cerdelli - l’attività principale della nostra azienda agricola è la coltivazione dell’uva e la sua trasformazione in vino e spumante. Una produzione limitata, che si pone come obiettivo la qualità: a partire dalla vendemmia, che viene eseguita rigorosamente a mano per raccogliere una materia prima il più possibile integra e sana, alla produzione del vino, che viene prodotto nel rispetto delle più antiche tradizioni, con l’ausilio delle più moderne tecnologie a disposizione. Questa è la nostra filosofia, e noi cerchiamo di portarla avanti con coraggio e fiducia, senza perderci nel vuoto di senso e nel caotico mondo in cui viviamo. Perché crediamo nelle nostre radici e nella forza di un territorio che può darci ancora tanto, a partire dal futuro”.

Nella cantina dei filosofi greci: in Emilia, tra Langhirano e Felino, nasce la Malvasia pluripremiata di Francesco Cerdelli

Nella cantina dei filosofi greci: in Emilia, tra Langhirano e Felino, nasce la Malvasia pluripremiata di Francesco CerdelliNella cantina dei filosofi greci: in Emilia, tra Langhirano e Felino, nasce la Malvasia pluripremiata di Francesco Cerdelli

Nella cantina dei filosofi greci: in Emilia, tra Langhirano e Felino, nasce la Malvasia pluripremiata di Francesco Cerdelli

La produzione si aggira sulle 15mila bottiglie, indirizzate essenzialmente alla ristorazione e alle enoteche. E a proposito del suo Talete, Michele commenta: “Le domande possono essere morbide, delicate, discrete. Oppure frizzanti e secche, con un aroma spiccato e deciso. Sono queste ultime ad essere le domande migliori. Domande che, se ben poste, hanno il potere di cambiare il mondo. Come la domanda che si pose Talete, quando si chiese quale fosse il principio assoluto sottostante ad ogni cosa, segnando l’inizio della filosofia occidentale. Perché il pensiero non chiede permesso: è spiazzante, diretto, disarmante, aromatico e dai profumi intensi, proprio come una Malvasia doc”. Per capirne di più è imperdibile un giro per i vigneti e farsi spiegare da questo giovane produttore idee e progetti di sviluppo, in cui evidentemente l'enoturismo si rivela l'ulteriore carta vincente.

Dove: Strada per Tordenaso, 36/A - Langhirano (Pr)
cantinecerdelli.com
castellidelducato.it
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
parmapoint.it

Nella cantina dei filosofi greci: in Emilia, tra Langhirano e Felino, nasce la Malvasia pluripremiata di Francesco Cerdelli

Nella cantina dei filosofi greci: in Emilia, tra Langhirano e Felino, nasce la Malvasia pluripremiata di Francesco Cerdelli

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...