A Recanati la grande Opera si ascolta e si guarda tra i capolavori dell’arte: ecco la musica come non si è mai vista

Stampa
images/stories/marche_Recanati/VillaInCantoRosaNinivaggi3.JPG
turismo   italia   news   turismoitalianews   arte   Marche   cultura   museo   musica   opera   Recanati   Lorenzo Lotto   Villa Colloredo Mels  

Giovanni Bosi, Recanati / Marche

La musica come non si è mai vista. E sì, perché a Recanati, la città di Giacomo Leopardi, la musica non solo si ascolta, ma si può anche guardare da molto vicino. La proposta è quella di “Villa InCanto”, la rassegna che unendo i palcoscenici più insoliti e belli di Londra, Roma e della città marchigiana, mette vis-à-vis esecutori ed artisti. In cornici più uniche che rare.

 

(TurismoItaliaNews) Nella città della poesia e del bel canto per antonomasia, Villa Colloredo Mels è la sede dei musei civici di Recanati, articolati in varie sezioni con testimonianze che documentano la storia e l’arte di questi luoghi. Con nomi altisonanti come quello di Lorenzo Lotto, il cui splendido Polittico di San Domenico datato 1508 (dunque l’opera più ricca e articolata dell’attività giovanile del grande pittore veneto) diventa il prezioso sfondo di un modo nuovo ed esaltante di vivere l'Opera. In che modo ce lo spiega Antonio Perticarini, direttore del Museo comunale: “ Nello splendore di Villa Colloredo Mels, circondati dagli inestimabili capolavori di Lorenzo Lotto, si può assistere da protagonisti alle più famose opere del repertorio lirico”.

Alessandro Battiato

La Traviata, il Trovatore, il Rigoletto, l’Aida, la Bohème, Madama Butterfly, la Tosca prendono così forma e consistenza con le voci e i volti dei cantanti più famosi, quelli che calcano le scene della Scala di Milano, dell’Arena di Verona o dello Sferisterio di Macerata: “Attraverso le loro voci sapranno conquistare ed emozionare come mai prima il pubblico che li osserva e li ascolta direttamente a pochi metri da loro. I ricercati costumi dei cantanti, gli stucchi e i dipinti del Trecento e Quattrocento si trasformano in eccezionale complemento scenografico. E durante l’intervallo si potranno ammirare, con nostra guida, i capolavori ed i dipinti esposti nelle sale del museo, come l’affascinante Trasfigurazione, l’altro capolavoro di Lotto influenzata da Raffaello, o l’indimenticabile Annunciazione”.

Per il 2015 la rassegna di “Villa InCanto” è in programma per i mesi di luglio ed agosto con la direzione artistica affidata al maestro Riccardo Serenelli: “Cantanti di fama internazionale si esibiscono a due metri dal pubblico – ci spiega – questa vicinanza gratifica gli artisti e per chi assiste è un’esperienza irripetibile, soprattutto se il tutto si svolge davanti al Polittico di Lorenzo Lotto. Il museo deve dare emozioni, qui a Villa Colloredo Mels c’è un’ottima acustica e il gioco diventa così inevitabilmente l’emozione. E’ una formula che piace moltissimo e che viene anche molto copiata…”.

Da sinistra Alessandro Battiato, il direttore artistico Riccardo Serenelli, l'assessore Armando Taddei, Rosa Ninivaggi e Renato Cordeiro

Lo stile è quello del salotto musicale, con i celebri capolavori della lirica presentati in toccanti rivisitazioni d'Opera eseguite da cantanti affermati che si esibiscono con l’accompagnamento del pianoforte. E’ proprio la sapiente regia di Riccardo Serenelli a mantenere intatte l'integrità e la grandiosità della trama restituendo forza emotiva e pienezza, catturando il pubblico per circa un'ora e un quarto di rappresentazione. “Siamo molto soddisfatti di questa proposta perché qui a Recanati si respira aria di cultura – sottolinea Armando Taddei, assessore comunale al turismo e marketing territoriale - la rappresentazione ha l’obiettivo di far conoscere una delle più significative forme d’arte italiana nel mondo, con un format che si rivolge a gruppi turistici di ogni nazionalità o alle aziende che vogliono organizzare meeting. Il progetto prevede anche una visita guidata emozionale a Recanati, attraverso un itinerario sensoriale per gustare davvero la città della poesia e del canto, una visita guidata nei luoghi più suggestivi come quelli legati a Beniamino Gigli per scoprire fra ricordi e canti la vita del più famoso tenore di tutti i tempi; oppure la straordinaria escursione arricchita da momenti poetici-letterari e lirico-musicali”.

“La Parola d'ordine è ‘emozione’ – chiosa il maestro Riccardo Serenelli - minuziosamente ricercata in ogni istante dell’opera grazie all’abilità interpretativa degli artisti che sono guidati e preparati ad andare oltre il puro tecnicismo per trasmettere emozioni e riversarle sul pubblico. L’interazione con il pubblico e la vicinanza degli artisti rendono lo spettacolo ancora più vero. Aneddoti e curiosità dell’opera e dei suoi aspetti musicali, raccontati anche in lingua inglese, intervallano la rappresentazione condotta sempre in forma ironica e accattivante”.

Rosa Ninivaggi

Recanati da sempre nell’offerta culturale delle Marche è in vetta nell’indice di gradimento: l’universalità di Giacomo Leopardi è riconosciuta da tutti e lo ha dimostrato ulteriormente l’onda mediatica del grande successo ottenuto da “Il giovane favoloso”, il film sulla vita del poeta diretto dal regista Mario Martone, senza dubbio la sorpresa cinematografica del 2014 con oltre un milione di spettatori e sei milioni di euro d’incasso.

Ma “Villa InCanto”, oltre agli appuntamenti recanatesi, ha pure altre location: a Roma l’Oratorio dell’Arciconfraternita dei Bergamaschi in via di Pietra, e a Londra al Normansfield Theatre Teddington.

 
Villa Colloredo Mels prende il suo nome dal casato friulano dei Colloredo, arrivati nelle Marche nel Seicento, ma che era già residenza dei nobili Flamini. Dal 1998, il palazzo ospita i musei civici di Recanati, articolati in varie sezioni con testimonianze che documentano la storia e l’arte di Recanati dalla preistoria ai giorni nostri. La sezione archeologica permette di conoscere l’organizzazione di una comunità neolitica che visse in quest’area e che scomparve durante l’età del ferro. La pinacoteca, che conserva capolavori del Trecento e Quattrocento come le tavole di Pietro Domenico da Montepulciano e di Ludovico da Siena, è famosa soprattutto per il corpus di opere straordinarie del pittore veneto Lorenzo Lotto (1490-1556). Si spazia quindi da un suo capolavoro giovanile come il Polittico di San Domenico (1508) all’affascinante Trasfigurazione, influenzata da Raffaello ma di totale impostazione anticlassica, per finire con l’indimenticabile Annunciazione, capolavoro assoluto del Maestro. La sezione di Pittura Moderna raccoglie una ricca collezione di ceramiche dell’artista recanatese Rodolfo Ceccaroni.
Il sito del Museo di Villa Colloredo Mels
Via Gregorio XII - 62019 Recanati
Tel. 071-7570410
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Una veduta di Recanati

Lorenzo Lotto, il Polittico di San Domenico (1508)

Il polittico è l'opera più ricca e articolata dell'attività giovanile del Lotto e si configura come sintesi visiva di un percorso formativo complesso e di rimandi culturali. Realizzato nel 1508 per conto dei Padri Domenicani di Recanati, con il contributo economico del Comune e della Confraternita di Santi Lucia, era munito in origine anche di una predella, poi smembrata e dispersa. Le figure scorciate del santi attorno al trono della Vergine, poste all'interno di uno spazio architettonico-prospettico di ascendenza bramantesca, sono rischiarate da una luce radente, fredda e cristallina che mette in risalto il plasticismo antonelliano delle figure colte in confidenziale colloquio e comunione spirituale tra loro. L'Ordine Domenicano vi è rappresentato nella pienezza della sua virtù teologica e della capacità di martirio attraverso i suoi santi più significativi, accostati ai patroni celesti della città di Recanati, Vito e Flaviano. L'ombra di una picca attraversa il pannello centrale e punta direttamente verso San Domenico sul quale si concentra l'attenzione dei presenti.

In alto, il direttore del Museo di Villa Colloredo Mels, Antonio Perticarini e, sotto, il Polittico

Per saperne di più

Il sito del Comune di Recanati www.comune.recanati.mc.it

Il sito della rassegna Villa InCanto www.villaincanto.eu

 

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...