Il passato che ritorna, nuova vita del Larnaka Club: a Cipro si recupera Casa Mattei, che racconta un'eredità italiana

Stampa
images/stories/cipro/Larnaka_CasaMattei.jpg

 

Costruita alla fine del diciottesimo secolo, fu fortemente voluta da Giacomo Mattei, mercante e proprietario terriero, imparentato con la nobile e potente famiglia di Roma e Firenze che vanta nove cardinali tra cui Gregorio, che divenne papa Innocenzo II. Ora questo edificio torna al suo originario splendore: Casa Mattei è stata ristrutturata dall’Ufficio per il Turismo della Regione di Larnaka, con la sponsorizzazione del Deputy Ministry of Tourism. Di fatto è una delle costruzioni più significative della città e parte integrante della sua storia millenaria.



(TurismoItaliaNews) Intorno all’anno 1780 I due fratelli, Giacomo - detto Giacometto - e Giovanni Marino nativi di Ragusa di Dalmazia – attuale Dubrovnik – approdarono a Cipro, come altri loro connazionali, in cerca di fortuna. In breve tempo riuscirono a diventare importanti proprietari terrieri e uomini d’affari di tutto rispetto, ricoprendo anche il prestigioso ruolo di consoli per la Prussia, Giacometto, e Marino della loro città natale. Nel corso del diciottesimo secolo e per gran parte del secolo successivo, la famiglia Mattei diventerà una delle famiglie più ricche di Cipro e con la più grande proprietà terriera, subito dopo la Chiesa Ortodossa. I Mattei di Cipro hanno mantenuto la loro fede alla Chiesa Cattolica Romana e sono tutti sepolti nella chiesa di Santa Maria delle Grazie e al cimitero cattolico di Larnaka.

Larnaka, Agios Lazaros

Larnaka

Un mini-documentario racconta la storia della Casa, partendo da interviste a coloro che l'hanno vissuta prima come "English Club", e in seguito come “Larnaka Club” – dal 1955. Il video inizia con l’intervista al Dr. Iosif Hatzikyriakos, Direttore della Phivos Stavrides Foundation-Larnaka Archives, che narra la storia di Casa Mattei a partire dalle origini della famiglia stessa e dell’impatto che ha avuto sulla vita economica dell’isola, quindi descrive le caratteristiche architettoniche della magione. Nella seconda metà del diciottesimo secolo, con l'arrivo degli inglesi a Cipro (1878), la casa fu trasformata in Club per dipendenti pubblici e militari, il rinomato "English Club", diventando il fulcro dell’élite locale. La Casa fu anche dotata del primo campo da tennis dell'isola, costruito in cemento bianco.  Dimitrios Z. Pieridis, presidente della Fondazione Pierides e la signora Leda Sandama, ex membri del club, continuano il viaggio nella memoria dell’edificio.

Entrambi, da adolescenti, giocavano nel campo da tennis che restava accessibile soltanto fino alle ore 16.30, giusto in tempo per l’inizio del rito del tè pomeridiano alle 17. I frequentatori del club avevano a disposizione una sala di lettura e altre stanze dedicate solo alle donne o agli uomini. Continuando a puntare sul turismo sostenibile e sulla cultura, il Comune di Larnaka ha arricchito il suo prodotto turistico con il restauro della magione  che presto opererà, in pieno centro storico, come uno “Spazio multifunzionale di Creatività e Cultura" per tutti.

Larnaka, il lungomare

Per saperne di più
www.visitcyprus.com
larnakaregion.com
www.turismocipro.it

 

Cipro, a Lefkara paese dei pizzi e dei ricami: in un villaggio di montagna un patrimonio Unesco che il mondo intero apprezza

A Cipro per i buoni vini della tradizione mediterranea: con la Commandarìa si brinda con la storia

Nella grotta santa di Ayia Napa: a Cipro fra storie di fede e leggende legate ai Veneziani

A casa di Sofia per tradizione e devozione: il food di Cipro fra pane e formaggio Halloumi

Cipro, trekking d'autore tra Larnaka e Lefkosia: dove la posta viaggiava su cavalli, muli e cammelli lungo strade sterrate

Cipro: i profumi e i colori del Mediterraneo nella tradizione del vino. Come la Commandaria, produrla è un'arte

Alla scoperta dei vecchi fontanili di Cipro: nei villaggi dell’entroterra le tradizioni più autentiche dell’Isola di Afrodite

Il primo gatto addomesticato al mondo era di Cipro: a Krotiri c'è addirittura il monastero di Agios Nikolaos ton Gaton a dimostrarlo

La tradizione della Zivania: per il distillato di vinacce legato ai Veneziani del XIV secolo un festival sull’Isola di Cipro

Alasia, a Limassol il boutique hotel che racconta l'accoglienza millenaria dell'Isola di Cipro

Sull’isola del vino anche il gusto parla del dio Bacco: le (salsicce) Loukaniko Pitsilias di Cipro diventano Igp

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...