Mascherine Ffp3: quando e perché usare modelli con la valvola durante i tuoi viaggi

Stampa
http://www.turismoitalianews.it/images/stories/varie_2020/Coronavirus01.jpg
turismo   viaggi   sicurezza   Covid-19   mascherine Ffp3   informazioni  

Ffp3 è una sigla, ormai molto conosciuta, che permette di identificare una categoria di mascherine in grado di offrire il massimo livello di protezione. Le mascherine si dividono infatti in tre tipologie, Ffp1, Ffp2 e appunto Ffp3. Quest'ultime possono essere considerate le più sicure ma a loro volta si differenziano per tipologia, formato e per la presenza o meno di una valvola. Queste differenze sono determinate dalle diverse necessità che si possono trovare nei vari ambiti di applicazione. Ecco allora cosa è bene sapere quando ci si mette in viaggio…

 

(TurismoItaliaNews) In generale le mascherine Ffp3 sono molto importanti perché proteggono anche in caso di livelli di polvere molto elevati, come avviene in alcuni luoghi di produzione industriale e artigianale, aerosol di solidi e liquidi. Per quest'ultima funzione, queste mascherine risultano utili anche in ambito sanitario e chimico per prevenire i possibili contagi da virus e batteri. Le mascherine Ffp3 hanno quindi un livello di protezione maggiore rispetto alle altre perché sono in grado di filtrare più del 99% delle particelle e hanno una dispersione massima del 5%. I modelli con la valvola hanno la funzione di favorire l'esalazione e quindi di conseguenza di favorire la respirazione, soprattutto quando questo dispositivo viene usato per molte ore consecutive. Occorre però comprendere bene quando è il caso di ricorrere a questo speciale dispositivo.

Mascherine Ffp3: quando e perché usare modelli con la valvola durante i tuoi viaggi

Ffp3 con valvola in vacanza
La premessa è stata fondamentale perché ci ha permesso di comprendere come la Ffp3 sia il grado di protezione massimo ma anche come questo non sia strettamente collegato con la presenza della valvola. Le ffp3 con valvola sono dispositivi che favoriscono la respirazione quando un lavoratore si trova in contatto con polveri sottili per molte ore al giorno. Questa tipologia di mascherina è necessaria anche in ambito medico quando qualcuno è costretto a utilizzarla per molto tempo, in presenza di uno o più pazienti potenzialmente malati. Quindi quando vi è un rischio di contagio notevole.
Attualmente sono un ottimo supporto contro il coronavirus. Specialmente se si vuole viaggiare in sicurezza, infatti, portare con se le mascherine ffp3 significa poter visitare qualsiasi luogo anche in quei contesti dove è più difficile essere sicuri del distanziamento.
Le mascherine ffp3 con valvola sono indubbiamente più confortevoli perché evitano che si formi la condensa e facilitano la respirazione di chi le indossa. Questa tipologia di DPI resta la migliore in assoluto quando vi sono situazioni di rischio prolungato per molte ore e quando i lavoratori sono situati ad una distanza di sicurezza, superiore ad un metro e mezzo, tra loro.

Come scegliere tra i vari modelli con valvola
Le mascherine ffp3 con valvola possono avere una conformazione tra loro molto differente. Esistono infatti vari modelli che si adattano alla perfezione alle preferenze personali in materia di comfort e alle diverse situazioni.
Il modello a tre lembi, ad esempio, è ottimale per chi deve indossare anche degli occhiali, in quanto ne riducono l'appannamento. Le mascherine di tipo Uvex sono invece molto confortevoli, grazie ad un design pensato per assicurare un'aderenza ottimale al volto e grazie alla presenza di una clip che permette di regolare la pressione operata sul naso. La tipologia monouso ha delle fattezze universali e, come si capisce dal nome, è fatta invece per un unico utilizzo ed ha quindi il vantaggio di essere sempre pulita.
Le mascherine Moldex sono molto performanti nel loro livello di protezione e possono essere utilizzate fino ad un massimo di 20 volte. Sicuramente da menzionare anche le Alpha Solway che offrono una protezione costante nel tempo e un buon comfort anche durante un utilizzo prolungato. Questi sono soltanto alcuni esempi che permettono però di comprendere come la mascherina ffp3 possa essere un valore aggiunto in caso di esposizioni prolungate di una persona a situazioni di rischio e a qualsiasi tipologia di particolato possa essere presente nell'aria.
 

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...