Alto Adige Biologico, i migliori prodotti di un’area di eccellenza e tradizione protagonisti in un libro

Stampa
images/stories/libri/AltoAdigebiologico.JPG

Dopo oltre trent'anni di esperienza, i prodotti biologici altoatesini sono considerati l'eccellenza italiana: ad esempio, il 40% delle mele bio immesse sul mercato proviene dall'Alto Adige. In questo territorio il modello di agricoltura biologica votato allo sviluppo sostenibile e all’equilibrio ecologico non è una moda ma una tradizione. Risale infatti alla fine degli anni Settanta l'impegno degli agricoltori altoatesini di allontanarsi dai metodi di agricoltura convenzionali per sviluppare un modello agricolo sostenibile e attento all’ambiente. Di tutto questo si parla nel libro “Alto Adige Biologico. I migliori prodotti di un'area di eccellenza e tradizione” di Karoline Terleth.

 

(TurismoItaliaNews) Per garantire la qualità "bio" e tutelare il consumatore, oltre alle regole dettate dall’Unione Europea, i produttori dell’Alto Adige si sono assoggettati a restrittive autoregolamentazioni proprie dei consorzi bio riconoscibili dai marchi: Unione coltivatori alternativi, Bioland, Demeter, Gäa e Naturland. Le linee guida a cui si attengono i diversi consorzi variano nel dettaglio, ma tutti concordano sugli assunti di base: la salvaguardia della fertilità naturale del terreno, il risparmio energetico, i cibi sani e di alto valore nutritivo e il benessere degli animali.

Sono oltre cento i produttori selezionati e certificati di frutta e verdura secca, succhi, frutti di bosco e marmellate, vino, birra e distillati, prodotti a base di erbe, verdure e patate, cereali, latte e prodotti caseari, carne e pollame, uova, miele e pane che l'autrice Karoline Terleth ha selezionato e raccolto in "Alto Adige Biologico. I migliori prodotti di un'area di eccellenza e tradizione".

Una guida ai masi e alle latterie da non perdere, oltre ai negozi specializzati e a quelli che consentono l'ordine di prodotti da tutta Italia per gustare ovunque i sapori genuini del bio altoatesino. Il tutto è completato da ritratti di pionieri del biologico e di menti creative, nonché da invitanti descrizioni di delizie locali come la senape di albicocche e il più diffuso Schuttelbrot, croccante pane di segale. L’autrice. Karoline Terleth, nata a Bolzano nel 1985, ha studiato Scienze delle comunicazioni e biologia a Monaco. Si occupa di consulenza ecologica e ambientale per l’associazione Bioland Sudtirol e gestisce insieme ai familiari una tenuta biodinamica in Alto Adige.

“Alto Adige Biologico. I migliori prodotti di un'area di eccellenza e tradizione”
collana Alto Adige Folio Morellini Editore
www.morellinieditore.it
176 pagine - 12,90 euro

 

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...