La Via del Sale, su e giù per l’Appennino da Varzi a Recco: il libreria la guida per un turismo intelligente e consapevole

Stampa
images/stories/libri/LaViaDelSale_GianniAmerio.jpg
turismo   italia   news   turismoitalianews   guida   Liguria   Appennino   2020   libro   Morellini Editore   Varzi   Morellini   Via del Sale   Recco   Gianni Amerio  

Per un turismo intelligente e consapevole, a km 0 e low cost, ecco la guida all'antica mulattiera che in soli 3 giorni di cammino conduce dalla Pianura Padana fino al mare passando per le province di Pavia, Alessandria, Piacenza e Genova. “ La Via del Sale. Su e giù per l’Appennino da Varzi a Recco” è firmata da Gianni Amerio.

 

(TurismoItaliaNews) Forte del successo delle guide della collana “Italia da scoprire” che hanno permesso di far conoscere a lettori, turisti ed escursionisti le città, i borghi e le bellezze paesaggistiche e naturalistiche della nostra Penisola (Matera, Genova, L'Aquila, il Monferrato, Ragusa, Reggio Emilia e Piacenza), Morellini Editore torna in libreria dal 21 maggio con un nuovo volume dedicato alla scoperta del territorio italiano: "La Via del Sale. Su e giù per l'Appennino da Varzi a Recco" di Gianni Amerio (fuori collana), una guida turistico-escursionistica lungo la Via del Sale, il percorso mulattiero che dalla Pianura Padana arriva fino al mare, una delle antiche strade di comunicazione che collegavano le saline delle località in riviera con l'entroterra. Redatta in tempi pre-Covid, la guida appare oggi una proposta interessante per riscoprire il fascino di territori a noi vicini ma sconosciuti in pochi giorni, praticando un turismo intelligente e consapevole, a km 0 e low cost. Uno strumento utile e indispensabile per percorrere, a piedi o in mountain bike, un itinerario intenso e ricco di emozioni, cogliendone tutti gli aspetti naturalistici, storici, culturali e gastronomici.

La Via del Sale, su e giù per l’Appennino da Varzi a Recco: il libreria la guida per un turismo intelligente e consapevole

La Via del Sale, su e giù per l’Appennino da Varzi a Recco: il libreria la guida per un turismo intelligente e consapevole

Lungo 73 km e percorribile in 3 giorni, il percorso si snoda attraverso quattro province – Pavia, Alessandria, Piacenza e Genova – per un dislivello di 3.000 metri, e permette a chiunque, dotato di un sufficiente allenamento, di attraversare territori non ancora investiti da un turismo di massa. Il cammino parte dal borgo medievale di Varzi, raggiunge Capanne di Cosola e poi l'affascinante Torriglia, ricca di storia e di leggende antiche e moderne. Da qui, si attraversa il Parco Naturale Regionale del Monte Antola e infine si approda sulla spiaggia di Recco. Partiti dalla riva di un torrente, lo Staffora, i passi si fermano sulla riva del mare, il mar Ligure, proprio come i pellegrini del più noto cammino spagnolo. Dopo una prima sezione dedicata alla storia del prezioso elemento e alla conoscenza del territorio, della sua geografia, della flora e della fauna, nonché delle informazioni utili per intraprendere il percorso (periodo consigliato, attrezzatura, segnaletica…), la guida è suddivisa in tre macro-capitoli, tanti quante sono le tappe consigliate dall’autore.

La prima tappa va da Varzi a Capanne di Cosola (20,5 km), sebbene impegnativa per il notevole dislivello, è caratterizzata da una notevole varietà di ambienti naturali. Dal borgo medievale di Varzi, si attraversa la spettacolare faggeta sopra Castellaro per raggiungere il Monte Chiappo, il punto più alto della Via del Sale, nonché punto di incontro di tre regioni (Lombardia, Emilia Romagna e Piemonte). La seconda tappa collega Capanne di Cosola a Torriglia (24 km) ed è caratterizzata da un minor dislivello essendo il percorso per lo più in cresta. Tra un saliscendi e l'altro si susseguono una teoria di panorami, tra natura incontaminata e testimonianze storiche. Parte del percorso si svolge nel territorio del Parco Naturale dell'Antola, dal nome del monte su cui passa la Via del Sale. L'ultima tappa conduce da Torriglia a Recco (28,3 km, eventualmente da dividere in due parti), è la più lunga ed eterogena per la vegetazione, e offre impagabili viste. Usciti dal bosco, dalla Val Fontanabuona si potrà godere il primo panorama sul mare; passo dopo passo la macchia mediterranea accompagna gli ultimi chilometri verso la costa, fino alla impervia discesa che conduce a Recco dove ci si potrà gustare, finalmente, un bel trancio di focaccia al formaggio dop. Corredata da mappe in apertura di ogni tappa, la guida raccoglie inoltre gli indirizzi dei luoghi dove dormire, mangiare e assaggiare le specialità tipiche: il salame di Varzi, i canestrelli di Torriglia, la focaccia col formaggio di Recco, la "panissa" nelle sue diverse versioni, i ravioli, i pansoti... Insomma, anche quando la stanchezza sarà tanta, non si rimarrà mai a bocca asciutta.

La Via del Sale, su e giù per l’Appennino da Varzi a Recco: il libreria la guida per un turismo intelligente e consapevole

L’autore. Gianni Amerio, nato a Torino nel 1964, medico oculista e autore di numerosi articoli e pubblicazioni a carattere scientifico, si è sempre occupato di volontariato in ambito socio-sanitario. I silenzi e gli spazi della montagna lo hanno sempre ispirato e attratto, e così il percorrerli, d'estate a piedi e d'inverno sugli sci da fondo. Dopo aver attraversato zaino in spalle il Nord della Spagna, è uscito nel 2015 con “L'Età dell’Acquario – In cammino per Santiago. Storie, pensieri, incontri” (2019 II edizione), seguito dal particolare racconto di viaggio “Nell’occhio del fotone. Un luminoso viaggio dal Sole alla coscienza” (Edizioni Lindau 2018).

Per saperne di più
www.morellinieditore.it
www.parcoantola.it

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...