Laguna di Grado: alla scoperta dei suoi sapori con Nico Gaddi e Giorgio Guzzon

Stampa
images/stories/libri/Laguna_di_Grado.jpg
turismo   italia   news   turismoitalianews   tradizioni   2020   libro   pubblicazione   laguna   ricette   Friuli Venezia Giulia   Grado   Nico Gaddi   Giorgio Guzzon   Graisani de Palù  

La cucina tradizionale di Grado nella pubblicazione firmata da Nico Gaddi e Giorgio Guzzon. Un'opportunità per andare alla scoperta, o alla riscoperta, di valori gastronomici che emergono da un accurato studio degli usi locali e che solo in questo ambiente trovano particolare espressione nella loro preparazione, riservando ai fruitori delle piacevoli sorprese. Ovviamente siamo in Friuli Venezia Giulia, sull'Isola che dà il nome alla laguna.

 

(TurismoItaliaNews) Da questa ricerca emerge che specifiche pietanze dalla stessa denominazione vengono preparate in maniera diversa da ciascun panto di ristoro, secondo l'estro personale di ogni cuoco. L'obbietivo di questa pubblicazione è pertanto quello di informare l'ospite sulle diverse varietà ed opportunità dell'offerta. Allo stesso tempo viene proposta al lettore anche unavisione fotografica che mette in risalto le bellezze naturali della laguna di Grado, non esclusi i prodotti della pesca ed inoltre dei flash sull’insediamento umano in essa e le relative attività.

Laguna di Grado: alla scoperta dei suoi sapori con Nico Gaddi e Giorgio Guzzon

Il Boreto di Grado

Va detto, a tale riguardo, che la pesca in laguna è andata mano a mano riducendosi in conseguenza ad una massiccia migrazione verso il paese, donna al miglioramento dell'offerta di nuove opportunita collegate allo sviluppo turistico. Ciononostante i "casoni” - vale a dire i capanni da pesca ed abitazioni delle vecchie generazioni - sono stati mantenuti in essere, ristrutturati e resi confortevoli per accogliere, quando possibile, i loro proprietari con gli amici o per fare in laguna unabattuta di caccia o di pesca, oppure per trascorrere una giornata di relax davanti ad una bottiglia di vino e tante prelibate specialità di pesce e polenta. Il tutto respirando un'atmosfera del tempo passato in un ambiente davvero magico, come appare dalle fotografie.

“I pescatori di laguna vivevano con le loro famiglie nei casoni per molti mesi all'anno. Durante questi periodi il pesce era il loro principale sostentamento – spiega Bruno Scaramuzza nella prefazione - si consumava fritto, arrostito, oppure in umido ristretto: il famoso Boreto a la graisana sempre accompagnato da polenta bianca. Come allora, anche ai giorni nostri, alimenti, condimenti e aromi quali ortaggi, olio ed erbe aromatiche contribuiscono ad arricchire una gastronomia fatta di piatti semplici, che mantengano intatti la freschezza e il sapore del prodotto appena colto, mantenendo sempre to stesso modo di cucinare. La gastronomia del luogo e, infatti, estremamente povera e semplice ma al tempo stesso bilanciata negli aromi e profumi anche grazie alle numerose erbe aromatiche che si trovano nell'ambito lagunare, specialmente lungo gli argini delle valli da pesca.

Nico Gaddi

Gli autori. Nico Gaddi è un artista a tutto tondo: scolpisce, dipinge, incide, fotografa e inventa autentiche opere d'arte riutilizzando con particolare gusto materiali destinati all'abbandono. Espone prevalentemente nella sua bottega di via Gradenigo a Grado. Giorgio Guzzon è l'attuale presidente dell'associazione “Graisani de Palù”, il cui scopo comprende, tra l'altro, anche la salvaguardia dell'ambiente naturale della laguna di Grado.

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...