Angkor Wat, in Cambogia, Machu Picchu, in Perù, e il Taj Mahal, in India: viaggio tra i monumenti più belli del pianeta

Stampa
news   turismoitalianews   trenitalia   risparmio   biglietto   febbraio   marzo   Dinosaur Provincial Park   anno   Fiumicino   Salento   east   Trento   grotte   Sort   Valle dei narcisi   Khust  

Quali sono i monumenti più belli del pianeta? Classifica difficile da stilare, ma, secondo i viaggiatori di tutto il mondo, non ci sono dubbi: Angkor Wat, in Cambogia, Machu Picchu, in Perù, e il Taj Mahal, in India. L’esotico, l’archeologia, la sensualità: perché allora non partire, come moderni Indiana Jones, alla scoperta dei siti più emozionanti?

 

(TurismoItaliaNews) Non semplici monumenti, ma luoghi simbolo, senza dubbio l’espressione più alta della civiltà che li ha costruiti: una recente indagine di TripAdvisor elenca, nella top 10 delle migliori attrazioni, la celebre Sagrada Familia di Barcellona, la Basilica di San Pietro, a Roma, il Cristo del Corcovado di Rio de Janeiro e il Golden Gate di San Francisco. Sul podio, il meglio di ciò che l’India, il Perù e la Cambogia hanno da offrire: rispettivamente terzo il Taj Mahal di Agra, secondo Machu Picchu in Perù e primo Angkor Wat, la città perduta cambogiana. E così dal tour operator Kel 12 arriva la proposta di tre viaggi – di cui due speciali itinerari della linea Sfumature - alla scoperta di un monumento che, da solo, vale il viaggio intero.

Il mistero: Angkor Wat – Cambogia

L’enorme complesso di edifici che costituisce Angkor Wat emerge dalla foresta cambogiana come una serie di grandi aculei in pietra che si fanno strada tra le chiome degli alberi. Ogni tempio è diverso nelle decorazioni, ma tutti assomigliano a quei castelli che i bambini costruiscono in spiaggia facendo colare la sabbia bagnata tra le dita. Questo sito magico, dove il profilo dei templi montagna si riflette negli specchi d’acqua coperti di ninfee, è reso ancora più straordinario dalla presenza di decine di monaci buddhisti, abbigliati con tuniche arancioni o rosse, e dal brusio dei fedeli raccolti in preghiera. Gli enormi volti sorridenti che ornano le cime di alcune torri, le proboscidi di elefanti che fungono da colonne di una terrazza, le radici dei giganteschi alberi che, come pitoni argentati, si avvinghiano ai portali, le danzatrici scolpite sulle pareti: tutto contribuisce a dare vita ad uno scenario al di là di ogni immaginazione. L’emozione più grande? Sedersi in cima al tempio principale e ammirare il sole che tramonta, inondando di luce rossa la pianura circostante.

Per conoscere l'itinerario completo

Partenze: 21 novembre – 26 dicembre 2015 - durata 15 giorni; quota a partire da 4.600 euro

Il sogno dell’archeologo: Machu Picchu – Perù

Si arriva ad Aguas Calientes in treno, attraversando una fitta boscaglia, poi si prende un piccolo autobus che conduce fino alle porte del sito archeologico. Dopo alcuni minuti di salita a piedi, si scollina e, davanti agli occhi appare, immersa nella foschia del primo mattino, la piana di Machu Picchu, circondata dall’anfiteatro naturale delle Ande. Difficile descrivere a parole uno degli spettacoli più emozionanti che si possano immaginare, il sogno di ogni viaggiatore: resti di edifici, decine di terrazzamenti, rovine di templi e di abitazioni disseminati sulla montagna, considerati perduti fino a pochi secoli fa e oggi meta imprescindibile per chi decide di compiere un viaggio in Perù. Il momento ideale per visitare il sito è l’alba, quando i raggi del primo sole trafiggono le nubi, dissolvono la bruma e svelano, come d’incanto, tutta la magia di Machu Picchu: vi sembrerà di essere i primi uomini sulla terra ad avere la fortuna di assistere ad un tale spettacolo … Che invidia, Hiram Bingham!

Per conoscere l'itinerario completo

Partenza 17 ottobre 2015 – durata 15 giorni; quota a partire da 5.750 euro

Questo viaggio offre la possibilità di godere in esclusiva di una notte nel resort che si trova sull’Isola del Sole, sul lago Titicaca, e di compiere l’antico rito di offerta a Pachamama, la Madre Terra.

Il dono d’amore: il Taj Mahal – India

L’India più sensuale, ricca, colorata, fatta di grandi forti rossi, di sari dorati, di monili, incenso e spezie: mille sfumature dell’ocra, del giallo e del blu, su cui si staglia, come un grande gioiello candido, il profilo delicato del Taj Mahal. Non un monumento qualunque, ma il dono d’amore dell'imperatore moghul Shah Jahan alla defunta moglie Mumtaz Mahal, un dono fatto di pietre dure, di mosaici, di opulente decorazioni e soprattutto di marmo bianchissimo, che le abili mani dei cesellatori hanno saputo trasformare in pizzo finissimo. Da visitare all’alba o al tramonto, quando l’edifico si perde nella bruma lattiginosa, e i raggi del sole tingono il marmo di sfumature dorate.

Per conoscere l'itinerario completo

Partenza 28 febbraio 2016 - durata 12 giorni; quota a partire da 2.800 euro

Questo viaggio offre una vera chicca perché termina con grandioso evento: l'Ardh Kumbh Mela. Ogni sei anni, milioni di fedeli si incontrano sul Gange per l’Ardh Kumbh Mela. Haridwar, nel nord del Paese, tra le quattro città più sacre dell’India, si trasforma in enorme appuntamento spirituale e caotico. Fedeli e sadhu, yogi e danzatori, asceti e pellegrini, corpi colorati, uomini vestiti di cielo e altri coperti di cenere, mendicanti, ricchi e malati: non c’è più separazione. Qui tutti si fondono, confondono, compenetrano sino ad avvicinarsi all’acqua che redime.

Per saperne di più

 

 

turismo italia news
turismoitalianews
TurismoItaliaNews.it
www.facebook.com/turismoitalianews
www.twitter.com/turismoitalianw

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...