GREEN PASS | Via libera del Governo alla Certificazione verde digitale: ecco come fare per ottenerla [VIDEO]

Stampa
images/stories/varie_2021/CertificazioneVerdeCovid19.jpg

 

Varato il decreto firmato dal presidente del Consiglio Mario Draghi che definisce le modalità di rilascio della certificazione verde digitale Covid-19, documento che faciliterà la partecipazione a eventi pubblici (come fiere, concerti, gare sportive, feste in occasione di cerimonie religiose o civili), l’accesso alle strutture sanitarie assistenziali (Rsa) e gli spostamenti in entrata e in uscita da territori eventualmente classificati in "zona rossa" o "zona arancione".

 

(TurismoItaliaNews) La certificazione, frutto del lavoro congiunto di ministero della Salute, ministero dell’Economia e delle Finanze e del ministro per l’Innovazione Tecnologica e la Transizione Digitale, in collaborazione con la Struttura Commissariale per l'emergenza Covid-19 e con il supporto del partner tecnologico Sogei, contiene un Qr Code che ne verifica autenticità e validità. Il documento attesta una delle seguenti condizioni:
-la vaccinazione contro il Covid-19,
-l’esito negativo di un tampone antigenico o molecolare effettuato nelle ultime 48 ore,
-la guarigione dall’infezione.
A tutela dei dati personali, il Qr Code della certificazione andrà mostrato soltanto al personale preposto per legge ai controlli.

Via libera del Governo alla Certificazione verde digitale: ecco come fare per ottenerla

Via libera del Governo alla Certificazione verde digitale: ecco come fare per ottenerla

Con l’attivazione della piattaforma nazionale realizzata e gestita da Sogei, i cittadini potranno iniziare a ricevere le notifiche via email o sms con l’avviso che la certificazione è disponibile e un codice per scaricarla su pc, tablet o smartphone. Tutte le certificazioni associate alle vaccinazioni effettuate saranno rese disponibili entro il 28 giugno, in tempo per l’attivazione del pass europeo prevista per il 1° luglio. Dal 1° luglio, infatti, la Certificazione verde sarà valida come Eu digital Covid certificate e renderà più semplice viaggiare da e per tutti i Paesi dell'Unione europea e dell’area Schengen. La Certificazione verde Covid-19 si potrà visualizzare, scaricare e stampare su diversi canali digitali:
sul sito dedicato www.dgc.gov.it 
sul sito del Fascicolo Sanitario Elettronico Regionale
sull’App Immuni
sull’App IO

In caso di difficoltà o indisponibilità nell’uso di strumenti digitali, è possibile recuperare il certificato sia in versione digitale sia cartacea con la Tessera Sanitaria e con l’aiuto di un intermediario: medico di medicina generale, pediatra di libera scelta, farmacista, che hanno accesso al sistema Tessera Sanitaria. L’emissione della Certificazione è gratuita per tutti, disponibile in italiano e in inglese e, per i territori dove vige il bilinguismo, anche in francese o in tedesco.

Per tutte le informazioni
-sito www.dgc.gov.it
Numero Verde della App Immuni 800.91.24.91, attivo tutti i giorni dalle ore 8 alle ore 20.

 

 

Con l'emergenza Covid sono solo 1,5 milioni gli italiani che hanno deciso di trascorrere una vacanza all'estero durante l'estate. E' quanto emerge dall'analisi della Coldiretti su dati Istat in riferimento alla firma da parte del presidente del Consiglio Mario Draghi del decreto che dà il via libera al green pass. Una misura che facilita la circolazione dei turisti all'interno delle frontiere UE compresi i 28 milioni di cittadini europei che prima dell'emergenza sanitaria Covid venivano in vacanza nel Belpaese durante i mesi estivi per un valore di 11,2 miliardi per il sistema turistico nazionale in spese per alloggio, trasporti, divertimenti, shopping, souvenir e alimentazione. La stragrande maggioranza ha deciso di rimanere nei confini nazionali ma c'è addirittura un italiano su tre (33,3%) che sceglie di fare una vacanza a chilometri zero restando all'interno della propria regione con il passaggio in zona bianca dell'intera Penisola. Una opportunità che consente grazie al green pass – conclude la Coldiretti - di accedere a servizi ed attività che sono state per lungo tempo precluse dalle misure adottate per fermare il contagio.

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...