ARTE | Tesori del Marchesato di Saluzzo: con la mostra un tuffo nella storia e nella cultura tra Medioevo e Rinascimento

images/stories/varie_2021/Saluzzo_TesoriDelMarchesato_01.jpg

 

Fino al 31 ottobre la mostra “Tesori del Marchesato di Saluzzo” ripercorre ed illustra i secoli d’oro della storia marchionale attraverso più di 70 opere tra codici miniati, dipinti su tavola, affreschi, sculture e documenti d’epoca, provenienti da alcuni dei principali musei ed enti di conservazione italiani. Il percorso espositivo si sviluppa in tre suggestive sedi del centro storico cittadino: il Monastero della Stella, il Museo Civico Casa Cavassa e La Castiglia nella cità piemontese.

 

Hans Clemer, Madonna col Bambino detta Madonna del coniglio, 1503 – 1505 circa. Tempera su tavola. Firenze, Museo Stefano Bardini(TurismoItaliaNews) In mostra molti dei capolavori realizzati tra medioevo e prima età moderna, dalle opere su tavola alla produzione ad affresco di Hans Clemer, il Maestro d’Elva, e delle principali maestranze attive sul territorio quali la famiglia Pocapaglia, Giovanni Baleison o la bottega dei Biazaci, al confronto tra la cultura oltralpina e le migliori esperienze lombarde con Benedetto Briosco e Matteo Sanmicheli. In mostra anche materiali lapidei provenienti da architetture del territorio e esemplari di oreficeria, per quanto riguarda invece le arti suntuarie, che permetteranno di contestualizzare modi e linguaggi dell’epoca.

L’esposizione, dal centro di Saluzzo, entra poi in dialogo con il territorio marchionale coinvolgendo anche il Castello della Manta, l’Abbazia di Santa Maria di Staffarda, la Cappella Marchionale di Revello, i Castelli Tapparelli d’Azeglio di Lagnasco e preziose testimonianze disseminate nelle valli del Monviso. Curata da Simone Baiocco, conservatore arti dal XIV al XVI secolo presso Palazzo Madama di Torino, la rassegna rappresenta il cuore del progetto concepito da Fondazione Artea e sviluppato in collaborazione con Comune di Saluzzo, Fondazione Torino Musei, Fondazione Cassa di Risparmio di Saluzzo, e realizzato con il sostegno della Fondazione Compagnia di San Paolo, con il contributo della Fondazione Crc, Fondazione Crt, con la partecipazione della Diocesi di Saluzzo e della Consulta Bce Piemonte, con il patrocinio dell’Università degli Studi di Torino, sponsor Sedamyl.
Il percorso espositivo segue criteri cronologici-tematici, si consiglia la visita nel seguente ordine: Monastero della Stella, Casa Cavassa e La Castiglia.

Nella foto: Hans Clemer, Madonna col Bambino detta Madonna del coniglio, 1503 – 1505 circa. Tempera su tavola. Firenze, Museo Stefano Bardini

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...