VENETO | Preziose testimonianze del passato tornano visibili: a Concordia Sagittaria aprono i magazzini archeologici

Stampa
images/stories/varie_2021/ConcordiaSagittariaMagazzino.jpg

 

Appartenenti alle collezioni storiche del Museo nazionale concordiese di Portogruaro o frutto di scavi archeologici, anche se non destinati all'esposizione museale costituiscono una preziosa testimonianza del passato. Così sabato 2 ottobre tornano visibili grazie all’iniziativa promossa dalla Soprintendenza di Padova, dalla Direzione regionale musei del Veneto e dal Comune di Concordia Sagittaria, nello spettacolare borgo in provincia di Venezia.

 

(TurismoItaliaNews) I magazzini archeologici di via Cavanella a Concordia Sagittaria sono uno spazio messo a disposizione dall'amministrazione comunale dal 2015 e dedicato alla custodia dei tanti reperti archeologici di proprietà statale provenienti dal territorio locale. Due ampie sale accolgono centinaia di casse contenenti materiali in ceramica, metallo e vetro, decine di anfore e numerosi lapidei provenienti dalla colonia romana di Iulia Concordia, dalle sue necropoli e dall'agro centuriato.

L'iniziativa del 2 ottobre apre le porte dei magazzini, solitamente chiusi al pubblico, per condurre il visitatore alla scoperta di questo considerevole patrimonio storico-culturale, in un viaggio attraverso le tante scoperte archeologiche che in oltre un secolo di ricerche hanno fatto luce su questo importante centro del Veneto antico e della romanità.

Per saperne di più

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...