FIRENZE | Per il settimo anno consecutivo c’è tourismA, il Salone dell'Archeologia e del Turismo Culturale (in presenza)

images/stories/varie_2021/Tourisma01.jpg

 

Dal 17 al 19 dicembre al Palazzo dei Congressi di Firenze si tiene “tourismA”, il Salone dell'Archeologia e del Turismo Culturale. L'evento, il più importante e partecipato del settore a livello europeo – organizzato come sempre da Archeologia Viva (Giunti Editore) – farà il punto sulle eclatanti scoperte archeologiche degli ultimi anni e con uno sguardo attento al patrimonio di casa nostra.

 

(TurismoItaliaNews) Capire le origini dell'umanità e del nostro modo di essere per guardare in faccia – con la forza della coscienza – alla realtà che ci aspetta nonostante tutte le difficoltà e gli stop imposti da questo periodo. Ha tutto il sapore di una rinascita e di una ripartenza questa settima edizione di "tourismA". La kermesse fiorentina si aprirà nel grande auditorium con la musica perduta degli Etruschi eseguita dal noto sassofonista Stefano "Cocco" Cantini e introdotta dall'etruscologa Simona Rafanelli. Ci sarà spazio per i reportage delle missioni archeologiche italiane all'estero con un focus sul ritorno in Libia dei nostri archeologi a dieci anni dalla guerra (e dalla morte di Gheddafi) e una panoramica sull'Afghanistan dove il ritorno dei talebani ha fatto nuovamente alzare il livello di guardia per i beni culturali di quel Paese. La convivenza "forzata" tra Neanderthal ed elefanti (ricostruita grazie a recenti ritrovamenti in un'area termale della Maremma toscana) sarà invece al centro di una mostra virtuale ambientata 170mila anni fa; sempre al Neanderthal e al suo "destino annunciato" sarà rivolo l'intervento del noto paleoantropologo Giorgio Manzi. Al geologo del Cnr e popolare conduttore tv Mario Tozzi toccherà invece spiegare come mai e nonostante tutto "Il clima cambia ma i Sapiens no...".

Sassoferrato, Sentinum

Roma, l'Appia Antica

Al tema della genetica è strettamene collegato anche l'atteso intervento dell'antropologo David Caramelli che lavorando sul dna ha "scovato" la vera origine degli Etruschi dopo anni di arroventati dibattiti tra gli esperti. Grande spazio alla promozione turistica della Regione Toscana attraverso un convegno ad hoc (venerdì mattina) che farà il punto sulla valorizzazione di parchi e musei, arte e ambiente, borghi e siti Unesco, nuovi itinerari con particolare attenzione al patrimonio etrusco, best practice turistica e nuove scoperte archeologiche.

I relitti dei barconi di Lampedusa così come ciò che buttiamo nella spazzatura tutti i giorni sono testimonianze inconfutabili del nostro vissuto e della nostra epoca, nonché materiale prezioso per l'archeologia contemporanea. Per questo "tourismA" presenta in anteprima assoluta il risultato delle campagne di ricognizione tra i rottami dei naufragi nel canale dei Sicilia (un progetto dell'Università di Pisa) e gli studi sugli oggetti "parlanti" come gli effetti personali rinvenuti nel campo profughi di Altamura (Puglia). Prigionieri, operai e migranti raccontano un'altra storia, la "storia dei muti", quella altrimenti altrimenti destinata al dimenticatoio nell'overdose quotidiana delle informazioni e nella disattenzione di comodo.

Per il settimo anno consecutivo a Firenze c’è tourismA, il Salone dell'Archeologia e del Turismo Culturale (in presenza)

L'area archeologica di Tharros, Cabras (Sardegna)

Tutto esaurito per la parte fieristica e promozionale con significative presenze straniere (dalla Polonia alla Slovacchia, Croazia, Malta, Giordania...) e soprattutto con le principali realtà di casa nostra che propongono itinerari pensati per un pubblico che vuol tornare a viaggiare, questa volta con una maggiore coscienza ambientale e un'attenzione sempre più concentrata sulle realtà monumentali inedite del Bel Paese. Grande attesa dunque per il 4° workshop del turismo culturale, un unicum a livello europeo per far incontrare gli operatori del settore su domanda e offerta di viaggi, esperienze e nuovi itinerari.

Dopo quasi due anni di collegamenti da remoto, "tourismA" si svolgerà completamente in presenza nel rispetto rigoroso delle normative covid, ma puntando sulla normalità e sul piacere di tornare a incontrarsi e parlarsi "dal vivo". In programma duecentocinquanta relatori che – nella consolidata tradizione di "tourismA" ci condurranno in un fantastico viaggio nel tempo e nello spazio. Tra i big di questa edizione: il direttore generale Musei ed ex soprintendente di Pompei Massimo Osanna, il direttore della Pinacoteca di Brera James Bradburne, l'archeologo e presidente del Fai Andrea Carandini, l'esperto in civiltà micenea Louis Godart, il geologo e noto conduttore tv Mario Tozzi, l'altro autore e volto televisivo Cristoforo Gorno, il medievista Franco Cardini, il paleoantropologo Giorgio Manzi e l'acclamatissimo Alberto Angela che chiuderà come di consueto – ma questa volta necessariamente in video per evitare assembramenti – la kermesse fiorentina.

Anche in questa edizione "tourismA" apre i suoi spazi a scuole e famiglie con tanti laboratori didattici (prenotazione diretta sul sito tourisma.it) dove è possibile sperimentare la scheggiatura della pietra, l'accensione del fuoco, la scrittura geroglifica e quella cuneiforme, la creazione di un mosaico e, addirittura, uno scavo archeologico. Fra le iniziative particolari occorre segnalare la ricostruzione in scala reale della grandiosa Tomba di Giganti di di Arzachena che accoglierà il pubblico nel parco del Palacongressi e alla confezione speciale della cioccolata di Modica realizzata appositamente per "tourismA 2021" e dedicata al 700° anniversario di Dante, il cui volto campeggia orgogliosamente sull'incarto.

Per saperne di più

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...