EVENTI | Trento Aperta, gli artisti si riappropriano degli spazi cittadini: “Sfruttare la ripartenza per riportare la cultura al centro”

Stampa
images/stories/varie_2021/TrentoAperta_inaugurazione.jpg

 

L'obiettivo è tornare a fare dell'arte nelle sue diverse forme il fulcro di crescita del tessuto cittadino. L'iniziativa denominata “Trento Aperta”, ideata dal Servizio Cultura del Comune, include decine di appuntamenti organizzati negli spazi urbani più diversi: performance in bar e botteghe, cinema nelle piazze, palchi musicali in movimento, teatri di giovani attori.

 

(TurismoItaliaNews) Ventiquattro “mini-arene” cinematografiche sparse per la città, 240 esibizioni artistiche in altrettanti negozi, bar e caffè dal centro alla periferia, un mercato dedicato ai laboratori enogastronomici, pièce teatrali che diffondano la cultura dell'infanzia. L'estate della ripartenza a Trento ha un filo conduttore ben preciso: trasformarsi in strumento per ricordare ai cittadini quanto cruciale sia l'apporto della cultura nella nostra vita e nel progresso della comunità. L'iniziativa, sviluppata dal Servizio Cultura, turismo e politiche giovanili del Comune di Trento, si chiama “Trento aperta 2021”. “L'intento del palinsesto che abbiamo creato è di dialogare con piazze, scuole, botteghe, luoghi di produzione e scambio, nuovi quartieri, infrastrutture e cantieri - spiega Elisabetta Bozzarelli, assessore al turismo e politiche giovanili del Comune di Trento - il nostro obiettivo è stato di coinvolgere istituzioni cittadine, associazioni e soggetti del mondo della cultura per distribuire eventi su tutto il territorio comunale. Abbiamo favorito la commistione tra iniziative diversificate, valorizzando le competenze e le professionalità locali. L'ambizione è di tornare a vivere prossimità e vicinanza, a ritessere relazioni tra persone, spazi e tempi dal vivo, in una città che fa incontrare generazioni e culture, arti e mestieri, parole, musica, teatro, arte, cibo che non si ferma al centro storico ma si estende su tutto il territorio”.

Trento Aperta, gli artisti si riappropriano degli spazi cittadini: “Sfruttare la ripartenza per riportare la cultura al centro”

Trento Aperta, gli artisti si riappropriano degli spazi cittadini: “Sfruttare la ripartenza per riportare la cultura al centro”

Il calendario di Trento aperta 2021, partito a fine giugno, si sviluppa lungo tutta l'estate. Molto originali le iniziative che vi sono incluse: c'è ad esempio la rassegna Palchi in movimento che offre la possibilità a compositori/esecutori dei vari generi musicali di esibirsi in sei concerti pensati per diverse fasce di pubblico. Cinema in movimento invece ha creato 24 location che ospiteranno 36 film in programma, di cui 10 dedicati ai bambini, scelti tra i titoli più interessanti della cinematografia internazionale degli ultimi anni e tra alcune proiezioni del Trento Film Festival. 99 i posti a sedere numerati per ogni proiezione (accesso gratuito con prenotazione online obbligatoria). Il Teatro Capovolto nel Centro servizi culturali Santa Chiara permetterà agli artisti di tornare in scienza con spettacoli musicali e di danza, includendo anche una rassegna di Teatro ragazzi per una fascia di pubblico tra i 6 e i 16 anni, con lo scopo di educare alla conoscenza della complessità del mondo in cui viviamo, con competenza e leggerezza, creando una relazione tra attore e spettatore. Ancora: Arte in bottega accoglierà decine di performer in spettacoli di 30 minuti ciascuno, per ricordare agli avventori dei negozi quanto sia importante la cultura e le arti per il progresso collettivo e per valorizzare performance artistiche inedite, innovative e non convenzionali messe in scena da talenti giovanili, selezionati attraverso una doppia call. Il Giardino incantato, ospitato nei giardini di piazza Venezia, ospiterà l'installazione artistica Paesaggi di carta dedicata alle leggende trentine e incontri di lettura e spettacoli teatrali che puntano a promuovere e diffondere la cultura dell'infanzia quale bene comune.

Queste sono solo alcune delle iniziative di un programma davvero sconfinato - aggiunge Bozzarelli - vogliamo che Trento Aperta 2021 sia il marchio distintivo della nostra amministrazione cittadina: coesa, inclusiva, aperta, solidale. La cultura ha sempre fatto progredire il mondo ma troppo spesso è stata relegata in spazi ristretti e consentita solo a ristrette fasce di pubblico. È ora di invertire la rotta e di farla tornare ad essere il fulcro di crescita, anche economica, del nostro territorio”.

Trento Aperta, gli artisti si riappropriano degli spazi cittadini: “Sfruttare la ripartenza per riportare la cultura al centro”

Trento Aperta, gli artisti si riappropriano degli spazi cittadini: “Sfruttare la ripartenza per riportare la cultura al centro”

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...