Monferrato: nel territorio piemontese a marchio Unesco la bellezza e l’intraprendenza sono tutte al femminile

Stampa
images/stories/varie_2021/Alessandria_RosannaStirone_RobertaCattarin01.jpg

 

Giovanni Bosi, Alessandria / Piemonte

Monferrato autentico. Se il nome di questo territorio a marchio Unesco è maschile, la bellezza e l’intraprendenza sono tutte al femminile, ovviamente. E a suggellarlo c’è proprio il lavoro di un pool di donne, impegnate su diversi fronti per la promozione e la valorizzazione di questa meravigliosa porzione di Piemonte, con l’affermazione del brand #monferratoautentico. Qui c’è davvero tutto. Ed è a portata di mano, in attesa di lasciarsi amare…

 

(TurismoItaliaNews) Con Alessandria punta di diamante e hub vocato alla scoperta del territorio, la bellezza e le tante unicità del Monferrato si amplificano. Basta venire da queste parti per rendersene conto. Scoprire poco a poco i luoghi, gli scorci, i paesi, le pianure sapientemente coltivate come si fa da secoli, le dolci colline dai colori cangianti. E naturalmente le persone, quelle che amano i luoghi in cui sono nate e che lavorano per l’affermazione del “loro” Monferrato, ben consapevoli di quanto hanno da offrire. Aspettative legittime e pienamente fondate. Così, quando vai alla scoperta di un lembo d’Italia sorpresa e meraviglia sono inevitabili. E qui, se possibile, ancor di più.

veduta del Monferrato dal Castello di Tagliolo

Lo spettacolare Ponte Meier di Alessandria

Alessandria, la chiesa di Santa Maria di Castello

Partendo da queste considerazioni, ad Alessandria e Monferrato l’ultimo difficile anno è servito ulteriormente per sviluppare strategie in grado di attrarre e valorizzare il brand nel contesto del marchio Unesco, nell'ambito dei più ampi paesaggi vitivinicoli costituiti da cinque aree distinte e un castello: la Langa del Barolo, le colline del Barbaresco, Nizza Monferrato e il Barbera, Canelli e l’Asti Spumante, il Monferrato degli Infernot, il Castello di Grinzane Cavour. Di fatto nel Monferrato si è consapevoli delle tante potenzialità e hanno deciso di rafforzare la presenza sul mercato turistico nazionale ed estero attraverso una migliore offerta di quanto, da sempre, si possiede.

Il dietro le quinte è estremamente interessante, perché si scopre un lavorìo intenso in cui sono le donne (che di norma hanno una marcia in più) a curare strategie e marketing, a sviluppare progetti e a diventare in qualche modo il biglietto da visita di luoghi dove bellezza si sovrappone a bellezza.  A dirigere Alexala, l’agenzia nata con il preciso obiettivo di assegnare alla provincia di Alessandria gli strumenti più idonei allo sfruttamento delle sue potenzialità di settore, offrendo un contributo alla politica di sviluppo del turismo, c’è una donna: Rita Brugnone. A lei il compito di coordinare le attività in tandem con il neo presidente Roberto Cava. Rimanendo nel contesto istituzionale, ci spostiamo nel Comune di Alessandria guidato dal sindaco Gianfranco Cuttica di Revigliasco: nel Palazzo comunale è sempre ad una donna affidata la delega strategica delle manifestazioni e degli eventi, dell’innovazione digitale e della smart city. E’ l’assessore Cherima Fteita Firial, per la quale il lavoro di squadra è anche con Mattia Roggero, titolare del Marketing territoriale, del turismo e delle iniziative promozionali.

Rita Brugnone, direttrice dell'agenzia Alexala

Roberto Cava, presidente dell'agenzia Alexala

Monferrato: nel territorio piemontese a marchio Unesco la bellezza e l’intraprendenza sono tutte al femminileLa deliziosa Polenta del Marengo

E poi c’è il team delle professioniste del turismo: cinque donne che per 3 agenzie di viaggio della provincia di Alessandria curano da tempo l’incoming e che hanno sviluppato “pacchetti” e itinerari per scoprire in modo sorprendente il Monferrato: sono Roberta Cattarin, Rosanna Stirone, Laura D’Anna, Cinzia Gastaldi e Tiziana Pastorino. Attraverso la loro professionalità di agenti di viaggio, debutta pure “Monferrato To Taste”, che abbina alla commercializzazione dei prodotti, anche vendita di esperienze sensoriali legate al mondo del food e del wine quali degustazioni in cantina, ricerca dei tartufi, cooking class di ricette tradizionali, al fine di creare nel viaggiatore una memoria emozionale e un legame tra lui e il territorio, che lo faccia sentire sempre più graditissimo ospite e non solo un turista. Insomma, esperienze a tutto tondo che si possono cominciare a vivere navigando nel sito istituzionale di Alexala.

“La scoperta di un Paese e delle sue tradizioni passa dallo stupore di fronte ai suoi bellissimi paesaggi, dalla conoscenza della sua storia e dall'esperienza sensoriale derivante dal contatto con la cultura alimentare del luogo – ci spiegano all’unisono - Monferrato To Taste nasce dalla passione e dalla conoscenza di un territorio, il Monferrato Unesco, un’area del Piemonte ricca di patrimoni storici, culturali, artistici e, soprattutto sinonimo di eccellenze enogastronomiche”. Sfruttando la loro professionalità e la loro esperienza nella progettazione incoming, le cinque donne, agenti di viaggio hanno quindi creato una vetrina delle eccellenze del Monferrato. Attenzione a non classificarlo semplicemente come un “negozio virtuale” dove trovare prodotti di altissima qualità, biologici e attenti alla sostenibilità: è una realtà straordinaria di piccoli produttori, aziende agricole, artigiani che ogni giorno nelle loro eccellenze trasmettono passione, rispetto per la natura, tradizioni dei luoghi e identità uniche.

Mirella Maestri è una guida specializzata per il Monferrato

La cantina del Castello di Tagliolo Monferrato

La Cittadella di Alessandria, luogo legato a Napoleone

Così l’esperienza vissuta direttamente sul territorio ha una coda che coinvolge in un viaggio enogastronomico che va al di là del consumo stesso e che permette di comprendere la cultura, le storie, le tradizioni, gli aneddoti del prodotto che si sta acquistando, gustando e vedendo. La selezione delle aziende avviene visitando direttamente i luoghi di produzione, documentando e raccontando cosa avviene dietro ogni singolo prodotto. “Ogni ricerca ci fa scoprire il ritmo lento delle stagioni, la saggezza degli anziani, la nostra storia. Un marchio che è sinonimo di qualità e rappresentativo all’estero della eccellenza italiana nel settore dell’enogastronomia” chiosano Roberta Cattarin, Rosanna Stirone, Laura D’Anna, Cinzia Gastaldi e Tiziana Pastorino.

Per saperne di più
www.alexala.it
www.monferratototaste.com 

 

Foto in apertura: Rosanna Stirone e Roberta Cattarin

 

Giovanni Bosi, giornalista, ha effettuato reportages da numerosi Paesi del mondo. Da Libia e Siria, a Cina e India, dai diversi Paesi del Sud America agli Stati Uniti, fino alle diverse nazioni europee e all’Africa nelle sue mille sfaccettature. Ama particolarmente il tema dell’archeologia e dei beni culturali. Dai suoi articoli emerge una lettura appassionata dei luoghi che visita, di cui racconta le esperienze lì vissute. Come testimone che non si limita a guardare e riferire: i moti del cuore sono sempre in prima linea. E’ autore di libri e pubblicazioni.
mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. – twitter: @giornalista3

 

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...