Tesori gotici dalla Slovacchia, in mostra nel Palazzo del Quirinale l’arte del tardo Medioevo

 ARTE  Il Quirinale, nella Palazzina Gregoriana, fino al 13 novembre, accoglie la mostra “Tesori Gotici dalla Slovacchia. L’arte del Tardo Medioevo in Slovacchia” realizzata in occasione della Presidenza di turno del Consiglio dell’Unione Europea affidata alla Slovacchia nel secondo semestre del 2016. In esposizione trentasei capolavori del XV e del XVI secolo provenienti dai più importanti musei e chiese della Slovacchia, che riflettono le grandi correnti culturali e spirituali che attraversavano l’intera Europa alla vigilia dell’esplosione del Rinascimento.

 

(TurismoItaliaNews) Le opere esibite si possono suddividere in due gruppi. Il primo è costituito dai capolavori realizzati da Pavol di Levoča, un maestro fortemente inserito nel tessuto artistico e culturale europeo, e databili alla prima metà del Cinquecento. Si tratta di realizzazioni ispirate agli episodi della vita di Cristo. Il secondo gruppo è formato da oggetti essenzialmente liturgici, concepiti e realizzati nelle botteghe degli orafi slovacchi. La produzione di questi antichi maestri del Cinquecento e del Seicento era largamente sconosciuta.

Adorazione dei Magi, Pittore Hans T - 1510 ca., tempera su tavola in legno - Levoča, Basilica di San Giacomo, Altare della Predella della Natività (dei Quattro Santi). In apertura: Compianto sul Cristo morto dall’altare dei Santi Giovanni, Pavol di Levoča – 1520, scultura policroma in legno di tiglio, dorature - Levoča, Basilica di San Giacomo, Altare dei Santi Giovanni

La mostra è curata da Louis Godart, consulente in materia di iniziative ed eventi culturali ed espositivi del Quirinale, Mária Novotná Curatrice dell’Arte medievale del Museo Nazionale Slovacco, Alena Piatrová, Curatrice dell’Artigianato del Museo Nazionale Slovacco. Con questa mostra la Presidenza della Repubblica Italiana e la Presidenza della Repubblica Slovacca intendono proporre all’ammirazione del pubblico italiano ed europeo una serie di tesori collocati normalmente presso i rispettivi luoghi di origine, alcuni posti sotto la tutela di amministratori ecclesiastici, e oggi radunati per la prima volta.

 

“La struttura della mostra – spiega Gabriela Podušelová - si basa su una selezione della produzione di Pavol di Levoča (Mastro Pavol), che operò tra il 1506 e il 1537 nella città di Levoča. Le opere di Mastro Pavol possono essere percepite come qualcosa in più di «semplici» testimonianze sull’uomo di quell’epoca. Possiamo percepirle anche come il simbolo del dramma umano nell’interpretazione artistica dei racconti evangelici. La storia della vita di Gesù Cristo figura tra le basi della cultura europea, come perno intorno al quale l’Europa si è unita e formata.

Altare della Natività, Pavol di Levoča - 1506 circa, scultura policroma in legno di tiglio - Levoča, Basilica di San Giacomo

L’insieme delle opere esibite è composto da due gruppi. Il primo è costituito da capolavori di Pavol di Levoča, autore del più alto altare gotico ligneo del mondo, di 18,62 metri. L’opera è collocata nella Basilica di San Giacomo a Levoča e rappresenta un bene culturale iscritto dall’Unesco nella lista del patrimonio mondiale dell’umanità. Il secondo è formato da oggetti di produzione artistico-artigianale e mette in risalto lavori magistrali di oreficeria provenienti dal territorio della Slovacchia e risalenti ai secoli XV e XVI. La mostra presenta le opere di antichi maestri dell’arte, la cui produzione è per molti ancora sconosciuta, ma che con la loro testimonianza artistica, originalità e creativa maestria rappresentano una parte integrante e imprescindibile della cultura europea.

 

Con la mostra “Tesori gotici dalla Slovacchia”, il Museo Nazionale Slovacco persegue il proprio intento di presentare il patrimonio culturale slovacco all’estero, realizzando direttamente gli eventi, partecipando alla loro organizzazione o semplicemente prestando alcune opere facenti parti del proprio fondo. L’obiettivo è di presentare al di fuori del territorio della nostra nazione una parte ancora poco conosciuta del patrimonio culturale di uno dei paesi dell’Unione Europea. È un patrimonio che a livello atemporale non perde mai la sua attualità e, attraverso la testimonianza artistica degli antichi maestri, aggiunge pezzi importanti e per nulla interscambiabili al mosaico della cultura dell’Europa medievale.

Tavole dell’altare principali di Lipany, Monogrammista H.L.E.R., Pittore, collaboratore di Pavol di Levoča - tempera su legno di tiglio, cornice con policromia nera e decoro stilizzato d’argento - Lipany, Chiesa parrocchiale di San Martino

 

turismo italia news
turismoitalianews
TurismoItaliaNews.it
www.facebook.com/turismoitalianews
www.twitter.com/turismoitalianw

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...